28 Gen 2020

Cos’è successo a Scirarindi 2019?

Scritto da: Paolo Cignini
Video realizzato da: Paolo Cignini

Vi proponiamo un video che riassume alcune delle iniziative che hanno animato il ricco programma di Scirarindi, il celebre festival della Sardegna virtuosa e naturale di cui Italia che Cambia ha il piacere di essere mediapartner da diversi anni.

Come da diversi anni a questa parte, è giunto il momento di mostrarvi cosa è successo al Festival di Scirarindi, la festa della Sardegna naturale e che accomuna le migliori esperienze etiche, virtuose, solidali e sostenibili della Sardegna, e della quale Italia che Cambia è media partner da diversi anni.

Quest’anno il Festival si tenuto dal 23 al 24 Novembre 2019, e vi proponiamo un video che riassume (in parte, data l’enorme ricchezza del programma proposto ogni anno) alcuni degli interventi e delle iniziative più significative avvenute nei due giorni a Cagliari.

Abbiamo incontrato di nuovo alcuni amici come Lucia Cuffaro e Ramona Bavassano ed abbiamo fatto nuove conoscenze e interessanti scoperte, come quella dello scrittore e giornalista Stefano Liberti, uno dei maggiori esperti in Italia riguardo la tematica del cibo (e non solo), o come quella della neonata Rete Nazionale delle Donne in Cammino con Ilaria Canali, per poi arrivare ad incontrare (e ad emozionarci) con la facilitatrice e coordinatrice generale della Rete Europea degli Ecovillaggi (GEN Europe) Genny Carraro.

“Ripartire dai bambini e dalla loro vita”, è quello che ci ha proposto il maestro Davide Tamagnini (si, per l’educazione quest’anno abbiamo un po il pallino).

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

La nostra carissima amica Daniela Ducato, una delle imprenditrici italiane più importanti riguardo il tema dell’economia circolare, ci ha presentato Paola Riviezzo e Teresa de Montis della DMC architetti, che ci hanno illustrato il perché la nuova edilizia è verde.

Il francese, trasferitosi in Sardegna, Jean Luc Madinier ci ha spiegato il perché della nascita del Manifesto condiviso per il Turismo Responsabile; ma allo stesso tempo non riesce a spiegarsi di come a volte noi italiani  non ci accorgiamo delle bellezze e delle ricchezze del nostro Paese. Tranquillo, Jean Luc: forse non lo capiremo a pieno mai neppure noi.

Un occhio anche alla realtà del mondo animale, grazie all’intervento della veterinaria Eva Rigonat, autrice del libro “Veterinaria e mafie”, che racconta le storie di alcuni veterinari professionisti che, loro malgrado, si sono trovati a che fare con la violenza delle organizzazioni criminali nella loro professione.

Come ogni anno e sempre con maggior passione e determinazione, Scirarindi si propone come una delle esperienze più significative nel raccontare e far vivere il cambiamento, e non solo di un’isola ma di un Paese intero. Come sempre, nei prossimi mesi, approfondiremo su Italia che Cambia moltissimi dei temi che trovate qui e altre esperienze che abbiamo raccolto nei nostri giorni al Festival. Intanto, a voi buona visione!

Articoli simili
Settevoci, la comunità rurale nata in un casale diroccato nella campagna siciliana
Settevoci, la comunità rurale nata in un casale diroccato nella campagna siciliana

Terra Terra: due giovani a piedi lungo gli Appennini per riscoprire la vita nelle terre alte
Terra Terra: due giovani a piedi lungo gli Appennini per riscoprire la vita nelle terre alte

Smart Walking: vivere in cammino e lavorare quando e dove si fermano i piedi
Smart Walking: vivere in cammino e lavorare quando e dove si fermano i piedi

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi