24 Mag 2016

Un anno di Casentino che Cambia!

Scritto da: Daniela Bartolini

E' passato un anno dalla bellissima giornata che ha inaugurato il primo portale territoriale di Italia che Cambia in Casentino. Un viaggio in continua evoluzione!

“Prima del 4 aprile dello scorso anno Daniel Tarozzi, giornalista e direttore editoriale di Italia che Cambia non sapeva neanche dove fosse il Casentino. Chiamato da Fondazione Giuseppe e Adele Baracchi come ospite degli incontri “Parole e Silenzio” per il ciclo “Su la testa – il coraggio di cambiare, un futuro da inventare”, fu accolto da oltre 200 persone. Singole persone, realtà emergenti e progetti dalle radici antiche pronti al cambiamento.
Anche qui, in questa valle tra le montagne dell’Appennino toscano, c’era un’Italia “pronta ad agire e reagire”, pronta ad “alzare la testa”, come quella che aveva incontrato nel suo primo viaggio in camper alla scoperta degli attori silenziosi ed invisibili del cambiamento.”

Inizia così il primo articolo di Casentino che Cambia, per raccontare una domenica di sole come quella appena trascorsa, quella del 24 maggio 2015, una domenica speciale per l’Italia che Cambia che vedeva la nascita del suo primo portale territoriale. In Casentino.
Una valle esplorata, conosciuta, tramite i volti di chi la anima attraverso passione e progetti che parlano di un nuovo modo di vivere e pensarsi, nel lavoro e nel quotidiano, nell’impegno sociale e culturale.
Un viaggio che riempì l’agenda 2014 dell’Italia che Cambia per portare ad oltre 40 realtà incontrate, intervistate ed inserite nella mappa; ad un documentario che racconta le esperienze di questo territorio evidenziandone comunità di intenti e valori, connessioni e compatibili divergenze e sopratutto al portale web in cui far emergere la ricchezza del territorio e sostenere la messa in rete di idee, saperi, competenze e la nascita di nuove progettualità.

E’ passato un anno. Un anno di incontri settimanali perché il cambiamento non si fa “on line” ma attraverso il confronto e lo scambio, incontri in cui ci siamo conosciuti, in cui abbiamo soddisfatto curiosità, raccolto suggerimenti e nuove idee, cercato di connettere competenze diverse per facilitare il circolo virtuoso che porta alla realizzazione dei progetti, dei sogni.
Un anno in cui abbiamo scoperto tante nuove realtà emergenti o realtà che il cambiamento lo attuano da tempo ma che il primo viaggio non aveva incluso nella sua mappatura.
Un anno in abbiamo implementato le funzionalità del portale accogliendo i vostri importanti suggerimenti.

Tutto questo è quotidianamente possibile grazie all’entusiasmo e alla voglia di partecipare e mettersi in gioco del Casentino in cambiamento e grazie a realtà fondamentali: la Fondazione Giuseppe e Adele Baracchi che ha sostenuto questo visionario progetto, al Centro Creativo Casentino che ha aperto le sue porte offrendo una “casa” per l’incontro a Casentino che Cambia.

E’stato un anno importante per l’Italia che Cambia: un nuovo sito per raccontare e mappare il cambiamento nazionale che ha visto anche confluire tutte le realtà ufficiali della mappa del Casentino che Cambia sulla Mappa Nazionale, dando ulteriore  visibilità al Casentino e alle singole realtà rappresentate.
Il lavoro sulla Visione 2040 di una nuova Italia: costruito attraverso 17 tavoli tematici e 100 ambasciatori e ambasciatrici provenienti da associazioni, imprese, mondo accademico, che hanno realizzato altrettanti documenti tematici che presentano la fotografia attuale del nostro Paese, una visione comune di come potrà essere l’Italia nel 2040 e delle proposte concrete per arrivarci, sia a livello nazionale che a livello individuale.
Il lancio della Campagna dell’1% per Cambiare l’Italia: per mettere insieme le energie , rendere visibile la moltitudine che ogni giorno si impegna per creare una realtà migliore e diventare “Agenti del Cambiamento”, parte di un gruppo territoriale che collabora attivamente per cambiare il Paese.
Il debutto dello spettacolo teatrale d’inchiesta La realtà è più avanti-Viaggio nell’Italia che Cambia che è andato in scena il mese scorso in Casentino e che racconta il sorprendente viaggio dell’Italia che Cambia in un modo nuovo, tra musica e narrazione, comunicando le emozioni, la sorpresa e l’entusiasmo della scoperta di un’Italia “migliore” e ispirando a fare il passo verso una nuova direzione.

Nel presente del Casentino che Cambia il viaggio continua. Continua con gli incontri settimanali, con gli incontri mensili di approfondimento e con la facilitazione alla nascita di nuovi progetti. Tra gli obiettivi del progetto quello di mettere in rete le competenze in un economia di scambio che appartiene a tutte le realtà mappate dall’Italia che Cambia e di sperimentare nuovi approcci creativi e strumenti che possono sostenere il cambiamento, sono fondamentali.
L’Asilo nel Bosco è uno dei progetti che stiamo facilitando e in cui abbiamo potuto fare esperienza di questo.

Un nuovo viaggio si avvicina, la nostra mappa cresce!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

énostra: l’impresa di comunità dalla parte dell’ambiente

|

Alleniamoci ad ascoltare gli altri per creare un mondo migliore

|

Il benessere? Secondo Lara Lucaccioni e Matteo Ficara è questione di energia

|

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo