16 Apr 2018

A Torino il primo “Southern Europe Green Office Summit”

Scritto da: Daniela Bartolini

Torino ospiterà il primo Green Office Summit del Sud Europa dal 30 maggio al 2 giugno 2018. L'obiettivo di questo vertice è quello di esplorare come adattare il modello di Green Office (GO) a diversi contesti, specialmente nell'Europa meridionale, per colmare il divario tra i modelli del Nord Europa e le iniziative di sostenibilità dell'Europa meridionale.

Un summit per realizzare un importante passo avanti per la diffusione del modello Green Office in Italia e nel Sud Europa. È questo uno degli obiettivi del primo Green Office Summit del Sud Europa e di UniToGO, la rete interdisciplinare per la sostenibilità composta da professori, ricercatori, personale tecnico e amministrativo e studenti con lo scopo di analizzare e promuovere un piano strategico sostenibile per l’Università di Torino e principale promotore del “Piano di sostenibilità ambientale” (ESAP), un piano strategico di 5 anni per l’Università di Torino.

primo-southern-europe-green-office-summit

UniToGO, primo green office in Italia e nell’Europa Meridionale sarà anche in questa occasione insieme a Polito Green Team, team composto da professori, studenti, ricercatori e personale amministrativo e tecnico che sostiene il Politecnico di Torino nell’affrontare la sfida ambientale globale, e a GreenTo, associazione studentesca nata nel maggio 2016 presso l’Università degli Studi di Torino che si occupa di rendere l’ateneo più sostenibile grazie all’azione comune di studenti, ex-studenti, ricercatori in stretta collaborazione con UniToGO. RootAbility è invece un business sociale senza fini di lucro che costruisce un movimento di studenti e personale che mobilita il supporto istituzionale per progetti e iniziative di sostenibilità nell’istruzione superiore.

Il programma si concentrerà principalmente sul sostegno di studenti, personale e accademici interessati a diventare responsabili del cambiamento della sostenibilità nelle loro istituzioni. Gli esperti GO e gli ex studenti GO condivideranno le loro conoscenze ed esperienze e i partecipanti saranno dotati degli strumenti e dei metodi necessari per adattare, progettare e creare un Green Office nelle proprie istituzioni. Il summit sarà anche una grande opportunità per condividere conoscenze e prospettive sulla sostenibilità nell’istruzione superiore e sul ruolo delle università nella realizzazione degli OSS. Gli esperti di sostenibilità organizzeranno workshop interattivi e i partecipanti saranno incoraggiati a contribuire con le proprie idee ed esperienze.

Questo incontro si concentrerà su come impostare una Green Office Initiative presso la propria università per muovere i primo passi verso la sostenibilità ambientale e su come potenziare le iniziative di sostenibilità per le istituzioni con green office già esistenti o altri centri, uffici o hub di sostenibilità. Inoltre, durante questo summit ci saranno seminari e workshop sugli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, nonché sui cambiamenti climatici e su come pianificare campagne ed iniziative ambientali efficienti.

primo-southern-europe-green-office-summit-1523874135

Che cosa è un Green Office?
Un Green Office è una piattaforma che consente alla comunità universitaria di agire sulla sostenibilità. Include pratiche sostenibili nell’istruzione, nella ricerca e nelle operazioni. Il primo Green Office è stato istituito presso l’Università di Maastricht nel 2010 da RootAbility. Da allora, il modello è stato replicato dalle università di tutta Europa e ha vinto il Premio UNESCO-Giappone per l’educazione allo sviluppo sostenibile. Il modello è open source: puoi adattarlo e migliorarlo in base alle tue esigenze.

La quota di partecipazione al summit è di circa € 100 (parzialmente finanziata da UniToGO e GreenTo) e coprirà alloggio e vitto oltre a spese di trasporto locale e materiale didattico. L’iscrizione è aperta a studenti, ricercatori, staff tecnico e amministrativo.

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

énostra: l’impresa di comunità dalla parte dell’ambiente

|

Alleniamoci ad ascoltare gli altri per creare un mondo migliore

|

Il benessere? Secondo Lara Lucaccioni e Matteo Ficara è questione di energia

|

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo