Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
16 Feb 2017

Weekend formativi in ecovillaggio: boom di iscrizioni

Scritto da: Ezio Maisto

“Progettare il Cambiamento” è il nuovo percorso formativo di Italia che Cambia per comprendere il presente e orientare il proprio futuro. Dal 3 al 5 marzo presso l’ecovillaggio Panta Rei, in Umbria, si parlerà di Decrescita, Downshifting, Permacultura e Transizione con alcuni tra i nomi più prestigiosi nel campo dell’innovazione sociale in Italia. A pochi giorni dal lancio del primo appuntamento, l’interesse continua a crescere.

Da anni siamo in contatto con persone che hanno cambiato la propria vita. Questo impegno ci ha portati non soltanto a conoscere centinaia di realtà virtuose – associative e imprenditoriali – attive su tutto il territorio nazionale, ma anche ad ascoltare le voci di un numero incredibile di persone che sognano di cambiare. Da questo fitto dialogo quotidiano, fatto di confessioni e paure, grandi slanci e brusche frenate, è nata l’idea di attivare un percorso di weekend formativi  sul Cambiamento (sì, quello con la “C” maiuscola).

 

[av_button_big label=’ISCRIVITI A “PROGETTARE IL CAMBIAMENTO”: ULTIMI POSTI DISPONIBILI!’ description_pos=’below’ link=’manually,https://goo.gl/pGlV7X’ link_target=” icon_select=’no’ icon=’ue800′ font=’entypo-fontello’ custom_font=’#ffffff’ color=’theme-color’ custom_bg=’#444444′ color_hover=’theme-color-subtle’ custom_bg_hover=’#444444′][/av_button_big]

 

L’intento di questi appuntamenti è duplice. Da un lato vogliamo contribuire a divulgare il “Pensiero” e gli “Strumenti” alla base del Cambiamento, fornendo inoltre supporto a coloro i quali hanno nel cassetto il sogno di una “Azione” concreta, ossia di un progetto da realizzare. Dall’altro lato abbiamo l’obiettivo – e per certi versi l‘ambizione – di presentare per la prima volta “integrate” le materie chiave del mondo che verrà. Per essere più chiari, Decrescita, Downshifting, Permacultura e Transizione – tanto per parlare degli argomenti del primo weekend  – sono tutti modelli che puntano a spiegare le ragioni del disagio individuale, sociale e ambientale che l’umanità vive in questo periodo storico. Lo fanno da punti di vista diversi, è vero, ma convergono tutti – pur nella loro diversità di approccio – nel tracciare una sola possibile via d’uscita da quel disagio: un paradigma alternativo, un nuovo sistema di valori.

 

È questo ambizioso obiettivo che ci ha permesso di riunire insieme, sotto lo stesso tetto, alcuni tra i nomi più prestigiosi in Italia nel campo dell’innovazione sociale: Cristiano Bottone, referente per l’Italia del Movimento delle Transition Town; Maurizio Pallante, saggista e fondatore di MDF-Movimento per la Decrescita Felice; Fabio Pinzi, agronomo e membro dell’Accademia Italiana di Permacultura; Daniel Tarozzi, scrittore, giornalista e fondatore di Italia che Cambia.

Centro Panta Rei (Umbria)

Centro Panta Rei (Umbria)

A proposito di tetto, come non citare lo splendido scenario dell’ecovillaggio Panta Rei, che da venerdì 3 a domenica 5 marzo ospiterà il primo dei nostri weekend formativi? Anche la scelta di localizzare gli incontri negli ecovillaggi della RIVE-Rete Italiani Villaggi Ecologici corrisponde a una precisa strategia, volta a mettere in contatto i partecipanti con alcune delle realtà più significative di Cambiamento che abbiamo incrociato nel corso degli anni. Insomma, si tratterà di una vera e propria full immersion nel cambio vita.

 

Gli incontri, che avranno formula residenziale, cominceranno il venerdì pomeriggio e termineranno la domenica sera; saranno indipendenti fra loro, nel senso che ognuno sarà libero di frequentare quello/i che riterrà più utile/i per sé; ciascuno di essi conterrà moduli di materie ogni volta diverse; includeranno attività sociali quali proiezioni, cerchi di condivisione, esercizi di costruzione dell’identità di gruppo, laboratori di movimento corporeo e altro.

 

Dopo le prime due settimane di promozione dell’incontro del 3-5 marzo sul “Pensiero del Cambiamento”  possiamo già tracciare un primo bilancio dell’interesse che abbiamo riscontrato. I dieci posti a prezzo ridotto riservati agli Agenti del Cambiamento, agli studenti e ai downshifter (1) sono andati immediatamente esauriti; le borse di formazione previste sono state assegnate; inoltre abbiamo raggiunto un numero di iscrizioni superiore ai posti previsti, al punto che abbiamo deciso di aumentare il numero minimo di partecipanti. Per scaricare il programma dettagliato del primo appuntamento e pre-iscriversi, prenotando così uno degli ultimi posti disponibili, clicca qui.

Centro Panta Rei (Umbria)

Centro Panta Rei (Umbria)

Per quanto riguarda gli altri incontri che stiamo progettando, non possiamo ancora darvi date e luoghi, ma possiamo anticiparvi alcuni degli argomenti di cui parleremo: Comunicazione empatica e non violenta, Facilitazione, Eco-psicologia, Imprenditoria etica, Pianificazione di fattibilità di progetti ad alto impatto sociale, Reti di economia solidale, Abitare alternativo, Sociocrazia e molto altro.

 

1. un downshifter è una persona che ha già iniziato il suo percorso di Cambiamento rinunciando al lavoro salariato tradizionale e praticando la semplicità volontaria.

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Cosa succede in Nigeria? – Io Non Mi Rassegno #233

|

Un sogno di comunità per riportare in vita il borgo rurale di Oscata

|

La sfida di Marco: si licenzia e fa il fotografo freelance… anche per suo figlio

|

La Giornata Mondiale della Metà della Terra si celebra nel Parco delle Foreste Casentinesi

|

Casa Balestra: ospitare il passato per seminare il futuro #2

|

Stop ai pesticidi in viticoltura: e se la soluzione venisse da un robot?

|

IT.A.CÀ Migranti e viaggiatori: le ultime tappe del festival dedicato al turismo responsabile

|

Rinascere, camminando: scoprire a piedi i territori dell’anima e d’Italia