2 Mag 2017

Un fattoria biologica come premio per un concorso di poesia

Scritto da: Redazione

Norma Burns possiede una fattoria biologica negli Stati Uniti. Siccome ha deciso di ritirarsi dall'attività, la donerà al vincitore di un concorso di componimenti che avrà come tema il lavoro nei campi intitolato "Il dono della buona terra", in omaggio al poeta-contadino Wendell Berry.

Volete una fattoria? Mettete alla prova le vostre doti poetiche! Norma Burns è la proprietaria della fattoria Bluebird Hill a Bennet, una piccola cittadina nella contea di Chatham, a circa un’ora di viaggio a ovest di Raleigh, nel North Carolina. L’azienda si estende per circa tredici acri ed è certificata biologica. Burns ha deciso di regalarla al vincitore di un concorso di poesia.

bruns1L’argomento per un saggio di 200 parole è “Perché voglio gestire la Bluebird Hill” e la scadenza è il 1° giugno. L’iscrizione costa 300 dollari. Inizialmente c’era anche un limite di età fissato fra i 25 e i 50 anni, ma Burns ha deciso di rimuoverlo e ha specificato che le caratteristiche principali dei partecipanti dovranno essere l’esperienza e la capacità.

 

“Secondo me non c’è una vocazione migliore nella vita della coltivazione di cibo biologico” ha detto Norma Burns, architetto pluripremiato che ha cambiato vita e si è dedicata all’agricoltura. “Sto cercando una coppia dalla mente aperta che abbia esperienza nel campo dell’agricoltura biologica, che sia volenterosa e capace di affrontare i lunghi e duri giorni di lavoro che la campagna richiede. La sola cosa che non richiedo è che possiedano un’attività agricola: vorrei dare loro la possibilità di avviarne una”.

 

Burns ha condotto la Bluebird Hill per 18 anni coltivando erbe, verdure, fiori, piante autoctone e altri prodotti e adesso è il momento di passare oltre. Vuole infatti tornare a Raleigh e sperimentare nuovamente la vita cittadina. Ma vuole lasciare la sua fattoria in buone mani, “a una coppia impegnata, di qualsiasi tipo, basta che abbia l’esperienza e la forza fisica di cui c’è bisogno nei campi”. Il concetto di “coppia” è fondamentale, dal momento che “l’esperienza mi ha insegnato che la mia fattoria non può essere gestita da una persona sola”.

 

I vincitori avranno in premio la proprietà, valutata circa 450mila dollari e inserita nel progetto di sostegno alla conservazione dei terreniagricoli. La vincita consisterà della terra, della casa, del giardino e dell’equipaggiamento. Chiamando il suo concorso “Il dono della buona terra”, in omaggio al poeta-contadino e attivista Wendell Berry, Burns ha realizzato un sito internet che spiega tutti i dettagli, compresi i requisiti, i costi e le modalità di partecipazione.

burns2
Ma Norma Burns non sarà l’unica giudice della gara. Ci sarà una giuria di cui faranno parte un avvocato, un conservazionista e un agricoltore che sceglierà i vincitori. Per maggiori informazioni, c’è anche una pagina facebook. Il premio verrà assegnato il 30 giugno.

 

“Quando ho acquistato Bludebird Hill insieme al mio defunto marito (il professore dell’Università del North Carolina Bob Burns), i terreni erano in stato di abbandono. Il fienile era senza il tetto, la casa era in rovina e il giardino incolto. Dopo 18 anni di lavoro, amore e cura, la fattoria è diventata quello che ci eravamo immaginati. Per significherebbe tantissimo vedere la passione di qualcuno che si impegni a proseguire questa crescita”.

 

L’articolo originale è disponibile qui

 

Articoli simili
Referendum per il biodistretto: in Trentino si vota per un futuro sostenibile
Referendum per il biodistretto: in Trentino si vota per un futuro sostenibile

Io faccio così #223 – Valli Unite, dove rinasce l'orgoglio contadino

La cascina sul lago che trasforma le sue piante in detersivi ecologici
La cascina sul lago che trasforma le sue piante in detersivi ecologici

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Famiglie, relazioni, sesso: cosa succede in Italia

|

Aumento delle bollette 2021: cosa c’è dietro ai rincari dei prezzi di gas ed energia?

|

Cosa possiamo aspettarci dalla COP26 sul clima?

|

Perché scendere in piazza per il clima? Anche il Piemonte sciopera con Fridays for Future

|

Fridays for Future e il Parco di Portofino: “Il Ministero non cancelli il nostro futuro”

|

Cambiamenti climatici: inizia un autunno molto caldo

|

Dall’arte alla psicologia, l’impegno di Paolo Valerio per il mondo transgender – Amore Che Cambia #25