18 Giu 2020

Fondazione CRBiella, la rinascita del territorio passa anche da arte e sport

La Fondazione CRB stanzia 300mila euro per una serie di patrimoni della provincia laniera nel contesto del bando "Arte+": “I nostri beni d’arte diffusi - ha affermato il presidente Franco Ferraris - sono un patrimonio da tutelare e valorizzare". Non solo: con il lancio del nuovo bando “Sport+” la realtà biellese sosterrà le attività e gli enti sportivi (in particolare quelli per i più giovani) per la prossima stagione.

Biella - Un aiuto economico a immobili di interesse storico-artistico, chiese, oratori presenti sul territorio biellese per un totale di 25 interventi programmati da vari enti: è su questo che verte il bando Arte+ lanciato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella. Ammonta a quasi 1,8 milioni di euro il valore degli interventi e dei progetti sui beni d’arte della provincia laniera che hanno partecipato all’iniziativa e la risposta della realtà biellese è stata lo stanziamento di 300mila euro di contributi. Il bando – i cui termini scadevano nel mese di marzo – era stato lanciato per sostenere il restauro ed il recupero del patrimonio storico, artistico e architettonico diffuso sul territorio o gli interventi di rifacimento, sostituzione, adeguamento normativo degli impianti tecnologici e abbattimenti delle barriere architettoniche. Arte+ era teso anche a favorire la fruizione dei beni oggetto di intervento in modo da risultare attrattivi per il pubblico; lavori che quindi avranno la funzione di favorire la promozione turistica delle strutture e del biellese intero. «I nostri beni d’arte diffusi – ha affermato il presidente della Fondazione CRB Franco Ferraris – sono un patrimonio da tutelare e valorizzare anche e soprattutto in ottica turistica in vista di un rilancio complessivo del territorio. Da sempre siamo attenti a questi temi e anche oggi, pur nella difficoltà del momento, riteniamo importante proseguire con i programmi avviati come con questo bando».

bandicrbiella

Oggetto di valutazione delle 25 richieste pervenute alla Fondazione è stata la capacità dei richiedenti di mettersi in rete al fine di ottimizzare le risorse disponibili e valorizzare la creazione di percorsi di fruizione dei beni, oltre che «all’efficacia della soluzione proposta e alla coerenza della stessa con gli obiettivi e i programmi definiti oltre che alla chiarezza dei tempi e dei modi di realizzazione dell’intervento».
La realtà biellese ha quindi stanziato singoli contributi – per un importo massimo di 30mila euro – valorizzando sia realtà di grande importanza e visibilità (come il percorso del Sacro Monte di Oropa, bene Unesco, il Capitolo della Cattedrale di Biella o la Chiesa di S. Maria Maggiore a Candelo) sia gioielli architettonici meno noti ma con grandi possibilità di sviluppo turistico (come ad esempio il Santuario di Graglia o l’antica Chiesa di San Teonesto a Masserano oggi sconsacrata). Per mettere in luce tutti gli interventi, è stata realizzata una ‘mappa’ dal disegnatore Andrea Dalla Fontana che ha lo scopo di ‘accompagnare’ i futuri visitatori alla scoperta dei beni oggetto di intervento.

Dall’arte si passa alle attività ludiche e d’intrattenimento: si è aperto il 20 maggio il bando Sport+ destinato a promuovere le attività sportive 2020/2021 del territorio. L’iniziativa si rivolge ad enti e associazione del settore e in particolare a progetti orientati alla fascia d’età che va dai 4 ai 16 anni. L’obiettivo è infatti mantenere viva l’attività sportiva in tutte le sue forme non professionistiche, con ricadute positive sull’educazione e sulla crescita delle fasce giovanili e più deboli. Il bando inoltre è teso a supportare iniziative finalizzate alla promozione e valorizzazione della pratica sportiva privilegiando in particolare le attività che «valorizzano lo sport – si legge nella nota stampa – come elemento per prevenire l’aggravarsi di forme di marginalità e disagio sociale giovanile e per facilitare una più elevata inclusione ed integrazione promuovendo la diffusione della cultura, dell’accoglienza, del rispetto e della solidarietà”.

sport

Con Sport+ si vuole quindi promuovere l’attività sportiva giovanile, ma anche favorire la partecipazione di bambini e giovani che faticano ad avvicinarsi al mondo dello sport, soggetti con disabilità e/o minori provenienti da contesti famigliari in condizione di disagio sociale. “Riteniamo – conclude Ferraris – che, in questo momento in cui i nostri bambini e ragazzi sono stati particolarmente colpiti dagli effetti del lockdown con aumento della sedentarietà e azzeramento del confronto e del gioco con i coetanei, sia particolarmente importante sostenere attività sportive a loro dedicate. Solo garantendo ai giovani una corretta attività fisica non agonistica è possibile infatti favorire un armonioso sviluppo personale”. Le domande per partecipare al bando devono essere presentate entro le ore 16:00 del 3 luglio 2020.

Ti interessa questo articolo? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Articolo tratto da: Journal Cittadellarte

Articoli simili
Al via il restauro dell’ara etrusca di Pieve a Socana
Al via il restauro dell’ara etrusca di Pieve a Socana

Suonando, s’impara… non solo a suonare

Bibbiena Editoria Arte: Visioni ed Orizzonti

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Milarepa, il collettivo che recupera i muretti a secco liguri

|

Vinokilo, il mercato circolare di abiti usati venduti al chilo

|

Piantare alberi salverà il mondo, ma attenzione a come lo fate

|

Lightdrop, la piattaforma che sostiene relazioni e territorio, cerca collaboratori

|

Ballottaggi: e ci ostiniamo a chiamarla maggioranza! – Aspettando Io Non Mi Rassegno #4

|

Famiglie Arcobaleno: Leonardo e Francesco, storia di due papà – Amore Che Cambia #28

|

Nasce il libro che racconta gli ecovillaggi italiani: uno strumento per cambiare vita