17 Feb 2015

No Tav: il 21 febbraio una manifestazione popolare a Torino

Scritto da: Etinomia

Visi sorridenti, musici itineranti, striscioni colorati, bambini e gente di ogni età presenti in un corteo gioioso e fiero. La voglia […]

No_tav1Visi sorridenti, musici itineranti, striscioni colorati, bambini e gente di ogni età presenti in un corteo gioioso e fiero. La voglia di stare insieme ancora una volta, spalla a spalla, camminando compatti e in libertà, con il desiderio di dar voce alle ragioni di una impegno che prosegue da oltre 20 anni. È l’esempio virtuoso di una comunità unita ed estesa ad una intera nazione, che si riconosce intorno a valori condivisi di onestà e rispetto.

 

Nelle nostre orecchie risuonano parole secondo le quali gran parte delle Istituzioni, in particolare giudiziarie, faticano a comprendere la ricchezza, la lungimiranza ed i preziosi contributi generati dai Movimenti Popolari in Italia. Esperienze collettive e spontanee in grado di trasformare territori depressi in laboratori a cielo aperto, dove si possono praticare discipline ed esperienze che costituiscono gli anticorpi contro il dilagante impoverimento economico e sociale.

 

Vorresti leggere più contenuti come questo? 

Articoli come quello che hai appena letto sono gratuiti e aperti, perché crediamo che tutti abbiano il diritto di rimanere informati. Per questo abbiamo scelto di non nascondere i nostri contenuti dietro paywall, né di accettare contributi da partiti o aziende compromesse. Per continuare a farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Fai la tua parte, aiutaci a costruire un’informazione sempre più approfondita.

Grazie a te questo contenuto è gratuito!

Dal 2013 i nostri contenuti sono gratuiti grazie ai nostri lettori che ogni giorno sostengono il nostro lavoro. Non vogliamo far pagare i protagonisti delle nostre storie e i progetti che mappiamo. Vogliamo che tutti possano trovare ispirazione nei nostri articoli e attivarsi per il cambiamento.

Condividendo appieno questa posizione, l’associazione Etinomia, Imprenditori Etici per la Difesa dei Beni Comuni, si attiva per rendere evidente il patrimonio umano e i frutti della collaborazione nati al fianco del Movimento NOTAV, e maturati sotto il sole caldo dell’amore per il territorio, per la natura, per le relazioni umane, e per il lavoro onesto. Valori che anteponiamo con convinzione alla fredda logica del profitto e del cemento a qualsiasi costo.

 

Il direttivo di Etinomia, a nome dei propri iscritti, imprenditori etici e simpatizzanti che hanno fatto dell’economia etica ed onesta la propria missione, chiama a raccolta tutte le realtà associative, cooperativistiche, ludiche, sociali e aggregative, per sfilare in gruppo, con alti cuori e bandiere, a seguito dello striscione della nostra associazione. Vogliamo dimostrare chiaramente che il Movimento NOTAV, con il confronto pratico e dialettico, con la condivisione e la capacità innovativa, ha ispirato ed agevolato la nascita di innumerevoli progetti la cui potenzialità è dimostrata dall’interesse ripetutamente mostrato da studiosi di tutta Europa, che prima che agli inutili e dannosi trafori nelle montagne pensano alla costruzione di un futuro vivibile.

 

Con questo appello esprimiamo inoltre il nostro sentito appoggio agli Amministratori delle nostre città e del nostro destino, che sfileranno orgogliosi sotto le bandiere di un Movimento che è stato in grado di produrre una solida proposta politica, oltre che sociale. A chi vuole rubare il nostro futuro mostriamo tutta la forza e la determinazione della nostra creatività.

 

 

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Colombia, polizia fuori controllo – Io Non Mi Rassegno #364

|

Caso o destino? Storia di un ritorno nella Calabria Che Cambia

|

La battaglia di Claudia per salvare le acque curative dalle speculazioni

|

Eticoscienza, per un’etologia applicata alle nuove sfide ambientali

|

Plogging: un gruppo di amiche contagia l’intera città

|

Cose che dovreste sapere (e nessuno vi dice) sul trasferirsi in campagna

|

Riutilizzo sociale dei beni confiscati alla mafia: l’Italia fa scuola

|

Stella Pulpo: Memorie di una vagina, ieri, oggi e domani – Amore Che Cambia #5