4 Dic 2020

L’Europa approva il diritto alla riparabilità! – Io Non Mi Rassegno #267

Il parlamento europeo ha approvato una risoluzione per rendere più facile riparare i prodotti elettrici ed elettronici e allungarne il ciclo di vita. Adesso la palla passa alla Commissione, che dovrà legiferare in maniera coerente con la volontà espressa dall’europarlamento. Parliamo anche del Mes, il meccanismo europeo di stabilità la cui riforma è stata approvata lunedì dall’eurogruppo dei ministri delle Finanze, che continua a far discutere. Infine, ieri è stata la giornata internazionale della disabilità, segnaliamo alcuni articoli interessanti.

Articoli:

#riparabilità
EconomiaCircolare.com – L’Europarlamento approva la risoluzione sul diritto alla riparazione. “Ora va cambiato il sistema”

#Mes
il Post – L’Eurogruppo ha trovato un accordo sulla riforma del MES
il Post – Chi litiga sulla riforma del MES e perché
Italia che Cambia – Mes, parliamone – Io Non Mi Rassegno #97

#disabilità
Internazionale – Per non escludere nessuno
Vita.it – «Le persone con disabilità hanno diritto al piacere»

#Hong Kong
Valigia Blu – Attivisti condannati, editori in carcere, giornalisti licenziati: “A Hong Kong le libertà si stanno deteriorando giorno dopo giorno”

#Firenze #smog
GreenReport – Smog, uno scudo (verde) per “difendere” Firenze e Città metropolitana

#Sicilia #migranti
Internazionali – Le nigeriane che in Sicilia resistono ai trafficanti

La sola rassegna stampa che non segue l’agenda setting! 

Questa rassegna stampa dal lunedì al venerdì vi tiene informati su quello che succede nel mondo, scegliendo liberamente di non seguire le logiche dell’informazione mainstream. 

È gratuita e disponibile per tutti grazie al contributo di chi crede nel nostro giornale. Fallo anche tu, diventa un attivista digitale e aiutaci a costruire ogni giorno un’informazione diversa, senza filtri, autentica. 

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace


Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Colombia, polizia fuori controllo – Io Non Mi Rassegno #364

|

Caso o destino? Storia di un ritorno nella Calabria Che Cambia

|

La battaglia di Claudia per salvare le acque curative dalle speculazioni

|

Eticoscienza, per un’etologia applicata alle nuove sfide ambientali

|

Plogging: un gruppo di amiche contagia l’intera città

|

Cose che dovreste sapere (e nessuno vi dice) sul trasferirsi in campagna

|

Riutilizzo sociale dei beni confiscati alla mafia: l’Italia fa scuola

|

Stella Pulpo: Memorie di una vagina, ieri, oggi e domani – Amore Che Cambia #5