Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
11 Mar 2019

Camilla, l'emporio di comunità: ecco la prima food coop italiana

Ha aperto a Bologna Camilla, la prima food coop italiana. In questa intervista realizzata in occasione della pre-apertura vi spieghiamo come funziona questo grande esperimento che ha la finalità di sovvertire il modello di consumo imposto dalla grande distribuzione.

Da un mese il sogno è diventato realtà: Camilla, la prima food coop italiana, ha ufficialmente aperto i battenti ed è pienamente operativa! I soci e le socie della cooperativa possono recarsi nella sede di Bologna per acquistare prodotti locali, biologici e solidali, partecipando a questo esperimento rivoluzionario che intende cambiare il modo in cui ci approcciamo al mondo del consumo alimentare.

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'economia in italia?

ATTIVATI

In questa intervista che abbiamo realizzato presso l’emporio – che si trova in via Casciarolo 8/d a Bologna – Mattia, uno dei soci, ci racconta come è stato allestito il negozio e quali sono le attività previste. Già, perché oltre a vendere dei prodotti Camilla intende creare cultura: del mangiare sano, della consapevolezza rispetto al tema della produzione e della vendita del cibo, della condivisione come strumento economico e sociale, della creazione di alternative al modello della Grande Distribuzione Organizzata.

 

 

#IoNonMiRassegno 17/1/2020

|

Gli allenatori di Laureus: “Lo sport educa alla passione”

|

Tamera, l’ecovillaggio in Portogallo che sperimenta una Terra Nova

|

Assicurazione etica: la proposta di CAES rivolta agli under 35

|

La Scuola italiana di Arte del Processo e Democrazia Profonda

|

Borgopo’: “Così ho fatto rinascere la libreria che amavo da bambina”

|

La Vita al Centro, la scuola parentale immersa nel verde – Io faccio così #275

|

Womanboss Academy: quattro storie di fioritura

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l'editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.