Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
12 Apr 2019

Vieni a scoprire AxTo: un viaggio al centro delle periferie

Scritto da: Lorena Di Maria

Questa settimana il week end è allargato! Da giovedì 11 a domenica 14 aprile inizia il viaggio al centro delle periferie con il primo festival itinerante di AxTo – Azioni per le periferie torinesi. Un’occasione per scoprire nuovi luoghi, realtà e progetti inclusi in percorsi di riqualificazione urbana, ma soprattutto un’opportunità per fare nuove esperienze ed entrare in contatto con la ricca comunità che vive intorno a te.

Esci di casa. Cammina. Scopri la città. Ma soprattutto guardati intorno, perché potresti imbatterti in sorprese inaspettate pronte a stupirti.

Potrebbe essere l’occasione giusta per metterti in gioco col laboratorio di ciclofficina a cui volevi partecipare da tempo, oppure sperimentarti nella cucina creativa e nella panificazione, o magari imparare a progettare arredi fai da te e avvicinarti all’arte del riuso. Potrebbe anche essere l’occasione per partecipare ad una passeggiata guidata alla scoperta degli orti urbani della città, della street art o per conoscere quel cohousing vicino a casa tua.

Insomma, questo week end pensa in grande! Dall’11 al 14 aprile le periferie di Torino sono più vivaci che mai, ospitando, contemporaneamente, tutte le realtà che nascono e crescono in questi luoghi dinamici e pieni di vita.

Viaggio al centro delle periferie” è il primo festival che porterà in città, in un unico momento, più di 50 eventi gratuiti da nord a sud e ai quali tutti sono i benvenuti.
Un’occasione per fare rete e per creare nuove connessioni stimolando la conoscenza delle associazioni e degli enti del terzo settore che, grazie al programma AxTo, stanno ridisegnando la città.
Un’occasione soprattutto per le persone curiose di scoprire quanta ricchezza esiste nelle periferie della città e per entrare a far parte di una comunità… sempre più allargata.

AxTO è il progetto della Città di Torino per la riqualificazione e la sicurezza delle periferie. Un progetto che investe, più che sui grandi interventi, sulla cura e sulla “manutenzione” del capitale sociale e dell’infrastrutturazione urbana, sulla sicurezza e sulla capacità di resilienza urbana, sul potenziamento dei servizi e sulla realizzazione di nuovi modelli di welfare metropolitano.

Da anni il progetto accompagna i cittadini nel percorso di riqualificazione delle aree urbane e proprio in questi giorni vuole restituire la città ai suoi abitanti, invitarli a vivere i propri spazi rinnovati, a conoscere e ad appropriarsi dei luoghi e delle offerte dei quartieri.

“Il ricco calendario, la molteplicità di attività, provengono da realtà del territorio. Il festival è l’occasione per conoscerle e sperimentare quanto potrà essere scelto e usufruito anche in futuro – si legge dal programma – un vero e proprio momento in cui le periferie presentano ai cittadini la loro offerta di formazione, divertimento, aiuto, iniziative di lavoro e culturali”.

Elenchiamo alcuni tra i vari eventi inclusi nella programmazione:

Giovedì 11 aprile:
10.00 – 13.00 Piano mobile: coworking + babyparking – Più SpazioQuattro, via Saccarelli 18. Conciliare lavoro e famiglia? Si può! Vieni a conoscere il coworking di quartiere con giochi e intrattenimenti per i più piccoli.

16.30 – 18.00 Laboratori per conoscere i mestieri – Sportello AxTO Sud, corso Dante 45b.
Sperimenta e scopri le tue abilità: saldatura, lavorazioni meccaniche, taglio laser, stampa 3D e tanto altro con il progetto della cooperativa O.R.S.O.

Venerdì 12 aprile:
15.00 – 18.00: Esplorando gli Orti Urbani – Strada Castello di Mirafiori 40.
Una passeggiata guidata per gli orti urbani di Mirafiori Sud con l’associazione Horizon e il progetto Rigenerare il suolo.

16.00 – 18.30 B.NEXT openlabs – Laboratori di Barriera, via Baltea 3.
Cucina creativa, panificazione, fare la radio, upcycling: una giornata di laboratori per mettersi in gioco, divertirsi e imparare.

17.00 – 20.00: Beautiful Precious Plastic – Ex Incet, piazza Teresa Noce 17.
Un pomeriggio alla scoperta del riciclaggio della plastica e delle macchine per sminuzzarla e termoformarla in “preziosi” oggetti di design.

Sabato 13 aprile:
9.00 – 12.00: Reuse Day – Edizione 8 Emmegi, via Santa Maria Mazzarello 30.
Progettazione degli arredi della nuova area ristoro della Fabbrica del Chinino con il metodo condiviso del Design Sprint. Prenotazione obbligatoria.

16.00 – 18.30: Hackability, presenta Strike 4.0, una bici per tutti. Una bici unica nel suo genere economica e pensata per favorire la mobilità di bambini con disabilità.

Domenica 14 aprile:
14.00 – 19.00: Mostra del MAUA – Museo di Arte Urbana Aumentata, Mausoleo Bela Rosin, Strada Castello di Mirafiori 148/7.
Una esposizione di scatti di street art, realizzati da più di 120 studenti delle scuole di Torino, frutto del workshop fotografico del Maua. Fino al 5 maggio.

14.30 – 16.30: MAUA & SAT.
Street Art Tour in realtà aumentata Meeting Point: Il primo tour di street art con opere d’arte in realtà aumentata nei quartieri Vanchiglia, Vanchiglietta e Aurora, per scoprire in anteprima i murales animati. Prenotazione obbligatoria su Eventbrite.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Sgomberato il Cinema Palazzo! – Io Non Mi Rassegno #262

|

Il sogno di due giovani del Casentino diventa esempio virtuoso per le acquacolture nel mondo

|

L’aranceto di La Spezia che valorizza una tradizione dimenticata

|

Il Piemonte propone una tassa ai colossi del web per aiutare le piccole attività

|

I soldi danno la felicità

|

I ripopolanti della Val Taverone danno vita a una nuova comunità nella natura

|

Felcerossa, la casa di paglia dove si sperimenta il vivere sostenibile in autosufficienza – Io faccio così #308

|

Come potrebbero diventare l’Italia e il mondo dopo la pandemia?