4 Nov 2014

Educazione e libertà: la scuola fuori la scuola

Scritto da: Redazione

Fare uscire la scuola dalle aule portandola nelle piazze, nei parchi, tra i libri di una biblioteca. Al centro della […]

Fare uscire la scuola dalle aule portandola nelle piazze, nei parchi, tra i libri di una biblioteca. Al centro della puntata di questa settimana di Terranave alcune delle esperienze italiane che stanno portando avanti un modo diverso di fare educazione.

 

 

scampia

Contribuisci all’informazione libera!

Mentre la gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i meravigliosi cambiamenti in atto del nostro paese, noi abbiamo scelto di farlo con un’informazione diversa, autentica, che sia d’ispirazione per chi vuole veramente attivarsi per cambiare le cose. 

Per farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Attivati anche tu per cambiare l’immaginario!

Ti interessa questo articolo? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

 

Da Mestre a Scampia, sino a Lampedusa. La trasmissione radiofonica di Amisnet racconta oggi la storia di tre realtà accomunate da un modo di fare educazione che promuova la libertà e l’autodeterminazione del singolo.

 
 

Nato otto anni fa a Scampia, il Centro Territoriale Mammut  propone attività basate sull’educazione attiva, facendo uscire la scuola in strada e in città: dal teatro alla ciclofficina alle lezioni di italiano per migranti, il Mammut lavora ogni giorno per costruire una nuova scuola. Mammut intreccia pedagogia, urbanistica, teatro e arti figurative nel tentativo di sperimentare forme di sociale e convivialità valide nel nostro tempo.

 

Il dopo non scuola del Centro Pandora, a Forte Marghera, promuove invece attività per adulti e bambini mirate all’educazione alla libertà e alla conoscenza delle pratiche artigiane; il centro si trova all’interno di un parco, importante polmone verde in un’area fortemente urbanizzata. L’associazione Ibby Italia ha l’obiettivo di combattere la marginalità attraverso azioni di promozione alla lettura; in questi mesi Ibby Italia sta portando avanti un percorso per costruire una biblioteca di libri per bambini e ragazzi a Lampedusa, la prima dell’isola.

 

Per saperne di più:

Il sito del network Amisnet: amisnet.org
L’archivio delle puntate di Terranave: www.italiachecambia.org/categoria/terranave/

 

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'educazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
L’Asilo nel Bosco… d’inverno!
L’Asilo nel Bosco… d’inverno!

Esperienze outdoor in tempi di pandemia: ecco cosa è stato fatto e cosa si può fare
Esperienze outdoor in tempi di pandemia: ecco cosa è stato fatto e cosa si può fare

Una Scuola nel Bosco per imparare ogni giorno dalla natura – Io faccio così #265
Una Scuola nel Bosco per imparare ogni giorno dalla natura – Io faccio così #265

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Le “relazioni pericolose” di Cingolani – Io Non Mi Rassegno #525

|

“La tempesta Vaia ci ha lacerato, ma ci ha anche spinto a fare qualcosa per il nostro Pianeta”

|

MedReAct: “Ecco come difendiamo il Mediterraneo dalla pesca intensiva e dai cambiamenti climatici”

|

Combustibili fossili: censura mediatica e repressione colpiscono Italia Che Cambia e Fridays For Future

|

La finanza etica può contrastare l’economia di guerra? Secondo Anna Fasano sì. Ecco come…

|

Stavolta tocca a noi. Emerging Communities sbarca a Mantova per scoprire Italia che Cambia

|

Dalle multinazionali alla terra, il ritorno di Nella De Vita in Calabria – Io Faccio Così #354

|

Vivere in barca vela con tre figli e un cane. Insieme nel bene e nel mare