Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
26 Ago 2019

Fridays for Future diffonde la Dichiarazione di Losanna sul clima

Scritto da: Redazione

Quattrocento attivisti e attiviste di Fridays for Future, provenienti da 38 diverse nazioni, si sono incontrati dal 5 al 9 agosto 2019 e hanno redatto la Dichiarazione di Losanna sul Clima, un documento comune che esprime un'unità di intenti e tre richieste principali per contrastare l'emergenza climatica.

Per la prima volta dalla nascita del movimento Fridays For Future (FFF), più di 400 giovani attivisti e attiviste, provenienti da 38 paesi, lanciano un chiaro appello ad agire, mediante tre Richieste fondamentali volte a contrastare l’Emergenza Climatica. Si sono uniti per creare un documento comune: la Dichiarazione di Losanna sul Clima e chiedono ai politici, ai governi e alle istituzioni di attivarsi subito.

 

Vuoi cambiare la situazione
del clima in italia?

ATTIVATI

Questo atto non vincolante è il risultato di un processo partecipativo avvenuto nel corso del primo importante vertice di FFF tenutosi a Losanna dal 4 al 9 agosto. Ogni partecipante ha avuto l’opportunità di esprimere le proprie opinioni. Le varie parti costituenti della Dichiarazione sono state discusse a fondo e infine approvate.

fridays-for-future-losanna

La Dichiarazione esprime un’unità d’intenti e tre Richieste principali:

1- Garantite Giustizia Climatica, nel rispetto dell’equità.
2- Contenete l’aumento della temperatura media globale entro gli 1,5 °C rispetto al livello pre-industriale.
3- Seguite la Scienza più autorevole e unita attualmente disponibile.

 

Il documento propone inoltre a coloro che detengono il potere dei punti di partenza per possibili Piani d’Azione sul Clima. La dichiarazione può ora essere approvata dai Gruppi locali, regionali e nazionali al fine di unire e rafforzare il movimento attraverso dei valori e dei principi condivisi, mantenendo al contempo la forza collettiva derivante dall’essere un movimento che si è costituito dal basso e in continua evoluzione.

 

Dinanzi all’immobilismo dei governi, gli attivisti climatici di FFF continueranno a scioperare. Stanno organizzando uno Sciopero Globale per il Clima nella settimana dal 20 al 27 settembre 2019 (ndr, il 27 per l’Italia).

 

In linea con la Dichiarazione e le Richieste in essa formulate, un gruppo di attivisti e attiviste ha lanciato l’Iniziativa dei Cittadini Europei “Actions on Climate Emergency”, che verrà aperta alla raccolta di firme nel mese di settembre.

fridays-losanna

“Le persone spesso ci chiedono che cosa mai vogliano i ragazzi che scioperano da scuola. Ecco cosa vogliamo”

(Nino Preuss, 15 anni, attivista climatico svizzero)

 

“Nessuno può sconfiggere la crisi climatica da solo. L’unica via d’uscita da questo disastro è che le persone si uniscano e agiscano insieme. La Dichiarazione di Losanna sul Clima è il risultato di tale impegno, qualcosa che devono iniziare a fare anche tutti i politici. Ora”
(Luisa Neubauer, 23 anni, attivista climatica, tedesca)

 

 

“La Dichiarazione di Losanna sul Clima, scritta da così tanti giovani provenienti da altrettanti paesi è un chiaro appello all’azione. Questa esemplare Dichiarazione potrebbe benissimo segnare l’inizio di un grande cambiamento e di una nuova epoca, una straordinaria speranza per molti scienziati e per l’umanità intera”
(Beat Brunner, revisore esterno del Report Speciale IPCC sul riscaldamento globale a 1,5°C)

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Cosa prevede la nuova proposta Ue sui migranti – Io Non Mi Rassegno #216

|

Comunità energetiche rinnovabili: una via per la transizione? – A tu per tu #6

|

Diffondere informazione positiva e gentilezza: arriva il Festival Mezzopieno!

|

Lucia Cuffaro e l’autoproduzione, la ricetta quotidiana per una società più giusta e resiliente

|

Zero Waste Italy: ecco come fermare lo spreco di mascherine nelle scuole

|

Glori: The Place To be, il borgo dove rinasce la comunità e si recuperano le terre – Io faccio così #300

|

La Bargazzina, l’azienda dei contadini scienziati che promuovono la cultura delle piante – Piccoli produttori #5

|

Officina del Fare e del Sapere: la scuola che punta su esperienza diretta ed educazione diffusa