4 Dic 2020

Cinque incontri digitali per portare il teatro a famiglie e bambini del Casentino

Scritto da: Redazione

Per cinque domeniche da dicembre a gennaio la Fondazione Toscana Spettacolo e la Compagnia teatrale nata promuovono una serie di incontri digitali rivolti ai bambini alle famiglie. L'idea di Dietro la m@schera – Ragazzi nasce dalla volontà di mantenere vivo il rapporto con il pubblico e la curiosità dei più piccoli, in questo momento di incertezza e distanziamento fisico.

Forti della felice esperienza legata al progetto Dietro la m@schera, realizzato a giugno 2020 e rivolto al pubblico dei teatri casentinesi, Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Nata Teatro propongono Dietro la m@schera – Ragazzi, un nuovo percorso digitale destinato al pubblico delle famiglie e dei bambini.

In Casentino, come in tutta la provincia di Arezzo, la Fondazione Toscana Spettacolo e la Compagnia Nata lavorano insieme da anni – in stretta collaborazione con il Comune di Bibbiena e il Comune di Pratovecchio Stia – alla programmazione di iniziative rivolte al pubblico delle famiglie del Teatro Dovizi di Bibbiena e del Teatro Antei di Pratovecchio.

La grande sfida, in questo particolare momento caratterizzato dalla necessità di mantenere il distanziamento sociale, è quella di aprire un nuovo canale di comunicazione digitale che possa permettere di mantenere vivo il rapporto con il pubblico delle famiglie e dei bambini, stimolando la loro curiosità e incoraggiando l’esercizio della fantasia per farli “giocare” con gli strumenti propri del teatro e dello spettacolo dal vivo, auspicando un pronto e felice ritorno sulle poltrone dei teatri del Casentino.

Melina

L’avventura di Dietro la m@schera – Ragazzi ha avuto inizio domenica 29 novembre con un’anteprima in diretta sulla pagina Facebook della Compagnia NATA durante la quale, tra saluti e contributi video, sono state speigate le regole di questa edizione: ogni settimana ci sarà un personaggio misterioso che i ragazzi, attraverso degli indizi forniti durante i giorni precedenti, potranno indovinare durante la diretta.

Questa volta non si dovranno indovinare i nomi degli attori che hanno arricchito le rassegne dei teatri del Casentino nelle passate stagioni, bensì i personaggi legati al mondo della fiaba che i vari artisti hanno portato in scena al Teatro Dovizi nelle stagioni di Teatro Ragazzi.

Gli artisti e allievi della Compagnia NATA arricchiranno ogni puntata con contributi video realizzati ad hoc e che conterranno altri indizi utili a scoprire l’identità nascosta. Quando verrà svelata l’identità del personaggio misterioso, l’artista che lo ha interpretato sul palcoscenico si mostrerà ai bambini e regalerà loro una piccola performance.

Per i piccoli vincitori saranno messi in palio dei premi simbolici da alcuni esercizi commerciali della zona: Tuttosport Bibbiena, Legozoo, Punto e a Capo di Nicoletta Guideri, Casa del Bambino di Soci e Libreria Lina Giorgi.

Dietro la m@schera – Ragazzi proseguirà per cinque domeniche da dicembre a gennaio: sarà un modo per rinsaldare quel rapporto di vicinanza e fiducia che si è creato tra il pubblico di bambini e ragazzi del territorio con le buone pratiche teatrali che da anni vengono portate avanti dagli enti coinvolti e che, in questo caso, passa anche attraverso un uso creativo e consapevole dei nuovi media e delle tecnologie digitali.

L’iniziativa è promossa da Fondazione Toscana Spettacolo e Nata Teatro con il sostegno di Comune di Bibbiena e Comune di Pratovecchio-Stia, Rete Teatrale Aretina, Residenze Artistiche Toscane, Regione Toscana e Mibact. Sponsor dell’iniziativa sono: Tuttosport Bibbiena, Legozoo, Punto e a Capo di Nicoletta Guideri, Casa del Bambino di Soci e Libreria Lina Giorg.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Circ’Opificio: disciplina, impegno e condivisione arrivano nei quartieri più emarginati grazie alle arti circensi
Circ’Opificio: disciplina, impegno e condivisione arrivano nei quartieri più emarginati grazie alle arti circensi

Creature fantastiche e dove trovarle. Gabriele Pino ci racconta (e disegna) quelle della val Borbera
Creature fantastiche e dove trovarle. Gabriele Pino ci racconta (e disegna) quelle della val Borbera

Al suo esordio Dalen canta Crotone, le sue alluvioni e l’urgenza di non tacere
Al suo esordio Dalen canta Crotone, le sue alluvioni e l’urgenza di non tacere

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Manovre a confronto: in Spagna si tassano le banche – #628

|

Democrazia in crisi: quali sono le alternative, ammesso che esistano?

|

Sostenere i ragazzi con disabilità intellettiva verso l’autonomia abitativa: un progetto che vale un sogno

|

Turismo evoluto ed evolutivo: quando il viaggio genera benessere per persone, comunità e ambiente

|

Parlami dentro. Anche una lettera può alleviare la solitudine di chi è detenuto

|

Basta una Zampa: dopo il Covid i “dottori a quattro zampe” tornano a portare sollievo ai piccoli pazienti

|

GivingTuesday, oggi in oltre 80 paesi si celebra il “martedì del dare”

|

Circ’Opificio: disciplina, impegno e condivisione arrivano nei quartieri più emarginati grazie alle arti circensi