Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
17 Apr 2018

Una legge per installare le telecamere nei macelli

Scritto da: Redazione

Varare per una legge per inserire le telecamere nei macelli al fine di garantire più tutele per animali, lavoratori, veterinari è consumatori. Questa la proposta che verrà dibattuta per la prima volta a Roma domani 18 aprile nell’ambito di un evento organizzato da Ciwf Italia Onlus, Legambiente e Animal Law.

Si svolgerà a Roma domani, mercoledì 18 aprile, il primo convegno dedicato alla possibilità di installare per legge le telecamere nei macelli italiani.

telecamere-macelli

Nella Unione europea sono stati diversi i Paesi membri scossi da investigazioni che rivelano casi di gravi maltrattamenti sugli animali, o gravi violazioni dei diritti dei lavoratori nei propri mattatoi.

 

Anche nel nostro Paese sono state diverse le denunce negli ultimi anni, e il Ministero della Salute ha scritto nella Relazione per il 2016 relativa al PNI 2015-2018 che “Considerando l’aumento della sensibilità dei cittadini sulle tematiche che riguardano gli animali, è necessario mantenere alta l’attenzione sulla corretta gestione degli stessi in tutte le fasi, dallo scarico alla catena di macellazione, organizzando corsi di aggiornamento continuo di tutto il personale coinvolto (veterinari, operatori ecc.) e implementando i controlli ufficiali su tutto il territorio”.

 

In Francia la discussione sulla possibilità di installare le telecamere nei macelli per legge è aperta da oltre un anno, mentre l’Inghilterra ha recentemente approvato una legge in questa direzione. 

 

CIWF Italia Onlus, Legambiente e Animal Law, le associazioni che hanno organizzato l’evento, presenteranno durante la conferenza il loro documento di posizionamento sulla situazione italiana.

 

 

L’evento ha lo scopo di avviare una discussione per analizzare criticità e elementi positivi dell’installazione delle telecamere, con tutti i portatori di interesse. Ugo Santucci, Direttore dell’ Ufficio 6 – Tutela del benessere animale, igiene zootecnica e igiene urbana veterinaria del Ministero della Salute, introdurrà l’evento. Interverranno inoltre Marco Bermani, segretario nazionale FLAI CGIL, e Antonio Sorice, Presidente Simevemp (Società Italiana Medici Veterinari Medicina Preventiva).

 

Fra gli interventi anche quello dei ricercatori Guido Di Martino e Lebana Bonfanti dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, che esporranno i risultati di una loro ricerca i alcuni macelli italiani di suini, del prof. Alfonso Celotto, Università Roma Tre, che tratterà gli aspetti legali connessi alla possibilità di approvare una legge nel nostro Paese, e di Sabrina Bergamini, giornalista della rivista Helpconsumatori, che tratterà delle tendenze di acquisto dei consumatori in relazione con il benessere animale. Annamaria Pisapia, direttrice di CIWF Italia Onlus, presenterà il documento di posizionamento di CIWF Italia, Legambiente e Animal Law. Modera Paolo Virtuani, Corriere della Sera.

 

Annamaria  Pisapia ha dichiarato: “Ci auguriamo che questo evento sia l’occasione per avviare un dibattito nazionale che ci consenta di analizzare gli aspetti positivi e le criticità da affrontare. L’installazione delle telecamere nei macelli italiani può rappresentare una vera  opportunità per migliorare la protezione degli animali, dare più garanzie ai lavoratori, compresi i veterinari, e per operare  in condizioni di sicurezza e con migliorati standard, anche nell’interesse dei consumatori”.

 

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

La crisi del petrolio e la potenza degli oceani – Io Non Mi Rassegno #110

|

Stop agli attendismi: d’inquinamento e di traffico si muore!

|

Un modello di produzione e distribuzione alimentare sostenibile e resiliente

|

Coronavirus e sostegno economico a lavoratori, stagisti e imprese: facciamo il punto!

|

“La salute non è in vendita”: sei richieste per salvare la sanità pubblica

|

“La condivisione ci salverà!”: Gabriele e tutti i volontari dell’emergenza coronavirus

|

Una app per rimettere in pista le piccole botteghe verso una nuova economia

|

Ashoka: la rete degli imprenditori sociali che stanno trasformando il mondo – Io faccio così #285

Copy link
Powered by Social Snap