5 Ago 2019

Let Eat Bi, il mercatino aperto per tutto il mese di agosto

Il punto vendita di Cittadellarte non va in vacanza: tutti i mercoledì di agosto sarà possibile acquistare i prodotti delle aziende agricole partner di Let Eat Bi. Scopriamo tutti i dettagli.

Agosto, il mese tanto atteso per molti, sta arrivando: è giunto il momento di mare, spiaggia, escursioni, montagna e semplice tempo libero. Valigie pronte, quindi, e si viaggia alla volta di mete lontane dalla propria città. Ma non per tutti: i biellesi che rimarrano nella provincia laniera ad agosto non dovranno rinunciare al cibo sano e locale. Il mercatino Let Eat Bi, infatti, rimarrà aperto per tutto il mese, ogni mercoledì, dal 7 al 28.

Come di consueto, saranno proposte frutta e verdura di stagione e naturali, oltre ad altre eccellenze del territorio come miele, formaggi, uova, vino, prodotti trasformati e molto altro ancora. Per quanto concerne le informazioni logistiche, per acquistare le specialità dei partner Let Eat Bi è necessario passare al mercatino di via Serralunga 27 a Biella dalle 10 alle 13. Ai nostri microfoni è intervenuta Armona Pistoletto, presidente dell’associazione biellese, per presentare le aperture straordinarie: vi proponiamo il filmato.

Quali sono i produttori (presenti in base alla propria disponibilità) che si potranno trovare al mercatino? Cascina Bozzola di Occhieppo Inferiore, azienda agricola che produce frutta di stagione, noci, polenta di mais antico e castagne essiccate; L’orto d’asporto di Cerrione, con ortaggi di stagione, saponi naturali e uno speciale olio sardo; La Crava Cuntenta di Masserano, specializzata nei prodotti caprini, dai formaggi freschi fino allo yogurt; Frutteto di Bersej di Portula, azienda agricola che vende aceti, succhi di frutta, confetture e canestrelli; Cà Nel Bosco di Portula, con salami e formaggi stagionati di capra, bresaola e uova; l’Azienda Agricola Pellerei, con numerose verdure, uova, arance, limoni, nocciole e olio; l’Azienda Agricola Emanuele Bono, che proporrà conserve di pomodoro, fagioli secchi, coste e spinaci.

Per ulteriori informazioni sul mercatino è possibile scrivere una mail all’indirizzo leteatbi@cittadellarte.it.

Articolo tratto da: Journal Cittadellarte

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Colombia, polizia fuori controllo – Io Non Mi Rassegno #364

|

Caso o destino? Storia di un ritorno nella Calabria Che Cambia

|

La battaglia di Claudia per salvare le acque curative dalle speculazioni

|

Eticoscienza, per un’etologia applicata alle nuove sfide ambientali

|

Plogging: un gruppo di amiche contagia l’intera città

|

Cose che dovreste sapere (e nessuno vi dice) sul trasferirsi in campagna

|

Riutilizzo sociale dei beni confiscati alla mafia: l’Italia fa scuola

|

Stella Pulpo: Memorie di una vagina, ieri, oggi e domani – Amore Che Cambia #5