6 Dic 2021

Il calendario della gentilezza: per il periodo di Natale fai anche tu una buona azione al giorno

Scritto da: Lorena Di Maria

Il Movimento Mezzopieno di Torino ha lanciato un’iniziativa per diffondere la gentilezza durante il periodo natalizio: si chiama “calendario della gentilezza” e ogni giorno propone una buona azione da mettere in pratica nella nostra vita, per diffondere azioni positive verso noi stessi e chi ci circonda.

Torino - Realizza un’opera con le tue mani e donala. Cerca un pregio in una persona che mal sopporti. Ringrazia chi ti ha mostrato gentilezza. Parla con un bambino.

Piccoli ma grandi gesti che nelle nostre giornate possono fare la differenza per noi e per chi ci circonda. Ma anche consigli per diffondere azioni di generosità e amicizia… perché la gentilezza può cambiare il mondo! Così il Movimento Mezzopieno anche quest’anno ha lanciato l’iniziativa del “Calendario della Gentilezza” con l’arrivo del Natale, per portare positività in questo particolare periodo dell’anno attraverso gesti quotidiani che ci ricordano che mai dobbiamo smettere di credere nel mondo e negli esseri umani.

Calendario della gentilezza

Il Movimento Mezzopieno

Per chi ancora non lo conoscesse, il Movimento Mezzopieno è un progetto nato a Torino e in questi anni ha creato una vera e propria rete italiana per la diffusione della cultura della positività: coinvolge associazioni, aziende, scuole, giornalisti, insegnanti, ricercatori, artisti e cittadine e cittadini in un continuo lavoro che dall’inizio non si è mai fermato. Una rete interconnessa composta da persone di diverse età, competenze, storie e accomunate dallo stesso sogno: dare il proprio contributo per un mondo migliore, per una società più positiva e inclusiva.

Il calendario della gentilezza è realizzato in collaborazione con la facoltà di psicologia dell’Università di Torino e l’Università di Berkeley, negli USA. Nasce come percorso collettivo, elaborato dall’esperienza del più ampio percorso annuale dei “52 passi“: un programma di crescita personale che dal 2014 coinvolge centinaia di scuole, Comuni, aziende, università e persone in tutta Italia.

Il percorso si svolge attraverso degli impegni settimanali concreti, per ognuna delle quattro aree su cui si articola il cammino. Un nuovo passo comune viene poi elaborato e condiviso ogni settimana per essere vissuto e sperimentato in maniera non solo personale, ma anche condivisa.

Calendario della gentilezza1
Foto di Ditto Bowo tratta da Unsplash

Da buoni propositi a passi concreti

Da questa esperienza, Mezzopieno ha elaborato una lista di impegni da proporre sotto forma di passi concreti, creando un percorso di gentilezza in cui ogni giorno è caratterizzato da un impegno personale per esprimere il proprio meglio, oltre che per portare più gentilezza nella vita delle persone. Come hanno scritto sulla pagina Facebook in occasione del lancio del Calendario nel 2020, si tratta di un cammino per trasformare il periodo dell’Avvento in un vero cammino di gentilezza:

«Cari amici e membri della rete della positività, quest’anno abbiamo deciso di andare oltre le parole e di fare qualcosa per superare la frustrazione e la rabbia che rischiano di caratterizzare questo particolare periodo dell’anno e per trasformarlo in una occasione per portare più attenzione al mondo, agli altri e a noi stessi. Un impegno al giorno per tutto il mese, per tornare a credere nel mondo e negli esseri umani e tirare fuori il meglio di ognuno di noi. Inviatelo ai vostri amici e condividete un modo diverso di vivere questo periodo di avvento».

Calendario della gentilezza3
Foto di Estée Janssens tratta da Unsplash

L’obiettivo di quest’anno è coinvolgere non solo i tanti membri e simpatizzanti della Rete italiana della positività, che sono oltre 30.000 in tutta Italia, ma tutta la comunità, in un vero e proprio cammino condiviso. Il calendario è organizzato per affrontare 31 passi di gentilezza, uno per ogni giorno del mese, nei suoi tre ambiti di applicazione principali: la gentilezza verso gli altri, la gentilezza verso il mondo e la gentilezza verso sé stessi.

Possiamo considerarla una sorta di versione alternativa del calendario dell’avvento, che porta un gesto al giorno per tutto il mese: dal momento di silenzio e di contemplazione a gesti di gratitudine verso di sé, da azioni di gentilezza verso gli altri a momenti in cui si finisce per mettersi in gioco. Proprio in questo modo la gentilezza vuole essere la risposta di gratitudine per il mondo, quello strumento che ci permette di tirare fuori il meglio degli altri e anche di noi stessi.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Siké, i giovani si attivano per creare senso di comunità e valorizzare il territorio
Siké, i giovani si attivano per creare senso di comunità e valorizzare il territorio

Sottosopra: abitare collaborativo, il co-housing contro la povertà abitativa
Sottosopra: abitare collaborativo, il co-housing contro la povertà abitativa

Le mamme del borgo, il ristorante di cucina diffusa che anima la valle dell’Alcantara
Le mamme del borgo, il ristorante di cucina diffusa che anima la valle dell’Alcantara

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Il problema della siccità non è scomparso – #661

|

“Ci siamo trasferiti in montagna e ora cerchiamo persone per costituire una cooperativa di comunità”

|

Senza sbarre: un’alternativa al carcere è possibile

|

4 cose da fare se si trova una baby tartaruga marina spiaggiata

|

Stato Bradipo: nell’era della fast fashion, un progetto di moda lenta, etica ed ecologica

|

Associazione vittime dell’uranio impoverito: “Con le esercitazioni Nato in Sardegna è in atto un massacro”

|

Dall’Australia a Mussomeli. Danny McCubbin con The Good Kitchen prepara pasti gratis per chi ne ha bisogno

|

L’endocrinologo Giovanni Frajese: i vaccini a mRNA influiscono sul sistema ormonale?