4 Nov 2014

Educazione e libertà: la scuola fuori la scuola

Scritto da: Redazione

Fare uscire la scuola dalle aule portandola nelle piazze, nei parchi, tra i libri di una biblioteca. Al centro della […]

Fare uscire la scuola dalle aule portandola nelle piazze, nei parchi, tra i libri di una biblioteca. Al centro della puntata di questa settimana di Terranave alcune delle esperienze italiane che stanno portando avanti un modo diverso di fare educazione.

 

 

scampia

 

Da Mestre a Scampia, sino a Lampedusa. La trasmissione radiofonica di Amisnet racconta oggi la storia di tre realtà accomunate da un modo di fare educazione che promuova la libertà e l’autodeterminazione del singolo.

 
 

Nato otto anni fa a Scampia, il Centro Territoriale Mammut  propone attività basate sull’educazione attiva, facendo uscire la scuola in strada e in città: dal teatro alla ciclofficina alle lezioni di italiano per migranti, il Mammut lavora ogni giorno per costruire una nuova scuola. Mammut intreccia pedagogia, urbanistica, teatro e arti figurative nel tentativo di sperimentare forme di sociale e convivialità valide nel nostro tempo.

 

Il dopo non scuola del Centro Pandora, a Forte Marghera, promuove invece attività per adulti e bambini mirate all’educazione alla libertà e alla conoscenza delle pratiche artigiane; il centro si trova all’interno di un parco, importante polmone verde in un’area fortemente urbanizzata. L’associazione Ibby Italia ha l’obiettivo di combattere la marginalità attraverso azioni di promozione alla lettura; in questi mesi Ibby Italia sta portando avanti un percorso per costruire una biblioteca di libri per bambini e ragazzi a Lampedusa, la prima dell’isola.

 

Per saperne di più:

Il sito del network Amisnet: amisnet.org
L’archivio delle puntate di Terranave: www.italiachecambia.org/categoria/terranave/

 

 

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Come fare educazione in natura in una società antropocentrica? Ne parliamo con Stefania Donzelli
Come fare educazione in natura in una società antropocentrica? Ne parliamo con Stefania Donzelli

Punti di Vista: una rete di educazione in natura e alla natura in Sardegna
Punti di Vista: una rete di educazione in natura e alla natura in Sardegna

Educazione all’aperto: un esempio concreto per capire perché è fondamentale
Educazione all’aperto: un esempio concreto per capire perché è fondamentale

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Myanmar, le responsabilità dell’occidente a due anni dal golpe – #663

|

“Mi sono trasferita in campagna per dedicarmi alla terra: qui il tempo passa in modo diverso”

|

Dagli scarti del cacao ai fogli: una nuova carta ecologica sbarca a Genova

|

Il messaggio di nonviolenza di Ghandi settantacinque anni dopo

|

Monte San Primo: i cittadini si mobilitano per salvare la montagna dal business del turismo

|

Capra Libera Tutti, il santuario che salva gli animali dal mattatoio e diffonde la cultura del rispetto

|

Il nuovo progetto discusso dello Ski Dome a Cesana: una pista da sci anche in estate?

|

Bici&Radici: fiori e biciclette per portare bellezza nella metropoli