8 Nov 2019

Rigenerare le imprese attraverso design e arte: un evento di Ashoka e Cittadellarte

Un incontro sui temi della sostenibilità e dell'innovazione per le aziende in cui si esploreranno casi unici di imprese che nel mondo lavorano per costruire una trasformazione positiva della società. L'iniziativa, a partecipazione gratuita, si terrà il 12 novembre presso lo spazio "Rinascimenti Sociali" dalle 18.30 alle 20.

Torino - Possono la sostenibilità e l’impatto sociale diventare vettore di sviluppo anche economico? Si può fare impresa a partire dall’innovazione sociale? È possibile riorientare le imprese verso la sostenibilità? È prevalentemente attorno a queste domande che si articolerà il talk “Rigenerare le imprese attraverso design e arte“, in cui si esploreranno casi unici di imprese che nel mondo lavorano per costruire trasformazioni della società.

Non solo: si discuterà di come l’arte possa cambiare il modo di guardare e interpretare il presente e immaginare un futuro diverso. L’appuntamento, previsto per martedì prossimo nel capoluogo piemontese nello spazio Rinascimenti Sociali di Via Maria Vittoria 38, sarà moderato da Michele Cerruti But, Coordinatore di Accademia UNIDEE, e vedrà intervenire Giulia Sergi, Fellowship Manager di Ashoka Italia e Juan Sandoval, Responsabile Ufficio Arte di Cittadellarte.

I relatori anticipano chi figura nel dietro le quinte dell’evento: il talk è stato organizzato da Accademia UNIDEE ed è a cura di Cittadellarte e Ashoka Italia. La rete internazionale di quest’ultima costituisce dal 1980 il riferimento globale degli imprenditori sociali e delle organizzazioni in grado di cambiare i paradigmi della società.

«Per affrontare le sfide della sostenibilità – si legge nella nota stampa dell’evento – le aziende hanno bisogno di strumenti nuovi. L’arte, per la sua capacità di visione radicale, e il design, per la sua capacità di costruzione strategica, permettono di “performare” la sostenibilità, ovvero tradurla in forme materiali, comprensibili e attuabili in qualunque organizzazione. Gli strumenti del progetto e l’approccio dell’arte sono uno dei più significativi dispositivi di trasformazione».

Per prendere parte al talk gratuito sui temi della sostenibilità e dell’innovazione per le aziende, che si terrà dalle 18.30 alle 20, è necessario prenotarsi registrandosi su questa pagina.

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Articolo tratto da: Journal Cittadellarte

Articoli simili
Un libro realizzato collettivamente che riduce le distanze ai tempi del Covid
Un libro realizzato collettivamente che riduce le distanze ai tempi del Covid

Vittorio Cosma: la musica come progetto comune – Meme #15

Giufà come Godot: gli attori scendono dal palco e diventano attivisti
Giufà come Godot: gli attori scendono dal palco e diventano attivisti

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Scuola, salute, green pass, crisi ambientale: ecco le soluzioni possibili

|

Green pass obbligatorio: l’Italia è in fermento – Aspettando Io Non Mi Rassegno #3

|

Oggi si celebrano le contadine, le donne che stanno rilanciando l’agricoltura

|

Da Giulia che pianta alberi a Rosa Maria, alfiera delle minoranze: arrivano i giovani changemakers

|

Ci trasferiamo in un paese del Sud Italia? Qualcosa sta avvenendo a Civita, in Calabria

|

Università in cammino: la scuola senza voti che torna alle origini dell’insegnamento

|

Terre del Magra, la cooperativa di comunità che valorizza il territorio e supporta gli abitanti