24 Ago 2016

Masseto: la riscoperta di un tesoro archeologico

Scritto da: Daniela Bartolini

Eco camminata gratuita sabato 27 agosto con visita guidata all'area archeologica e presentazione del nuovo materiale informativo

Continuano gli eventi della Valle Sacra degli Etruschi per le celebrazioni etrusche 2016 promosse dalla Regione Toscana.

Sabato 27 a Masseto, nella frazione di Ama nel Comune di Pratovecchio Stia, si terrà la prossima iniziativa che porterà alla scoperta di un vero e proprio tesoro archeologico, sconosciuto ai più ma ben visibile e facilmente accessibile.

Il sito, oggetto di scavi fra il 1985 e il 2001 e i cui reperti sono esposti al Museo Archeologico del Casentino, presenta le tracce di un abitato e i resti dell’unica tomba a camera etrusca finora rinvenuta in Casentino.
Sarà possibile raggiungere il sito attraverso una eco-camminata di circa 5 km accompagnata da una guida abilitata e da due asinelli. Il ritrovo e la partenza della camminata saranno presso la sede del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi in piazza Jacopo Landino a Pratovecchio, alle ore 16.
Per chi volesse partecipare solo alla visita guidata al sito, prevista per le ore 18.00 a cura del personale del Museo Archeologico del Casentino, sarà possibile raggiungerlo in auto lasciando il mezzo nel parcheggio subito dopo la chiesa Ama.

La partecipazione all’evento è gratuita, per la camminata è gradita la prenotazione. Nell’occasione verrà presentato il nuovo materiale informativo e la nuova pannellistica del sito.
Per info e prenotazioni è possibile contattare lo 0575-595486, il 349-3444742 o il 3200676766 o scrivere a info@arcamuseocasentino.it

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Yoga e sport nella natura per ritrovare se stessi: la storia di Agrilunassa
Yoga e sport nella natura per ritrovare se stessi: la storia di Agrilunassa

Io faccio così #210 – Escursioni in Sardegna: la passione di tre ragazzi diventa un lavoro

Progettare itinerari e cammini: un corso per valorizzare il turismo lento
Progettare itinerari e cammini: un corso per valorizzare il turismo lento

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Parte la raccolta di firme per una legge contro il greenwashing delle lobbies del petrolio

|

I Medici per l’Ambiente: “Basta allevamenti intensivi, senza biologico non c’è futuro”

|

E se il Covid ci avesse indicato la via per risolvere la crisi della scuola italiana?

|

In Piemonte c’è una “foresta condivisa” di cui tutti possono prendersi cura

|

IT.A.CÀ: in viaggio per il levante ligure per riconquistare il diritto a respirare

|

Pitaya: «Realizzo assorbenti lavabili per diffondere consapevolezza e sostenibilità»

|

Te Araroa: un viaggio per sé stessi e gli altri oltre i propri limiti