6 Ago 2021

Estate: tempo di leggere… e di cambiare!

Scritto da: Redazione

Come ogni anno arriva l'estate e milioni di italiani hanno più tempo per leggere. Ma cosa leggere? Proviamo a consigliarvi un po' di libri scelti dalla nostra redazione, perché la lettura sia svago, riflessione e... cambiamento!

Francesco
La storia infinita – Michael Ende

Era una bottega stretta e lunghissima. Cinque, sei, sette stanze che si infilavano una dentro l’altra con libri ovunque: per terra, sulle mensole, sugli scaffali. Libri nuovi e antichi, testi universitari e saggi politici, narrativa e fumetti. L’ultima stanza era un ufficietto tutto finestrato che affacciava su un giardino che mai mi sarei immaginato di trovare quando sono entrare, attraversando un piccolo portoncino sotto il portico di un vicoletto nel centro di Bologna.

Lì ho trovato La Storia Infinita. O meglio, lei ha trovato me. Il figlio del libraio mi ha osservato per diversi minuti mentre la rimiravo, sfioravo il dorso del libro con le dita, lo estraevo delicatamente dallo scaffale e iniziavo a sfogliarlo.

«Prendilo»
«Eh?»
«Prendilo pure, è tuo. Te lo regalo».

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Vorresti leggere più contenuti come questo? 

Articoli come quello che hai appena letto sono gratuiti e aperti, perché crediamo che tutti abbiano il diritto di rimanere informati. Per questo abbiamo scelto di non nascondere i nostri contenuti dietro paywall, né di accettare contributi da partiti o aziende compromesse. Per continuare a farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Fai la tua parte, aiutaci a costruire un’informazione sempre più approfondita.

E che sorpresa, leggendo le prime pagine, scoprire che Bastiano aveva scoperto La Storia Infinita in un modo quasi identico. Certo, lui l’aveva sgraffignato a un vecchio libraio scontroso e poi si era rifugiato nella soffitta dell’odiata scuola, scappando dalla realtà, dal compito in classe, dal bullismo dei compagni, dall’indifferenza degli insegnanti, dalla freddezza del padre. Io no, ma proprio come lui il libro mi ha letteralmente aspirato fra le sue pagine, come un ingordo formichiere che fa scorpacciata di formiche.

La Storia Infinita racconta del regno di Fantàsia e delle creature che lo abitano. E di una malattia lo sta letteralmente cancellando: il Nulla. Già, perché Fantàsia esiste solo grazie ai sogni e alla fantasia degli esseri umani. È ciò che loro riescono a immaginare che crea il regno, retto dall’Infanta Imperatrice, bambina eppure saggia, che – pur così giovane – è l’essere più vecchio del mondo ed era lì sin dalla sua creazione.


Le magiche creature fantasiane non sanno come sfuggire al nulla, così Atreju – giovane incaricato dall’Infanta Imperatrice di salvare il suo regno – parte alla ricerca di una soluzione. Dopo mille peripezie torna con una risposta, che l’imperatrice in cuor suo conosceva già: un essere umano le deve dare un nuovo nome. Un battesimo laico, un’allegoria che racconta la causa della morte del regno: gli esseri umani lo stanno dimenticando. Non sognano, non immaginano, non si affidano più alla loro fantasia.

Con un briciolo d’infantilismo, credo che sia così anche per il nostro mondo. Il Nulla avanza anche qua. È un Nulla rappresentato dal pragmatismo, dal mercantilismo, dal tecnicismo, dal velo che copre tutte quelle idee dotate di ali troppo grandi per rimanere con i piedi per terra. E allora il Nulla gliele tarpa, le censura.

E allora credo che una lettura che ci faccia sognare di nuovo, ci faccia vedere il bello che c’è oltre alla patina grigia di cui è impregnata la vita di molti e molte di noi, sia non solo utile, ma fondamentale. Costruire un nuovo immaginario. La Storia Infinita ci aiuta a fare questo.   

