27 Ago 2021

Che cos’è l’amore? Intervista doppia essere umano-cane

Un'intervista a due voci su un tema delicato e soggettivo: l'amore. In particolare, l'obiettivo di Sonia e Sara, esperte di comportamento animale del progetto Col resto di due, è capire se l'amore umano e quello canino sono liberi e incondizionati oppure vincolati da qualche condizione. Scopriamolo dalle "parole" dei diretti interessati!

I cani ci amano incondizionatamente o in-condizionata-mente? Questo mese abbiamo scelto di parlare d’amore. Lo facciamo dando a questo articolo il taglio di un’intervista. È importante precisare che non è nostra intenzione attribuire forme di pensiero a nessuno, men che meno conferire al cane una personalità umana. Tutt’altro. Vogliamo, a partire dalla nostra esperienza professionale, maturata negli anni, e dare voce a ciò che abbiamo osservato.

Cos’è l’amore?

Umano: «L’amore è quando fai di tutto per qualcuno, quando si crea una coppia o una famiglia, quando stai bene con un’altra o un altro, quando sei pronto a sacrificarti».

Cane: «Amore è quando sono appagato. Quando sono immerso in un’avventura. Se sono in famiglia, quando riposo a fianco del mio umano o quando posso concertarmi con lui per svolgere il ruolo che mi appaga a vantaggio del mio gruppo sociale, quando ci scambiamo guardi d’intesa».

cane 1

Voi due vi amate?

Umano: «Io adoro il mio cane! È come un figlio! Lo faccio dormire in casa con me, anche in camera da letto! Gli compro le crocchette migliori e tanti giochi e usciamo spesso in passeggiata! In vacanza lo porto sempre con me, ma se proprio non posso gli assicuro la miglior pensione per farlo stare insieme a tanti amichetti pelosi per giocare. Ciò che faccio per lui credo che non lo farei per la maggior parte degli umani!».

Cane: «Io lo amo e amo condividere il mio tempo con lui. So di rimanere spesso da solo a casa: a volte stare tranquillo nella mia casa è una bella sensazione, ma molte volte vorrei non rimanere solo. Il mio amore cresce quando mi sento rispettato nelle mie esigenze: andare al parco e non potermi allontanare per seguire delle piste di odore, perché il mio umano non si fida di me, non mi piace e non lo amo quando non si fida di me. Non amo quando non riesce a capire la bellezza di riempire tutto il mio pelo con degli odori che sento al parco perché lui dice che “mi sporco”. Non amo quando, rientrando a casa, i miei umani mi salutano distrattamente o magari mi fanno grandi feste, però poi il loro tempo non è impiegato per me: spesso mi sembrano più indaffarati a muoversi per casa nervosamente, ad alzare la voce o a sdraiarsi sul divano e non han voglia di essere felici con me. Ecco allora che, anche se non sono più fisicamente solo, mi sento lo stesso solo. Io allora aspetto che la situazione cambi. Ma aspettare troppo non lo amo».

Esiste l’amore incondizionato?

Umano: « Sì, esiste, per esempio quello tra madre e figlio, ma in generale tra noi umani è difficile. I cani, invece, sono un esempio di puro amore incondizionato: loro ci sono sempre per noi. Anche il mio cane ne è un esempio: so che lui mi ama incondizionatamente, lui è sempre lì per me e qualunque cosa io faccia so che lui mi ama e mi amerà e se sbaglio qualcosa lui mi perdona sempre. Pensa che ci sono padroni che trattano male i loro cani eppure i cani rimangono fedeli al loro fianco. Se li abbandoni continuano a cercarti e il loro amore è talmente infinito che se li metti in un’altra famiglia riescono ad amare anche quella. Gli animali ci amano incondizionatamente, loro vivono per noi. Non hanno occhi che per noi! Ti seguono ovunque. Ti perdonano ogni cosa. A loro basta l’amore che gli dai. Senza di noi sarebbero persi perché hanno bisogno di darci amore».

Cane: « L’amore è un insieme di emozioni. Esiste il sentirsi parte di un gruppo sociale e l’esserne felici, appagati, soddisfatti, rispettati perché tutti riescono a esprimere e realizzare i propri bisogni e i propri piaceri. Un gruppo dove tutti si supportano gli uni con gli altri, tutti amano il loro ruolo. Se queste sono condizioni allora non esiste l’amore incondizionato. Io le condizioni per amare qualcosa o qualcuno le ho e le conosco bene. Dalla mia esperienza capisco che invece gli umani intendano più l’amore in-condizionata-mente».

cane 2

L’amore si impara?

Umano: «Non saprei, forse. Se guardo come va il mondo oggi mi verrebbe da dire di no. Si amano i familiari (e non sempre!), i figli, anche se c’è sempre qualcosa che ti delude. Il mio terapeuta dice continuamente che devo imparare ad amarmi. Quindi sì, credo si possa imparare, solo che non so ancora come».

Cane: «L’amore lo si prova. L’amore è il momento in cui ti senti perfetto per goderti l’avventura che ti chiama. Sono tutti quei momenti in cui ti senti bene. Se vuoi, puoi allenarti ad amare sempre di più».

E allora, alla fine della nostra intervista fantastica – ma forse non così lontana da possibili realtà –, il nostro augurio è che ci siano sempre più umani che tornino ad amare condizionatamente come i cani e che lascino cadere nell’oblio l’amore in-condizionata-mente.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Paolo Rossi e il gatto selvatico: “Sarà il protagonista di un nuovo progetto fotografico”
Paolo Rossi e il gatto selvatico: “Sarà il protagonista di un nuovo progetto fotografico”

Gli avvistamenti record della gazza marina in Liguria
Gli avvistamenti record della gazza marina in Liguria

Basta una Zampa: dopo il Covid i “dottori a quattro zampe” tornano a portare sollievo ai piccoli pazienti
Basta una Zampa: dopo il Covid i “dottori a quattro zampe” tornano a portare sollievo ai piccoli pazienti

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

La settimana lavorativa corta funziona – Io Non Mi Rassegno #632

|

Il Gridas e il “modello Scampia”: unire le forze per far rinascere le periferie – Dove eravamo rimasti #6

|

Gigliola Sigismundi: “Medicina forestale e olii essenziali, le grandi passioni che ho trasformato in lavoro”

|

Legambiente: “La linea Alta Velocità Torino-Lione è fuori tempo massimo”

|

“Cosa mi sarei persa”. Federica Ooyen racconta come rifiorire dalla depressione

|

Tutti i numeri del consumo di suolo, fra danni economici, assenza di norme e tragedie annunciate

|

La storia di Vincenzo Deluci, la passione per la musica e la battaglia per una disabilità inclusiva

|

Progetto Tucum: tecnologia ed economia sospesa insieme per combattere la povertà