20 Ott 2021

La montagna al cinema, la rassegna che narra le straordinarie imprese nelle terre alte

Un viaggio in seno al rapporto tra il cinema e la montagna per raccontare “straordinarie imprese da rivivere insieme”: in Piemonte e numerose altre città italiane, da ottobre a febbraio, si terrà la rassegna cinematografica proposta da Mescalito Film per esplorare imprese eccezionali, tra i tanti volti delle terre alte.

La casa di distribuzione cinematografica Mescalito Film propone, dal 25 ottobre, “La montagna al cinema. Straordinarie imprese da rivivere insieme”, un nuovo format focalizzato sul rapporto fra la settima arte e la montagna. Un film al mese per immergere gli spettatori in scenari naturalistici impressionanti ed emozionarli attraverso narrazioni di avventure senza precedenti.

«Vogliamo lanciare una sfida originale focalizzata sugli sport estremi e la montagna, che descriva imprese eccezionali realizzate dall’uomo e che fotografi scenari impressionanti, realmente mozzafiato. Abbiamo puntato sul documentario come genere più adatto a questo fine», ha affermato Francesco Notarangelo, responsabile della distribuzione di Mescalito Film.

La montagna al cinema1
Foto di Joshua Earle tratta da Unsplash

Il progetto prevede proiezioni in prima assoluta italiana in ben tredici regioni italiane tra cui Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria, Lazio, Marche, Puglia e Sicilia e tra le città dove sarà godibile si segnalano Milano, Torino, Padova, Venezia, Treviso, Belluno, Bassano del Grappa, Alessandria, Cremona, Piacenza, Genova, La Spezia, Bologna, Reggio Emilia, Firenze, Verona, Vicenza, Trento, Perugia, Roma, Ancona, Bari e Palermo.

«Sono tutte prime nazionali che al massimo sono state proposte in festival tematici, come il Festival della Montagna di Trento. Abbiamo dato spazio a produzioni di diverse nazionalità per far assaporare al nostro pubblico sensibilità e stili differenti, valorizzando le peculiarità e le diversità», ha raccontato Giorgio Beltrame, fondatore e responsabile della produzione di Mescalito Film, come riportato nella nota stampa.

Contribuisci all’informazione libera!

Mentre la gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i meravigliosi cambiamenti in atto del nostro paese, noi abbiamo scelto di farlo con un’informazione diversa, autentica, che sia d’ispirazione per chi vuole veramente attivarsi per cambiare le cose. 

Per farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Attivati anche tu per cambiare l’immaginario!

Contribuisci all’informazione libera!

Mentre la gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i meravigliosi cambiamenti in atto del nostro paese, noi abbiamo scelto di farlo con un’informazione diversa, autentica, che sia d’ispirazione per chi vuole veramente attivarsi per cambiare le cose. 

Per farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Attivati anche tu per cambiare l’immaginario!

La montagna al cinema

Le proiezioni

Si inizierà con una tre giorni, dal 25 al 27 ottobre, col documentario polacco-pakistano “The Last Mountain” (2019) di Dariusz Załuski, una delle più straordinarie operazioni di salvataggio sul K2.

Seguirà, dal 22 al 24 novembre, il documentario italiano “Climbing Iran”(2020) di Francesca Borghetti, che racconta la storia di Nasim Eshqi che, con determinazione, entra a far parte da donna dell’élite del climbing internazionale.

Il 13, il 14 e il 15 dicembre sarà la volta del documentario austriaco “Streif: one hell of a ride” (2014) di Gerald Salmina sulla famosa pista di sci di Kitzubuhel.

Dal 17 al 19 gennaio 2022 verrà proiettato “Naked Mountain” (2020), documentario spagnolo diretto da Alex Txikon, riguardante l’impresa invernale per raggiungere la cima del Nanga Parbat nel 2016.

Concluderà il progetto il documentario polacco “Wall of Shadows” di Eliza Kubarska sull’avventura di una famiglia di Sherpa sul Monte Everest dal 7 al 9 febbraio 2022.

In Piemonte gli spettacoli verranno proiettati nei seguenti cinema: Ambrosio Cinecafè (25 e 26 ottobre in corso Vittorio Emanuele II, 52 a Torino); UCI (26 e 27 ottobre in via Nizza, 262 a Torino); UCI Cinemas (26 e 27 ottobre in via Fortunato Postiglione 1 a Moncalieri), UCI Cinemas (26 e 27 ottobre in via Gambalera angolo via Rana ad Alessandria); Cinema Monviso (15 novembre in via XX Settembre, 14 a Cuneo).

Articoli simili
La storia di Beatrice, da cantante a insegnante di un antico dialetto
La storia di Beatrice, da cantante a insegnante di un antico dialetto

Alle Ortiche Festival: arte, sostenibilità e cultura come beni di prima necessità
Alle Ortiche Festival: arte, sostenibilità e cultura come beni di prima necessità

L’isola di Pantelleria celebra il passito e le tradizioni locali

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Tutta Europa a rischio black-out – #421

|

Creative Mornings Ancona: incontrarsi a colazione e parlare di… – Io Faccio Così #336

|

La Dog Therapy arriva tra i banchi di scuola per donare il sorriso ai bambini

|

Piantare una food forest per seminare il futuro di una comunità

|

2021 anno boom del turismo a piedi: ecco l’identikit del camminatore tipo

|

Un mercato contadino biologico diventa un’agorà per fare “agricultura” in città

|

La storia di cinque “Donne di Terra” che hanno deciso di cambiare vita nel Sud Italia

|

Irene Borgna e i suoi cieli neri: “L’inquinamento luminoso ci ha rubato le notti”