7 Ago 2015

Bando Che Fare: Italia Che Cambia è in finale!

Si è chiusa il primo luglio la prima fase del bando Che Fare, dedicato alla promozione della cultura e dell’innovazione. […]

Si è chiusa il primo luglio la prima fase del bando Che Fare, dedicato alla promozione della cultura e dell’innovazione. Fra gli oltre 700 progetti presentati, ne sono stati selezionati 40 che hanno avuto accesso alla fase successiva, la votazione on-line che si terrà dal 9 settembre al 5 novembre.

 

Fra i finalisti, c’è anche il progetto presentato da Italia Che Cambia in collaborazione con InVento Innovation Lab. L’obiettivo? Attivare i nodi della rete che già da due anni stiamo creando e rafforzando allo scopo di avviare azioni concrete sui territori, in particolare quello milanese, dove da maggio scorso è ufficialmente operativo il gruppo di Milano Che Cambia.

 

Come votare? È molto semplice! Basta andare sulla pagina del nostro progetto e cliccare su “VOTA”. Vi verrà chiesto di inserire nome, cognome, indirizzo e-mail e data di nascita; fatto ciò, riceverete nel giro di pochi minuti un’e-mail con un link su cui cliccare per completare la votazione (se non vedete il messaggio, controllate la cartella dello spam).

 

che_fare

Potete rendervi conto della mole di lavoro già svolto consultando la nostra mappa tematica, che raccoglie già 1400 schede delle realtà protagoniste del cambiamento in Italia e rappresenta uno strumento importante a disposizione di tutti. Ma questa mappa non costituisce un traguardo, bensì un punto di partenza: una rete virtuale di esperienze reali, che hanno solo bisogno di conoscersi e interagire.

 

La nostra finalità è molto inclusiva e mira a coinvolgere non solo quelle realtà già attive nel campo della cultura, della sostenibilità e dell’imprenditoria etica, ma anche ad aggregare persone comuni, cittadini che vogliono partecipare alla creazione di un nuovo modello, che sia concreto, efficace e fruibile per tutta la comunità.

 

Per fare questo abbiamo bisogno di voi, del vostro supporto! A partire dal 9 settembre, fino al 5 novembre, potrete votare on-line il nostro progetto dalla piattaforma del bando Che Fare, dandoci un aiuto fondamentale per passare alla fase successiva.

 

teaser

 

Il premio di 50.000 euro sarà destinato a finanziare le attività sul territorio, in particolare quello milanese: la mappatura dettagliata delle realtà cittadine, l’organizzazione di eventi, gruppi di lavoro, progetti condivisi. Verrà girato un video-documentario sui protagonisti del cambiamento a Milano. Verrà infine realizzata l’infrastruttura della piattaforma Milano Che Cambia, un luogo virtuale con funzionalità e servizi che serviranno a informare i cittadini su tutto ciò che avviene sul loro territorio grazie a una testata on-line, a portarli a conoscenza delle persone, associazioni, imprese che sono già attive e a fornire loro gli strumenti per conoscerle e attivarsi in prima persona.

 

Ma non finisce qui! La piattaforma sarà studiata per essere replicabile ovunque, in altre regioni e città d’Italia. L’obiettivo infatti, è quello di creare una rete nazionale, fatta da tanti nodi locali, connessi con il territorio e i suoi abitanti, per creare una massa critica capace di cambiare davvero l’Italia.

 

Articoli simili
Andrea De Carlo: il cambiamento tra romanzi e realtà – Meme #1

Liberi Sogni: a Cascina Rapello per salutare l’autunno fra boschi e castagne
Liberi Sogni: a Cascina Rapello per salutare l’autunno fra boschi e castagne

A dieci anni puliscono la spiaggia della riviera romagnola

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Parte la raccolta di firme per una legge contro il greenwashing delle lobbies del petrolio

|

I Medici per l’Ambiente: “Basta allevamenti intensivi, senza biologico non c’è futuro”

|

E se il Covid ci avesse indicato la via per risolvere la crisi della scuola italiana?

|

In Piemonte c’è una “foresta condivisa” di cui tutti possono prendersi cura

|

IT.A.CÀ: in viaggio per il levante ligure per riconquistare il diritto a respirare

|

Pitaya: «Realizzo assorbenti lavabili per diffondere consapevolezza e sostenibilità»

|

Te Araroa: un viaggio per sé stessi e gli altri oltre i propri limiti