17 Feb 2015

No Tav: il 21 febbraio una manifestazione popolare a Torino

Scritto da: Etinomia

Visi sorridenti, musici itineranti, striscioni colorati, bambini e gente di ogni età presenti in un corteo gioioso e fiero. La voglia […]

No_tav1Visi sorridenti, musici itineranti, striscioni colorati, bambini e gente di ogni età presenti in un corteo gioioso e fiero. La voglia di stare insieme ancora una volta, spalla a spalla, camminando compatti e in libertà, con il desiderio di dar voce alle ragioni di una impegno che prosegue da oltre 20 anni. È l’esempio virtuoso di una comunità unita ed estesa ad una intera nazione, che si riconosce intorno a valori condivisi di onestà e rispetto.

 

Nelle nostre orecchie risuonano parole secondo le quali gran parte delle Istituzioni, in particolare giudiziarie, faticano a comprendere la ricchezza, la lungimiranza ed i preziosi contributi generati dai Movimenti Popolari in Italia. Esperienze collettive e spontanee in grado di trasformare territori depressi in laboratori a cielo aperto, dove si possono praticare discipline ed esperienze che costituiscono gli anticorpi contro il dilagante impoverimento economico e sociale.

 

Condividendo appieno questa posizione, l’associazione Etinomia, Imprenditori Etici per la Difesa dei Beni Comuni, si attiva per rendere evidente il patrimonio umano e i frutti della collaborazione nati al fianco del Movimento NOTAV, e maturati sotto il sole caldo dell’amore per il territorio, per la natura, per le relazioni umane, e per il lavoro onesto. Valori che anteponiamo con convinzione alla fredda logica del profitto e del cemento a qualsiasi costo.

 

Il direttivo di Etinomia, a nome dei propri iscritti, imprenditori etici e simpatizzanti che hanno fatto dell’economia etica ed onesta la propria missione, chiama a raccolta tutte le realtà associative, cooperativistiche, ludiche, sociali e aggregative, per sfilare in gruppo, con alti cuori e bandiere, a seguito dello striscione della nostra associazione. Vogliamo dimostrare chiaramente che il Movimento NOTAV, con il confronto pratico e dialettico, con la condivisione e la capacità innovativa, ha ispirato ed agevolato la nascita di innumerevoli progetti la cui potenzialità è dimostrata dall’interesse ripetutamente mostrato da studiosi di tutta Europa, che prima che agli inutili e dannosi trafori nelle montagne pensano alla costruzione di un futuro vivibile.

 

Con questo appello esprimiamo inoltre il nostro sentito appoggio agli Amministratori delle nostre città e del nostro destino, che sfileranno orgogliosi sotto le bandiere di un Movimento che è stato in grado di produrre una solida proposta politica, oltre che sociale. A chi vuole rubare il nostro futuro mostriamo tutta la forza e la determinazione della nostra creatività.

 

 

Articoli simili
In val di Vara uno storico mulino del settecento tornerà a macinare castagne e cereali
In val di Vara uno storico mulino del settecento tornerà a macinare castagne e cereali

Retake scende in campo per il World Cleanup Day: milioni di persone puliscono il territorio
Retake scende in campo per il World Cleanup Day: milioni di persone puliscono il territorio

Nasce l’ecomanifesto dei Parents For Future: “Ecco cosa serve davvero per fronteggiare la crisi climatica”
Nasce l’ecomanifesto dei Parents For Future: “Ecco cosa serve davvero per fronteggiare la crisi climatica”

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

No, la Cina non ha voltato le spalle alla Russia – Io Non Mi Rassegno #590

|

Salute e sostenibilità, al Parlamento Europeo si gettano le basi per un modello a misura di persona e di ambiente

|

Ti mangio il cuore: la storia di una donna e della sua battaglia con la quarta mafia

|

In val di Vara uno storico mulino del settecento tornerà a macinare castagne e cereali

|

Scegliere: la piccola rivoluzione di chi decide come vuole costruire la propria vita

|

La storia di Roberta, da Genova alla val Borbera: “La mia nuova vita circondata dalla lavanda”

|

Dal kintsugi al boro sashiko, le arti giapponesi che insegnano a ricomporre gli oggetti rotti valorizzandoli

|

Decennale di Italia Che Cambia: le emozioni di una settimana speciale