11 Feb 2019

Mauro Scardovelli: “Un’università integrata per educarci alla complessità del mondo” – Meme #17

Scritto da: Annalisa Jannone

Giurista, psicoterapeuta e formatore, Mauro Scardovelli ha creato insieme ad un team di esperti e ricercatori UniAleph, una università popolare olistica pensata per offrire strumenti e competenze per la costruzione di una società più sana e integra. In questo percorso formativo lo studio della Costituzione Italiana si integra a molte altre discipline in una visione complessiva e sistemica per trasformare l’essere umano e la società.

Mauro Scardovelli è una delle personalità più attive nel mondo del cambiamento in Italia. Da docente universitario di diritto costituzionale è da oltre 30 anni psicoterapeuta e formatore. Promuove una visione complessiva e sistemica dell’uomo e delle sue relazioni: quelle interiori tra le pluralità dell’ “io” e quelle sociali e politiche. “La società riflette quelle che sono le problematiche interiori, come uno specchio. Le personalità disgregate, scisse proiettano le loro patologie nel mondo sperperando le proprie energie”.

“In un mondo che va alla rovescia, cioè che mette all’ultimo posto l’uomo, la sua salute, i sui diritti, bisogna recuperare le forze per reagire. Bisogna acquisire strumenti e competenze per potersi orientare, bisogna mettersi in cammino”.

Secondo Scardovelli, il cammino di crescita verso una maggiore consapevolezza dei propri conflitti interiori è lungo e prevede il riconoscimento delle false autorità, non solo interiori. In una cultura dove prevale la competizione non si possono avere relazioni armoniche neanche tra una madre e un figlio. Proprio in culla si origina il dolore poiché l’adattamento psicologico ai genitori già “corrotti interiormente” provoca danni che rimangono nel tempo. Quindi viviamo in preda alle emozioni rimosse cercando compulsive compensazioni, distrazioni e dipendenze poiché non sopportiamo il disagio del qui e ora. L’agitazione e lo stress sono una continua fuga dalla sofferenza interiore che si riflette nel mondo esterno.

La sofferenza interiore va di pari passo con la crisi finanziaria, economica, antropologica, culturale, sociale, spirituale e filosofica. L’uomo è schiacciato dalle speculazioni finanziarie, dal fondamentalismo del mercato, dalla disgregazione interiore e sociale, dell’io collettivo.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Contribuisci all’informazione libera!

Mentre la gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i meravigliosi cambiamenti in atto del nostro paese, noi abbiamo scelto di farlo con un’informazione diversa, autentica, che sia d’ispirazione per chi vuole veramente attivarsi per cambiare le cose. 

Per farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Attivati anche tu per cambiare l’immaginario!

man-2546791_960_720

Mauro Scardovelli parla soprattutto della Costituzione Italiana. “Negli ultimi decenni un colpo di stato strisciante e silenzioso ha disatteso la Costituzione, il popolo italiano ha perso sovranità economica, monetaria, finanziaria e non è più tutelato nella possibilità di una piena realizzazione di sé. Nelle università si insegna il neo-liberismo invece di sostenere i principi costituzionali; non si insegna a cooperare, a creare sinergie, non si insegna il benessere. Neanche le università di filosofia e di psicologia vanno al cuore dei problemi”.

Puoi trovare i libri di Mauro Scardovelli su Macrolibrarsi.

Partendo da queste considerazioni, Scardovelli insieme ad un team di esperti e ricercatori ha creato una università per una sapienza unitaria. UniAleph è una università popolare olistica di stampo filosofico cioè prende posizione sull’uomo: cosa vogliamo essere, cosa vogliamo realizzare, che tipo di umanità vogliamo essere. All’interno di questa università si maturano competenze di diritto, economiche, storiche e finanziarie insieme a quelle artistiche, creative, musicali, espressive, comunicative e psicologiche.