La Storia Infinita
Il grande classico di Michael Ende in una pregiata edizione Celebrativa
Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere
carrello

Valentina
Il bambino è competente

Ho comprato questo libro quando mia figlia aveva pochi mesi. Ora che ha 4 anni, ne rileggo ciclicamente qualche capitolo con rinnovato interesse, per mettere sempre in discussione le modalità di dialogo che si intraprendono in famiglia. Il mestiere del genitore non è cosa semplice, non si apprende dal nulla e, anzi, se non ci si pone domande, si rischia di incorrere nell’errore di riproporre acriticamente i modelli educativi ricevuti nell’infanzia. Questo libro insegna al lettore non solo che il bambino è una persona (concetto non scontato) e in quanto tale vada rispettato, ma che, soprattutto, vadano rispettate e ascoltate le sue opinioni, senza liquidarle con pensieri, anche impliciti, riassumibili con “Decido io per te, sono grande”. In tanti si comportano con i bambini come se fossero davanti a un vaso vuoto, da riempire di conoscenze e nozioni, conditi da un calderone di buone maniere. Osservare i bambini e, soprattutto, ascoltarli, invece può essere per chi guarda fonte di meraviglia. Pagina dopo pagina, l’autore, Jesper Juul, psicoterapeuta e formatore danese spiega, con diversi esempi pratici e svariate situazioni da lui osservate in strade, ristoranti, bar, gli errori di noi genitori (ma anche di nonni, baby-sitter e tate) e come fare per evitarli. Il suo è un approccio rispettoso del bambino in quanto persona senziente e dotato di propri gusti e orientamenti, e che rivela tutti i limiti dell’educazione delle precedenti generazioni. Il concetto di base è semplice: non esistono bambini difficili o capricciosi, solo bambini non ascoltati. Buona lettura a tutti i genitori/futuri genitori, nonni, zii, baby-sitter e insegnanti!

Il Bambino è Competente
Valori e conoscenze in famiglia
Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere
carrello

Lorena
Verde Brillante

Verde Brillante parla di esseri intelligenti. Possiedono tutti e cinque i sensi, si scambiano informazioni, hanno una vita sociale, hanno una personalità e sono perfino capaci di scegliere, imparare e ricordare. No, non sto parlando degli esseri umani, sarebbe troppo scontato! Parlo proprio di loro: le piante. Verde Brillante è uno dei diversi libri firmati da Stefano Mancuso, neurobiologo vegetale di fama mondiale, che ho letteralmente divorato e che non posso che consigliare per una lettura estiva (e non solo). Insieme ad Alessandra Viola, giornalista e divulgatrice scientifica, ci porta alla scoperta del mondo delle piante, di questi straordinari esseri viventi ancora troppo poco conosciuti e apprezzati per le loro infinite qualità. Un libro per cambiare prospettiva, ridimensionare le nostre convinzioni e imparare da queste stupefacenti creature verdi e brillanti. Da qui non possiamo che iniziare da una domanda: l’uomo è realmente superiore a tutti gli altri organismi viventi sul pianeta Terra? La risposta, alla fine del libro, la lascio a voi. Buona lettura.

Verde Brillante
Sensibilità e intelligenza del mondo vegetale
Voto medio su 8 recensioni: Da non perdere
carrello

Paolo
Cambio pelle in 7 passi

Cambio pelle in sette passi di Lucia Cuffaro rappresenta un’ importante opportunità per imparare, con semplicità e divertendosi, ad utilizzare una cosmesi naturale, libera da petroli e derivati e che, oltretutto, fa bene alla pelle e al pianeta intero. Il libro è diviso in sette passaggi, come sottolineato dal titolo. Si parte dal prendere la consapevolezza che il mondo della detergenza commerciale è strettamente legata a quella del petrolio e che, troppo spesso, i prodotti che utilizziamo per la nostra detergenza non sono affatto puliti e splendenti come la pubblicità vuole farci credere e possono essere molto dannosi e nocivi per la nostra pelle. Alla domanda “ma allora come faccio a trovare nuovi cosmetici sani e naturali?” la Cuffaro risponde, come sempre, offrendo degli spunti e delle “ricette” semplici da preparare ma efficacissime nel risultato. Consiglio questo libro perché aiuta a sviluppare una nuova conoscenza su questi argomenti, che spesso diamo per scontati. Approfondendo anche il mondo della detersione, inteso come nutrimento per la nostra pelle e non strumento contro di essa, CambioPelle in Sette Passi aiuta infine ad indirizzarci verso la strada del Cambiamento e delle Decrescita, imparando a scoprire il divertimento e la semplicità con cui potersi preparare i prodotti necessari per la nostra vita.

Cambio Pelle in 7 Passi
Come rivoluzionare la cura del corpo in modo semplice e naturale
Voto medio su 43 recensioni: Da non perdere
carrello

Selena
Cedi la strada agli alberi

Questo libro mi ha accompagnato in tanti pezzettini della mia vita, lo tengo con me, sul comodino, nello zaino dei miei viaggi, spesso lo apro, ne leggo un verso e lo ripongo dov’era. Dentro ci ritrovo immagini oniriche di luoghi e tempi lontani che appartengono a tutti e tutte noi, sento il sapore il delle domeniche in paese, il pranzo sotto gli alberi durante i periodi di raccolte contadine, la fatica del nonno, il cibo profumato della mamma, l’emozione di un amore mancato di cui rimane il profumo e il ricordo dell’assenza. Un piccolo gioiello che ci riporta alla vita sempplice, alla natura come guida ispiratrice che deve condurci all’essenziale. “Prendi un angolo del tuo paese e fallo sacro. Vai a fargli visita prima di partire e quando torni. Stai all’aria aperta almeno due ore al giorno. Ascolta gli anziani, lascia che parlino della loro vita. Fatti delle piccole preghiere personali e usale.”

Cedi la Strada agli Alberi
Poesie d’amore e di terra
Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere
carrello

Daniela
Immagina se…

È il libro che ha accompagnato la mia estate 2020 e dietro la sua pubblicazione italiana c’è anche il nostro zampino… Nonostante il bell’articolo della nostra Diana Bargu e una puntata di “Matrix è dentro di noi” con Rob Hopkins, pare che ancora molt@ non lo abbiano letto 🙂 Rob ci trasporta continuamente tra sogno, crisi e mondi possibili già in atto creando ponti e connessioni oltre le dicotomie. La più importante? Quella tra sogno e azione, permettendo a mani, testa e cuore di collaborare in armonia per costruire un mondo migliore. Potere all’immaginazione!

Immagina Se ...
Libera il potere dell’immaginazione per creare il futuro che desideri
Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere
carrello

Daniel
Dritto al cuore del tuo cane

Che sfida impossibile scegliere un libro da consigliare. La mia mente è corsa a Il piacere di Lowen, a gli Entronauti di Scanziani, ai libri di Giuseppe Barbiero,Joe Dispenza, Isaac Asimov, Stephen King e altri. Poi però ho virato in modo netto su Dritto al cuore del tuo cane, di Angelo Varia. Ricordo ancora quando – qualche estate fa – l’ho letto tutto di un fiato. Il mondo dei cani, che da sempre ho amato, mi si è dischiuso davanti con una semplicità e una chiarezza disarmante. Sono corso a iscrivermi al suo corso e ho fatto tutto il percorso da educatore cinofilo. Neuroscienze, biofilia, empatia, meditazione, sono solo alcuni dei concetti racchiusi in questo splendido libro. Per capire i cani ma in fondo – come sempre – per capire un po’ meglio noi stessi.

>Dritto al Cuore del tuo Cane
Come conoscerlo, educarlo e costruire con lui una relazione perfetta
Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere
€ 9,50
carrello

Articoli simili
Appuntamenti d’Autunno al Teatro Dovizi
Appuntamenti d’Autunno al Teatro Dovizi

"Quando Troia era solo una città", un mondo diverso è possibile, anzi è già esistito!

“Torino che legge”, una settimana all’insegna della lettura

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

A Torino un giardino pubblico si trasforma per due giorni in Mercato della Biodiversità

|

Lo Yoga della Risata, la miglior medicina per rinforzare il sistema immunitario

|

Al via la Settimana Europea della Mobilità: muoversi meglio per un mondo migliore

|

Il Giglio: dalle rovine di un antico palazzo nasce il laboratorio comunitario

|

Bimbisvegli: la scuola pubblica non vuole il progetto di educazione consapevole in natura

|

Uno spazio dedicato ai bambini migranti in transito, per farli sentire sicuri e accolti

|

A vent’anni si può cambiare il mondo! Ecco la sfida di Gen C