9 Ott 2020

I Cammini Letterari nel parco: leggiamo l’ambiente che ci circonda

Scritto da: Redazione

Dal Castello di Porciano allo storico Lanificio di Stia, accompagnati dalle novelle della giornalista e scrittrice Emma Perodi. Si terrà sabato 17 ottobre l'inaugurazione de "I Cammini Letterari nel Parco", una delle iniziative in programma nell'ambito della Giornata Europea de I Parchi Letterari.

“Mai come oggi il legame tra uomo e ambiente è contenuto nella forza delle parole urlate, sussurrate, scritte, incise e a volte anche cancellate che ci raccontano il paesaggio e la storia proprio di quelle comunità che i Parchi intendono continuare a sostenere”.

Nell’ambito dell’iniziativa “Cammini e soste nei Parchi Letterari: leggiamo l’ambiente che ci circonda” si terrà sabato 17 ottobre a Porciano e Pratovecchia Stia (Arezzo) l’inaugurazione de “I Cammini Letterari nel Parco”, con Michele Dalai editore, autore e conduttore RAI. L’evento è proposto dal Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e il Parco Letterario Emma Perodi e le Foreste Casentinesi in collaborazione con i comuni di Bibbiena, Poppi, Pratovecchio Stia, Chiusi della Verna, Ortignano Raggiolo, Castel Niccolò, l’Istituto Enciclopedia Italiana Treccani, Erlis, Oros coop. e il Centro Creativo Casentino Onlus.

L’appuntamento è alle ore 15,30 al Castello di Porciano, tra i più antichi castelli casentinesi dei conti Guidi, e rinato nel Novecento dopo secoli di incuria ad opera della Famiglia Specht . Tra il il 1310 e il 1311 vi soggiornò Dante Alighieri ospite dei Conti Guidi durante il suo esilio da Firenze e vi scrisse le tre famose lettere “Ai Principi e Popoli d’Italia”, “Ai Fiorentini”, “Ad Arrigo VII”.

A Porciano la giornalista e scrittrice Emma Perodi ambientò le novelle “Messere Gentile e il cavallo balzano”, “La campana d’oro fino”, “Il talismano del conte Gherardo”, “Lo sposo d’Oretta”.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all'Italia che Cambia

Grazie a te questo contenuto è gratuito!

Dal 2013 i nostri contenuti sono gratuiti grazie ai nostri lettori che ogni giorno sostengono il nostro lavoro. Non vogliamo far pagare i protagonisti delle nostre storie e i progetti che mappiamo. Vogliamo che tutti possano trovare ispirazione nei nostri articoli e attivarsi per il cambiamento.

cammini letterari parchi

Il programma dell’incontro prevede:
– Saluti delle Autorità, presentazione del progetto e inaugurazione degli arredi letterari forgiati dal Maestro Roberto Magni;
– Luca Santini, Presidente del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna 
– Alessandro Bottacci, Direttore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi,Monte Falterona e Campigna
– Nicolo Caleri, Sindaco del Comune di Pratovecchio Stia 
– Stanislao de Marsanich, Presidente della rete dei Parchi Letterari 
– Annalisa Baracchi, Presidente del Parco Letterario Emma Perodi e le Foreste Casentinesi.

Alle 16.00 è prevista la Lettura Itinerante della Novella “La campana d’oro fino”, una Camminata letteraria da Porciano a Piazza Tanucci- Stia con musiche di Marna Fumarola e letture di Lenny Graziani.

Alle 18,00 è fissato il ritrovo presso il Museo dell’arte della lana situato nel complesso del Lanificio di Stia. È sede della Fondazione Luigi e Simonetta Lombard il cui scopo è “la costituzione di un centro di documentazione storica sulla tradizione del tessile in Casentino con particolare riferimento al Lanificio di Stia quale espressione culturale e industriale dell’attività del settore laniero”.

Qui si terrà il convegno “I Cammini letterari in Casentino” con il seguente programma:

Introduzione di: Luca Santini, Stanislao de Marsanich, Annalisa Baracchi e Alberta Piroci, direttore scentifico del Parco Letterario

Relazioni a cura di: 
– Paolo Ciampi, giornalista e scrittore: I Cammini letterari nel Mondo 
– Gianluca Bambi dottore forestale e Guida Ambientale ufficiale della Toscana: Multimedialità del progetto e App 
– Viviana Agostini Université de Caen Normandie: Percorsi Narrativi e Itinerari Casentinesi 
Conduce Gianni Verdi.

Al termine dell’evento è previsto un brindisi con le bollicine “Il patriota”, della Cantina Fregnan.

In caso di pioggia, tutto l’evento si svolgerà al Lanificio di Stia, con lo stesso programma. L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria ai numeri: 0575-503029 e 340-2794896. L’evento si svolgerà nel rispetto delle norme di sicurezza “Covid 19”.

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Colombia, polizia fuori controllo – Io Non Mi Rassegno #364

|

Caso o destino? Storia di un ritorno nella Calabria Che Cambia

|

La battaglia di Claudia per salvare le acque curative dalle speculazioni

|

Eticoscienza, per un’etologia applicata alle nuove sfide ambientali

|

Plogging: un gruppo di amiche contagia l’intera città

|

Cose che dovreste sapere (e nessuno vi dice) sul trasferirsi in campagna

|

Riutilizzo sociale dei beni confiscati alla mafia: l’Italia fa scuola

|

Stella Pulpo: Memorie di una vagina, ieri, oggi e domani – Amore Che Cambia #5