9 Set 2019

I contadini biologici fanno bene a noi e al territorio

Scritto da: Redazione

Far conoscere al pubblico i contadini bio e l'impatto positivo dell'agricoltura biologica sul territorio, sull'alimentazione a la salute. Questo l'obiettivo del primo festival dei piccoli produttori biologici che si terrà il 29 settembre a San Lazzaro di Savena, in provincia di Bologna.

Bologna, Emilia-Romagna - Il prossimo 29 settembre, dalle 10 alle 20, Piazza Bracci sarà animata dal primo festival organizzato direttamente dai piccoli produttori biologici coadiuvati da Campi Aperti, Associazione per la sovranità alimentare.

 

L’idea è nata da un piccolo gruppo di aziende agricole biologiche, con sedi nelle Valli dal Savena all’Idice, accomunate dagli stessi ideali etici e morali e fermamente convinti della necessità di recuperare uno stile di vita più sano e in linea con i principi naturali, a cominciare dal modo in cui si produce il cibo.

 

Vorresti leggere più contenuti come questo? 

Articoli come quello che hai appena letto sono gratuiti e aperti, perché crediamo che tutti abbiano il diritto di rimanere informati. Per questo abbiamo scelto di non nascondere i nostri contenuti dietro paywall, né di accettare contributi da partiti o aziende compromesse. Per continuare a farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Fai la tua parte, aiutaci a costruire un’informazione sempre più approfondita.

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Si tratterà di un evento focalizzato principalmente a far incontrare il mondo dei piccoli produttori biologici col grande pubblico, così da poter sensibilizzare quest’ultimo sulle tematiche dell’ecologia e del mangiar sano. L’idea del festival nasce dalle difficoltà riscontrate dai piccoli produttori nel far conoscere il proprio lavoro e l’importante e positivo impatto che essi hanno sull’intero ecosistema del nostro territorio.

La volontà è quello di presentare l’impatto positivo dell’agricoltura biologica sull’ecosistema, l’importanza del biologico nell’alimentazione, sfatando falsi miti e chiarendo le differenze tra agricoltura convenzionale e biologica.

mercati-contadini

Nel corso della giornata, oltre agli stand dei contadini bio e delle proposte enogastronomiche, si alterneranno momenti di divulgazione alimentare, con la degustazione guidata dell’olio extra vergine delle nostre colline, a cura di Ermanno Rocca dell’Azienda agricola Bonazza dislocata alla Croara, a momenti dedicati ai più piccoli. La Mediateca si è infatti resa disponibile a gestire nella mattina uno spazio di letture e approfondimenti, affiancato da laboratori creativi e di autoproduzione. Saranno inoltre presenti in uno stand condiviso alcune associazioni legate a temi di promozione agricola, sostenibilità ed ecologia, in linea con i principi del progetto e di Campi Aperti.

 

Nel pomeriggio invece si darà ampio spazio al dibattito, con una tavola rotonda dal titolo “Produzione biologica: salute per le persone, il suolo e l’ambiente” che vedrà protagonisti Maria Elena Cafagna (Biologa nutrizionista), Francesca Cappellaro (Ingegnere ambientale), Lucio Cavazzoni (presidente di Goodland), Giovanni Dinelli (Professore Ordinario dell’Università di Bologna – Dipartimento di Scienze e tecnologie agro-alimentari” ), Daniele Mandrioli (ricercatore dell’Istituto Ramazzini).

 

L’evento è patrocinato sia dal Comune di San Lazzaro sia dall’Unione dei Comuni Savena e Idice.

 

Per la locandina dell’evento clicca qui

 

 

Articoli simili
Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341
Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

Prodotti biologici e a chilometro zero: una scelta di vita che fa bene a noi e al Pianeta
Prodotti biologici e a chilometro zero: una scelta di vita che fa bene a noi e al Pianeta

Le erbe del Califfo, storia di una famiglia che ha messo radici in Calabria e del suo progetto
Le erbe del Califfo, storia di una famiglia che ha messo radici in Calabria e del suo progetto

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi