18 Mar 2021

Fridays For Future torna in piazza per chiedere la giustizia climatica

Scritto da: Redazione

I ragazzi e le ragazze di Fridays For Future chiamano a raccolta chiunque abbia a cuore la battaglia per chiedere azioni urgenti e decisive di contrasto ai cambiamenti climatici. Per venerdì 19 marzo è stato indetta una nuova Giornata Globale di Azioni per il Clima a cui, attraverso questo comunicato, il movimento invita tutti a partecipare.

I politici e le grandi aziende non perdono l’occasione per fissare obiettivi di riduzione delle emissioni da raggiungere tra 20 o 30 anni e per promettere che, in qualche lontano futuro, faranno qualcosa per contrastare la crisi climatica. Ma abbiamo bisogno di misure immediate e concrete in linea con la scienza e con il principio di giustizia climatica. Queste vuote promesse non servono a nulla, se non sono seguite da azioni immediate!

Per questo il 19 marzo, insieme agli attivisti e alle attiviste del resto del mondo, torniamo a protestare, nella Giornata mondiale di azione per il clima: i fondi del Next Generation Eu devono essere investiti in politiche per azzerare le emissioni di gas serra, la causa della crisi climatica.

Gli effetti della crisi climatica sono già sotto i nostri occhi e la situazione potrà solo peggiorare. Soltanto noi, le persone di tutto il mondo, possiamo ribaltare questa situazione. Lo scorso aprile abbiamo lanciato “Ritorno al Futuro”, una serie di proposte per la ripartenza scritte insieme a scienziati, esperti e associazioni di tutta Italia. Azioni che permetterebbero una ripresa vera e propria e insieme darebbero il via alla transizione ecologica, nel rispetto della giustizia climatica.

fridays for future

Invitiamo tutte e tutti a unirsi alle azioni che saranno organizzate nelle città d’Italia. Le informazioni sugli eventi possono essere trovate sulla mappa italiana o sulle pagine social dei gruppi locali. La pandemia di Covid 19 è ancora in corso, quindi le azioni fisiche assumeranno diverse forme nelle varie città, in modo da rispettare le norme per proteggere la salute di tutte e tutti. Ogni crisi va affrontata come tale, e quella pandemica non fa eccezione

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

In programma anche azioni digitali per chi non potrà esserci di persona: da diversi giorni sono partite delle dirette di approfondimento sulle nostre pagine social con ospiti speciali. Il 19 marzo, la giornata dello sciopero globale, dalle 11:15 alle 12 ci sarà un incontro online su Youtube con Roberto Mercadini (attore teatrale, scrittore e youtuber) e Vincenzo Balzani (chimico e divulgatore di fama mondiale).

Seguiranno un’enorme azione di Social Bombing e Tweetstorm e la diretta dalle piazze di tutta Italia per partecipare a distanza! Tutti i dettagli verranno pubblicati sul sito e sulle nostre pagine social!

Segui gli aggiornamenti, le azioni e i messaggi sul canale Telegram, Facebook, Instagram, Twitter e web di Fridays For Future Italia e su quelli dei singoli gruppi locali presenti in numerose città italiane.

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

A Gaza è di nuovo guerra, ma diversa – Io Non Mi Rassegno #368

|

Lo sviluppo delle aziende nella transizione ecosostenibile

|

La storia di Simone: “Sono tornato in Sardegna per diffondere la cultura dello sport”

|

Un albero mi ha chiesto di danzare: la storia di due artiste che imparano dalla foresta

|

“Ci siamo trasferiti nel piccolo borgo di Velva e ora la nostra vita ha ritmi più lenti”

|

Mediazione tra pari: ecco la scuola dove i bambini fanno pace senza adulti

|

Parte Sicilia Che Cambia! Volete salire a bordo?

|

Fabrizio Cotza: un cambiamento culturale per non essere più schiavi del lavoro – Meme #36