Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
25 Lug 2017

Ecopillole di Luca Lombroso #8 – Calcolare emissioni di CO2

Scritto da: Redazione

Vi proponiamo una nuova ecopillola del meteorologo Luca Lombroso. Questa settimana parliamo di emissioni di CO2 e di come calcolarle.

Come calcolare le emissioni dei gas serra? Ogni anno in Italia si emettono circa 400 milioni di tonnellate di co2, e nel mondo ben 40 miliardi di tonnellate di co2. Numeri veramente enormi, ma tutto parte da numeri in realtà piccoli moltiplicati per i consumi che sono giganti.

 

– Un litro di benzina produce circa 2,4 kg di co2
– un litro di gasolio 2,6 kg di co2

 

Anche il metano ha la sua emissione.

 

– Un metro cubo di metano produce 1,8 kg di co2

 

Pensate che ogni secondo nel mondo si bruciano mille barili di petrolio. E con questi numeri conoscendo i vostri consumi potrete calcolare le vostre emissioni.

 

 

Facciamo un esempio:

 

Un pieno di carburante di un’auto di circa 50 litri comporta l’emissione di 120 kg di co2, oltre un quintale.
Un appartamento tradizionale che per riscaldarsi usa gas metano in un anno ha delle emissioni per il solo riscaldamento di ben 2 tonnellate di co2. E il consumo di elettricità che emissioni comporta? Nel mix energetico medio italiano un chilovattora di elettricità comporta le emissioni di circa 0,4 kg di co2.

 

A Ecovillaggio montale se provate a calcolare le emissioni di un appartamento di co2 vi accorgerete che sono a 0. Questi appartamenti non usano il gas e non fanno combustione. L’elettricità è prodotta per l’80 per cento da pannelli fotovoltaici, la parte rimanente viene da gestori che forniscono elettricità da 100 per cento fonti rinnovabili.

 

La buona notizia è che la decarbonizzazione è già una realtà.

 

Tratto da Ecovillaggio Montale 

 

 

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Surgisphere e gli studi sull’Idrossiclorochina – Io Non Mi Rassegno #152

|

Allevatori che ballano coi lupi (e coi cani da guardiania)

|

Il progetto R2020: intervista a Sara Cunial

|

“Cambio vita e coltivo canapa industriale”: Francesco Procacci e il suo ritorno alla terra

|

Altipiano: le maestre del bosco che in cinque mesi hanno ribaltato la loro scuola – Scuola che Cambia #2

|

Che cos’è e come funziona la nutripuntura

|

Adotta il tuo Orto, scegli quali verdure seminare e aspettale a casa!

|

Imprese: come stringere partnership vincenti ed evitare clamorosi errori