4 Feb 2014

Pescara, sommovimenti in pillole: l'Emporio Primovere

“Come la gran parte delle realtà di economia solidale, anche questa conferma la regola che vuole la crisi come un […]

“Come la gran parte delle realtà di economia solidale, anche questa conferma la regola che vuole la crisi come un fenomeno che colpisce, prima di tutto, l’economia dei fuochi fatui. Quest’anno, infatti, il fatturato dell’Emporio si è confermato in crescita”.

Emporio Primovere, Pescara, febbraio 2013, da "Io faccio così" pag. 231

Emporio Primovere, Pescara, febbraio 2013, da “Io faccio così” pag. 231

Negli empori si trova di tutto: l’idea è che ci si possa fare la spesa senza dover andare al supermercato. L’Emporio è anche riferimento per molte realtà interessanti che qui organizzano eventi legati alla sostenibilità e alla salute.

Per saperne di più leggi:
 
io-faccio-cosi-libro-70810Daniel Tarozzi
Io faccio così-libro
Viaggio in camper alla scoperta dell’Italia che cambia
 
 

Vuoi cambiare la situazione
dell'imprenditoria in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Kalabria Eco Fest: buone pratiche e comunità per rilanciare la Calabria
Kalabria Eco Fest: buone pratiche e comunità per rilanciare la Calabria

Monica, portiere di quartiere: “Voglio combattere l’indifferenza della città”
Monica, portiere di quartiere: “Voglio combattere l’indifferenza della città”

Humus Job, la rete di aziende etiche per un’agricoltura consapevole – Io faccio così #328
Humus Job, la rete di aziende etiche per un’agricoltura consapevole – Io faccio così #328

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

énostra: l’impresa di comunità dalla parte dell’ambiente

|

Alleniamoci ad ascoltare gli altri per creare un mondo migliore

|

Il benessere? Secondo Lara Lucaccioni e Matteo Ficara è questione di energia

|

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo