Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
23 Ott 2017

A Cittadellarte un viaggio culturale nelle relazioni tra mente, corpo ed emozioni

Scritto da: Luca Deias

La Fondazione Pistoletto, in collaborazione con Nuccio Panella, ha organizzato per mercoledì 25 ottobre alle 20.15 un workshop incentrato sul "ricordo di sé, la chiave di controllo dei comportamenti abitudinari ed inconsci".

Che cos’è la mente? E l’ego? Cosa sono la coscienza e la consapevolezza mindfullness? Attorno a queste domande si focalizzerà il quarto workshop “Corpo sano in mente sana”, organizzato da Cittadellarte in collaborazione con Nuccio Panella.

L’appuntamento si terrà mercoledì 25 ottobre alle ore 20.15 negli spazi della Fondazione Pistoletto in via Serralunga 27 a Biella. L’incontro si focalizzerà, come scritto nella presentazione dell’evento, sul “ricordo di sé, la chiave di controllo dei comportamenti abitudinari ed inconsci”. Si tratta di un viaggio culturale inerente alle relazioni tra mente, corpo ed emozioni.

Il relatore Nuccio Panella, dialogando con il direttore di Cittadellarte Paolo Naldini, guiderà i partecipanti in un breve esercizio pratico di percezione corporea, basato su una tecnica di focalizzazione dell’attenzione. “In questo contesto – spiegano gli organizzatori – sarà possibile attuare direttamente il funzionamento della propria Corteccia Prefrontale, che è la parte più evoluta del nostro sistema celebrale, e la vera presenza di se stessi”.

Ci sarà spazio anche per un confronto fra i presenti che permetterà una condivisione di pensieri e sensazioni. L’iniziativa continuerà affrontando la tematica delle abitudini mentali, dei comportamenti automatici e delle emozioni come “energia inarrestabile di comunicazione verbale e non”, spiegando come queste, se fuori controllo, portino a reagire in maniera inopportuna nei frangenti della vita quotidiana.

Per partecipare è obbligatoria la prenotazione scrivendo una mail all’indirizzo termeculturali@cittadellarte.it.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Covid, la situazione in Francia e Germania – Io Non Mi Rassegno #241

|

Cittadini sostenibili: “Diffondiamo in città azioni e soluzioni concrete per vivere consapevolmente” – Io faccio così #305

|

Caccia: milioni di uccelli morti ogni anno per avvelenamento da piombo

|

Terre AbbanDonate: mettere in connessione chi offre un terreno con chi non ce l’ha!

|

“Cancellate la politica agricola europea, uccide l’ambiente e favorisce l’agribusiness!”

|

Bambini a contatto con la natura: tutti gli effetti benefici in 10 punti

|

Marco Cappato: “Questa iniziativa può fermare i cambiamenti climatici”

|

La parità di genere ed il linguaggio emotivo siano il cuore di un cambiamento radicale