20 Giu 2017

Viaggio tra gli eremiti d’Italia #11 – “La città potrebbe uccidermi”

Il viaggio tra gli eremiti d'Italia, per ascoltare e raccogliere le “Voci dal silenzio”, conduce Alessandro Seidita e Joshua Wahlen in un piccolo Eden a ridosso della costiera amalfitana. Qui incontrano Gianni che in questo luogo ha trascorso quasi la vita intera.

Un piccolo Eden in un canyon a ridosso della costiera amalfitana. Un luogo fiabesco, degno della più fervida immaginazione. È qui che Gianni ha trascorso quasi l’intera vita. La sua dimora è un antico padiglione moresco coloratissimo, oggi abitato da galli, oche, pesci rossi, gatti, tortore, tartarughe e da una quarantina di cani di piccola stazza. Non vi è elettricità e l’acqua si raccoglie dal torrente.

 

A scoprire questo luogo incantato la sua compagna Vali Mayer, famosa artista australiana, una figura visionaria con la quale Gianni trascorse buona parte della sua vita. La scelta radicale di allontanarsi dal consorzio umano gli ha dato la possibilità di tessere un rapporto autentico con la natura: una relazione incentrata su una conoscenza reciproca, nella quale ritrovare quelle leggi universali che animano l’esistenza nelle sue diverse manifestazioni.

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Vorresti leggere più contenuti come questo? 

Articoli come quello che hai appena letto sono gratuiti e aperti, perché crediamo che tutti abbiano il diritto di rimanere informati. Per questo abbiamo scelto di non nascondere i nostri contenuti dietro paywall, né di accettare contributi da partiti o aziende compromesse. Per continuare a farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Fai la tua parte, aiutaci a costruire un’informazione sempre più approfondita.

La natura è stata per Gianni un fonte inesauribile di conoscenza, una via che conduce ad una maggiore e profonda comprensione della realtà.

 

“Non ho mai sofferto la solitudine, anzi, mi potrebbe uccidere essere in una città che pullula di esseri umani. Amo questo luogo più di me stesso, conosco le creature che ci vivono e tutto. Ma come puoi spiegare questo agli altri? Ben poche persone possono capire. Un’esperienza mistica che non puoi descrivere in parole”.

 

 

Le storie degli eremiti incontrati durante questo viaggio, i conflitti e la vocazione di chi ha scelto di vivere in solitudine saranno raccontati nel documentario “Voci dal Silenzio”, che cercherà di sviluppare un discorso corale sull’esperienza ascetica. Per partecipare al progetto clicca qui.

 

 

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
I diari del nuovo Viaggio nell'Italia che Cambia #1

Sesto giro di boa

Appennino Bike Tour: un giro ciclistico nel nome della sostenibilità

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Criptofollie – #422

|

Torino incontra gli innovatori sociali che cambiano il mondo con la forza dei loro sogni

|

Domenico Chionetti: “Le mie giornate al G8 al fianco dei disobbedienti”

|

Scienza e religione: dopo secoli di conflitto siamo giunti a un nuovo connubio?

|

Ecco i mobility manager, per unire aziende e istituzioni nel nome di una mobilità sostenibile

|

La nuova vita di Nicola in Madagascar: “Tsiryparma sostiene le foreste e i loro abitanti”

|

CreativeMornings Ancona: incontrarsi a colazione e parlare di… – Io Faccio Così #336

|

La Dog Therapy arriva tra i banchi di scuola per donare il sorriso ai bambini