Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
20 Dic 2017

Short Film Day. Eventi e proiezioni per celebrare il 21 dicembre in Piemonte

Scritto da: Alessia Canzian

Lo Short Film Day nasce nel 2011, in Francia, dal Centre National de la Cinématographie et de l’Image Animée. Da Lisbona ad Addis Abeba, passando per Torino e Shanghai, una giornata intera, anche se più corta delle altre, dedicata interamente al cortometraggio.

Il 21 dicembre è il giorno più corto dell’anno. Come festeggiarlo? Semplice, con una rassegna dedicata al Cortometraggio! Lo Short Film Day nasce nel 2011, in Francia, dal Centre National de la Cinématographie et de l’Image Animée. Da quella data, l’esperienza si è diffusa in tutto il Mondo, raggiungendo circa 50 Paesi. Da Lisbona ad Addis Abeba, passando per Torino e Shanghai, una giornata intera, anche se più corta delle altre, dedicata interamente al cortometraggio.

Commedie, thriller, horror, animazioni e tutte le varie tipologie cinematografiche, i corti hanno vissuto un’ampia rivalutazione negli anni ottanta. Successivamente, negli anni duemila, grazie alla diffusione di tecnologie per effetti speciali a basso costo, hanno visto un’improvvisa impennata anche brevi opere di fantascienza.

Secondo la normativa italiana, un cortometraggio è un video la cui durata massima ammessa è di 75 minuti. Tuttavia, sono molte le particolarità di questa originale, e talvolta geniale, categoria cinematografica. Dal famosissimo L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat (1896) dei fratelli Lumière e dalla durata di 45 secondi circa, l’escalation della forma breve cinematografica si è evoluta esponenzialmente. Nel 2010 è stato prodotto il film più corto del mondo dal titolo Smallest Shortest Film diretto dal regista olandese Anton Corbijn.

Smallest Shortest Film è stato realizzato dall’agenzia di comunicazione KesselsKramer per le poste olandesi. Il film è composto da 30 fotogrammi, 28 secondi di titoli di testa, un secondo di video e 8 secondi di titoli di coda.

Lo Short Film Day è un’occasione per celebrare una produzione di cortometraggi che raramente arriva in sala, essendo questa una categoria confinata all’interno dei festival. A questo proposito, la città di Torino ha deciso di celebrare il giorno del cinema breve per una settimana intera, dal 18 al 24 dicembre, dedicando ad esso 3 sale del Cinema Massimo e proponendo due programmi di cortometraggi messi a disposizione degli esercenti dal Centro Nazionale del Cortometraggio.

Anche ad Alessandria, in occasione dello Short Film Day 2017, l’Associazione La Voce della Luna e il Circolo del Cinema Adelio Ferrero, in collaborazione con il Centro Nazionale del Cortometraggio, l’Associazione Cultura e Sviluppo e la Fic (Federazione Italiana Cineforum), sarà organizzato un evento speciale che prevede la proiezione di alcuni tra i migliori corti contemporanei.

La serata alessandrina, ad ingresso libero, si svolgerà mercoledì 20 dicembre a partire dalle ore 21.00 presso L’Associazione Cultura e Sviluppo (Piazza De André 76).

I film in programma:

Viola Franca di Marta Savina, 2016, 16’

Sicilia, 1965, la vera storia di Franca Viola che è stata la prima donna Italiana a ribellarsi al matrimonio riparatore.

Lypso di Vincenzo Capaldo, 2017, 20’

Lypso, quarantenne ex dj anni Novanta, è un individuo solitario, incancrenito dalla sua personalità e imbrigliato dalla ovattata ruotine isolana, tra lavoretti saltuari e piccoli escamotage illegali. L’incontro con una ragazza ravviva Lypso, che subodora la possibilità di sfiorare la gioventù ancora una volta. La possibilità che sfuma lo porterà verso un cambiamento inesorabile.

Colazione sull’erba di Edoardo Ferraro, 2016, 14’

In una boscaglia qualsiasi dell’entroterra marchigiano si sta svolgendo un rave. Una famiglia di contadini locali si barrica in casa, ma non abbastanza da impedire al loro figlioletto di sgattaiolare fuori e seguire tre ravers. I giovanotti barcollano per la foresta in cerca di un amico perso durante la notte.

Il suo ragazzo di Matteo Gentiloni, 2016, 16’

Michele ha sedici anni, al magazzino dove lavora un giorno si presenta una ragazza straniera, Parnì. È venuta dalla Serbia per cercare il fidanzato Maicon del quale non ha più notizie e che sapeva lavorare lì. Michele è l’unico che sembra ricordarsi di lui. Parnì è determinata nel volerlo trovare e riesce a convincere Michele ad aiutarla.

Insetti di Gianluca Manzetti, 2017, 20’

Un piccolo insetto fa scattare l’allarme di un appartamento. Questo piccolo evento segnerà l’incontro tra il nipote della proprietaria dell’appartamento, il vecchio e instabile dirimpettaio e l’eccentrico portiere del condominio. I tre si ritroveranno imprigionati in un vortice di fraintendimenti e violenza in cui tutto potrà accadere.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

La crisi del petrolio e la potenza degli oceani – Io Non Mi Rassegno #110

|

Stop agli attendismi: d’inquinamento e di traffico si muore!

|

Un modello di produzione e distribuzione alimentare sostenibile e resiliente

|

Coronavirus e sostegno economico a lavoratori, stagisti e imprese: facciamo il punto!

|

“La salute non è in vendita”: sei richieste per salvare la sanità pubblica

|

“La condivisione ci salverà!”: Gabriele e tutti i volontari dell’emergenza coronavirus

|

Una app per rimettere in pista le piccole botteghe verso una nuova economia

|

Ashoka: la rete degli imprenditori sociali che stanno trasformando il mondo – Io faccio così #285

Copy link
Powered by Social Snap