18 Giu 2020

Fondazione CRBiella, la rinascita del territorio passa anche da arte e sport

La Fondazione CRB stanzia 300mila euro per una serie di patrimoni della provincia laniera nel contesto del bando "Arte+": “I nostri beni d’arte diffusi - ha affermato il presidente Franco Ferraris - sono un patrimonio da tutelare e valorizzare". Non solo: con il lancio del nuovo bando “Sport+” la realtà biellese sosterrà le attività e gli enti sportivi (in particolare quelli per i più giovani) per la prossima stagione.

Biella - Un aiuto economico a immobili di interesse storico-artistico, chiese, oratori presenti sul territorio biellese per un totale di 25 interventi programmati da vari enti: è su questo che verte il bando Arte+ lanciato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella. Ammonta a quasi 1,8 milioni di euro il valore degli interventi e dei progetti sui beni d’arte della provincia laniera che hanno partecipato all’iniziativa e la risposta della realtà biellese è stata lo stanziamento di 300mila euro di contributi. Il bando – i cui termini scadevano nel mese di marzo – era stato lanciato per sostenere il restauro ed il recupero del patrimonio storico, artistico e architettonico diffuso sul territorio o gli interventi di rifacimento, sostituzione, adeguamento normativo degli impianti tecnologici e abbattimenti delle barriere architettoniche. Arte+ era teso anche a favorire la fruizione dei beni oggetto di intervento in modo da risultare attrattivi per il pubblico; lavori che quindi avranno la funzione di favorire la promozione turistica delle strutture e del biellese intero. «I nostri beni d’arte diffusi – ha affermato il presidente della Fondazione CRB Franco Ferraris – sono un patrimonio da tutelare e valorizzare anche e soprattutto in ottica turistica in vista di un rilancio complessivo del territorio. Da sempre siamo attenti a questi temi e anche oggi, pur nella difficoltà del momento, riteniamo importante proseguire con i programmi avviati come con questo bando».

bandicrbiella

Oggetto di valutazione delle 25 richieste pervenute alla Fondazione è stata la capacità dei richiedenti di mettersi in rete al fine di ottimizzare le risorse disponibili e valorizzare la creazione di percorsi di fruizione dei beni, oltre che «all’efficacia della soluzione proposta e alla coerenza della stessa con gli obiettivi e i programmi definiti oltre che alla chiarezza dei tempi e dei modi di realizzazione dell’intervento».
La realtà biellese ha quindi stanziato singoli contributi – per un importo massimo di 30mila euro – valorizzando sia realtà di grande importanza e visibilità (come il percorso del Sacro Monte di Oropa, bene Unesco, il Capitolo della Cattedrale di Biella o la Chiesa di S. Maria Maggiore a Candelo) sia gioielli architettonici meno noti ma con grandi possibilità di sviluppo turistico (come ad esempio il Santuario di Graglia o l’antica Chiesa di San Teonesto a Masserano oggi sconsacrata). Per mettere in luce tutti gli interventi, è stata realizzata una ‘mappa’ dal disegnatore Andrea Dalla Fontana che ha lo scopo di ‘accompagnare’ i futuri visitatori alla scoperta dei beni oggetto di intervento.

Dall’arte si passa alle attività ludiche e d’intrattenimento: si è aperto il 20 maggio il bando Sport+ destinato a promuovere le attività sportive 2020/2021 del territorio. L’iniziativa si rivolge ad enti e associazione del settore e in particolare a progetti orientati alla fascia d’età che va dai 4 ai 16 anni. L’obiettivo è infatti mantenere viva l’attività sportiva in tutte le sue forme non professionistiche, con ricadute positive sull’educazione e sulla crescita delle fasce giovanili e più deboli. Il bando inoltre è teso a supportare iniziative finalizzate alla promozione e valorizzazione della pratica sportiva privilegiando in particolare le attività che «valorizzano lo sport – si legge nella nota stampa – come elemento per prevenire l’aggravarsi di forme di marginalità e disagio sociale giovanile e per facilitare una più elevata inclusione ed integrazione promuovendo la diffusione della cultura, dell’accoglienza, del rispetto e della solidarietà”.

sport

Con Sport+ si vuole quindi promuovere l’attività sportiva giovanile, ma anche favorire la partecipazione di bambini e giovani che faticano ad avvicinarsi al mondo dello sport, soggetti con disabilità e/o minori provenienti da contesti famigliari in condizione di disagio sociale. “Riteniamo – conclude Ferraris – che, in questo momento in cui i nostri bambini e ragazzi sono stati particolarmente colpiti dagli effetti del lockdown con aumento della sedentarietà e azzeramento del confronto e del gioco con i coetanei, sia particolarmente importante sostenere attività sportive a loro dedicate. Solo garantendo ai giovani una corretta attività fisica non agonistica è possibile infatti favorire un armonioso sviluppo personale”. Le domande per partecipare al bando devono essere presentate entro le ore 16:00 del 3 luglio 2020.

Ti interessa questo articolo? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

Contribuisci all’informazione libera!

Mentre la gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i meravigliosi cambiamenti in atto del nostro paese, noi abbiamo scelto di farlo con un’informazione diversa, autentica, che sia d’ispirazione per chi vuole veramente attivarsi per cambiare le cose. 

Per farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Attivati anche tu per cambiare l’immaginario!

Articolo tratto da: Journal Cittadellarte

Articoli simili
Climate Space: artisti, scienziati e attivisti disegnano insieme un futuro sostenibile
Climate Space: artisti, scienziati e attivisti disegnano insieme un futuro sostenibile

Il borgo di Sassello si trasforma in una “città dei bambini”, con un festival dedicato ai più piccoli
Il borgo di Sassello si trasforma in una “città dei bambini”, con un festival dedicato ai più piccoli

Climate Space: arte, cinema e musica per celebrare i 5 elementi naturali
Climate Space: arte, cinema e musica per celebrare i 5 elementi naturali

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Fra agroecologia e abitare sostenibile prosegue il percorso di Seminare Comunità

|

Utopie minimaliste: solo la consapevolezza può salvare il mondo dal collasso

|

Dal Giglio elle Eolie, buone pratiche e criticità delle isole minori italiane

|

Canapa industriale: perché in Italia siamo così indietro?

|

Pet and Breakfast: il luogo per un soggiorno green con i nostri amici animali

|

#pagenotfound, la campagna “salvanegozi” che vuole tenere in vita i piccoli produttori

|

Nell’antico borgo di Oscata si impara a fare ceste e cera d’api