“Dobbiamo conoscere l’essenziale della nostra vita per poter navigare al meglio, in piena forza e per il bene nostro e degli altri. Bisogna fare lavori utili, impegnarsi in cose importanti e decisive per riconoscere e allontanare l’abbondanza del superfluo, dei meccanismi nocivi, delle tossicità. I conflitti non risolti fanno perdere energie, sono strutture dissipative”.

L’Amore è un’Azione
Come abbandonare l’ego e tornare a te stesso
carrello

scardovelli-1

UniAleph vuole dunque dare strumenti per crescere in consapevolezza, sia quella interiore che del mondo esterno. “Bisogna diventare dei cittadini non dei sudditi e creare una comunità capace di darsi un governo. La propria evoluzione è l’unica priorità reale dell’essere umano che tenderebbe naturalmente alla quiete, alla serenità e alla centratura se riuscisse a governare se stesso.

La Costituzione ci può salvare perché abbiamo gli anticorpi giuridici: solo conoscendola ci si può opporre al potere, si possono sollevare le questioni giuridiche. Il diritto costituzionale riprende potere se più gente lo conosce. Possiamo riprenderci i beni pubblici e vivere felici ma bisogna percorrere un cammino evolutivo. La Costituzione è viva e ha bisogno di persone, sia giuristi e avvocati, ma soprattutto di un popolo che appoggi le azioni giudiziarie se no i giudici non le fanno”.

“I punti critici da dove ripartire sono due: la salute, salute psichica, e la scuola ma in una visione sistemica, nulla è separato anzi la vita psichica è il cammino verso l’unità, verso il punto di maggior integrazione. L’integrità, l’autenticità è in realtà un’azione dinamica è il cammino verso la costruzione di se stessi per scoprire e diventare chi si è. Ma la realizzazione di sé non deve essere ‘egoica’ ma qualcosa di più grande. Serve costruire un contesto di spiritualità, evolvendo insieme per contribuire meglio ad una nuova società. Anche in questo ci aiuta la nostra Costituzione; nell’Art. 1 il lavoro è qualcosa che permette all’uomo di realizzarsi per far progredire la società; i lavori faticosi si dividono tra tutti come diceva e faceva Gandhi”.

scardovelli-2

Scardovelli è molto seguito su youtube, riesce a parlare contemporaneamente alle emozioni, al pensiero logico e alla spiritualità delle persone. Ora sta riuscendo a fare rete con molte altre personalità che si sono spese per il bene comune. Molti giuristi, economisti, storici, filosofi, giornalisti, medici saranno i docenti dei corsi.

L’università – che è in via di riconoscimento come università certificata – prevede un diploma triennale e poi la magistrale, successivamente ci si può specializzare. È una formazione di tipo fisico-telematica con lezioni sul web e incontri dal vivo ma, oltre che su youtube, nel sito c’è e ci sarà materiale a disposizione di tutti.

 

Questo articolo contiene link sponsorizzati a Terra Nuova e Macrolibrarsi. Se acquisti attraverso questi link, noi guadagniamo una piccola percentuale che ci permette di continuare a raccontarti l’Italia che cambia.

Narcisisti con le Ali
carrello

Articoli simili
Se la scuola diventa digitale. A Terranave il progetto “Class@ 2.0”

Sarvego Festival Val Borbera: quando i libri fanno rinascere una valle
Sarvego Festival Val Borbera: quando i libri fanno rinascere una valle

La Scuola nel post covid
La Scuola nel post covid

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Ulivi malati e biodiversità in pericolo: la Puglia non si avvelena!

|

Stagione di caccia: nessuno stop nonostante gli incendi abbiano decimato gli animali

|

La Foresta in Testa: musica e natura per far emergere i talenti

|

Buddies, i nuovi dog sitter migranti che combattono l’abbandono degli animali

|

Amore, sesso, relazioni. Cosa sta succedendo in Italia? Ne parliamo il 25 settembre

|

Non Siamo Atlantide: il mito rivive in un evento dedicato alla sostenibilità

|

Matteo Saudino: “Vi parlo della filosofia, bella proprio perché apparentemente inutile”