3 Mar 2020

Salviamo api e agricoltori! L’iniziativa dei cittadini europei

Scritto da: Redazione

Porre fine all'uso dei pesticidi nocivi è l'unico modo per salvare le api e gli altri insetti impollinatori che svolgono un ruolo cruciale per la biodiversità e l'agricoltura, oggi gravemente compromesse. È quanto sottolinea Slow Food che aderisce all’iniziativa dei cittadini europei “Salviamo api e agricoltori!”.

Un quarto della fauna selvatica europea è gravemente minacciata, metà dei siti naturali è in condizioni di difficoltà e i servizi ecosistemici si stanno deteriorando. Nel frattempo, milioni di contadini sono esclusi dal mercato da prezzi iniqui, mancanza di sostegno politico e pressione da parte delle grandi multinazionali. Tra il 2005 e il 2016 nell’Unione Europea sono scomparsi quattro milioni di agricoltori di piccola scala.

Le api e gli altri insetti impollinatori svolgono un ruolo cruciale a favore della biodiversità e dell’agricoltura. Sono fondamentali per il nostro sistema alimentare, impollinando le colture che diventano poi cibo sulle nostre tavole.

Senza le api, un gran numero di specie di piante selvatiche e coltivate non esisterebbe più. Secondo la Fao (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura), ben 71 delle circa 100 specie di colture che forniscono il 90% del cibo nel mondo sono impollinate dalle api.

L’unico modo per salvare le nostre amiche api è porre fine all’uso di pesticidi nocivi, responsabili di questo sterminio. È quanto afferma Slow Food, che aderisce e sostiene l’iniziativa dei cittadini europei “Salviamo api e agricoltori!” per chiedere un’agricoltura sostenibile e rispettosa delle api in tutta Europa.

Ti interessa questo articolo? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

insects 2061033 1920

Una Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) è il modo più diretto per influenzare la politica europea. Non è come una petizione: infatti, se si riesce ad arrivare a 1 milione di firme, la Commissione europea è costretta a prendere una posizione a riguardo e a pubblicare un comunicato ufficiale, e il Parlamento europeo deve tenere un’udienza pubblica sull’argomento. Non è un’azione solo simbolica, poiché può diventare legge a in tutta l’Ue.

L’Iniziativa dei cittadini europei “Salviamo api e agricoltori!”, guidata da Pan Europe, invita la Commissione europea a presentare proposte di legge per:

  1. eliminare gradualmente i pesticidi sintetici entro il 2035: eliminare  i pesticidi sintetici dall’agricoltura europea dell’80% entro il 2030, iniziando da quelli più pericolosi, per arrivare al 100% entro il 2035.
  2. ripristinare la biodiversità: ripristinare gli ecosistemi naturali nelle aree agricole in modo che l’agricoltura diventi un vettore di recupero della biodiversità.
  3. sostenere gli agricoltori nella transizione: riformare l’agricoltura dando priorità all’agricoltura su piccola scala, diversificata e sostenibile, favorendo il rapido aumento delle pratiche groecologiche e biologiche; promuovendo una formazione e una ricerca indipendenti in materia di pesticidi e di agricoltura senza Ogm, che mettano al centro le esigenze dei contadini.

«Solo un’agricoltura agroecologica e priva di pesticidi può preservare la biodiversità, ridurre l’emissione di gas a effetto serra e offrire una soluzione alle sfide legate al cambiamento climatico. Abbiamo deciso di partecipare alla lotta europea contro i pesticidi sintetici che continuano a distruggere la biodiversità e rappresentano una minaccia mortale per le api e altri impollinatori. Con questa iniziativa dei cittadini europei ci impegniamo affinché in tutta Europa sia praticata un’agricoltura sostenibile, che non danneggi le api», ha dichiarato Marta Messa, Consigliera internazionale di Slow Food.

Vuoi cambiare la situazione
dell'agricoltura in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
“Osservare l’ecosistema e tutelarlo”: l’agricoltura organica rigenerativa – Piccoli produttori #4
“Osservare l’ecosistema e tutelarlo”: l’agricoltura organica rigenerativa – Piccoli produttori #4

Nelle Terre di Perrè, dove si miete il grano a mano e si piantano solo semi antichi
Nelle Terre di Perrè, dove si miete il grano a mano e si piantano solo semi antichi

Terra Madre 2020: l’edizione globale che dà voce alle comunità locali
Terra Madre 2020: l’edizione globale che dà voce alle comunità locali

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Parte la raccolta di firme per una legge contro il greenwashing delle lobbies del petrolio

|

I Medici per l’Ambiente: “Basta allevamenti intensivi, senza biologico non c’è futuro”

|

E se il Covid ci avesse indicato la via per risolvere la crisi della scuola italiana?

|

In Piemonte c’è una “foresta condivisa” di cui tutti possono prendersi cura

|

IT.A.CÀ: in viaggio per il levante ligure per riconquistare il diritto a respirare

|

Pitaya: «Realizzo assorbenti lavabili per diffondere consapevolezza e sostenibilità»

|

Te Araroa: un viaggio per sé stessi e gli altri oltre i propri limiti