29 Giu 2015

Contro lo spreco alimentare, ad Amsterdam arriva il ristorante che salva il cibo

Scritto da: Marco Fossi

Se passate da Amsterdam, o se vi vene voglia di farci un salto dopo aver letto quest’articolo, non potete non […]

Se passate da Amsterdam, o se vi vene voglia di farci un salto dopo aver letto quest’articolo, non potete non andare in un ristorante molto particolare, Instock.
Quello che lo caratterizza non è la cucina, che pure non è niente male, né il look, che pure è accogliente e minimalista, ma la filosofia di fondo, che si batte contro lo spreco alimentare.

 

instock


“Volevamo fare qualcosa per contrastare lo spreco di cibo” spiega Freke van Nimwegen, uno dei fondatori. Lui è un dipendente di una società della grande distribuzione locale, e proprio in quella veste ha potuto constatare quanto cibo ancora commestibile viene sprecato perché vicino alla scadenza, in confezioni danneggiate solo esteticamente o per altri motivi che non impattano sulla sicurezza alimentare.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Ti interessa questo articolo? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

 

Ecco allora che i fondatori hanno pensato ad un ristorante che preparasse piatti basati solo sul cibo recuperato. Il loro furgoncino azzurro (ovviamente elettrico) gira ogni giorno tra supermarket, mercati e punti vendita e recupera il cibo ancora utilizzabile, che viene utilizzato subito dopo come materia prima per ricette deliziose. L’unica incognita è il menù, che cambia ogni giorno sulla base delle disponibilità del momento.

 

furgone

 

Instock è un normale ristorante, e la sua normalità consiste anche nel fatto che i conti economici tornano perfettamente (e, tutto sommato, non si spende nemmeno tanto). Una ulteriore dimostrazione, se mai ce fosse bisogno, che la sostenibilità non è una vocazione etica in perdita, ma che può essere coniugata con l’efficienza economica. Buon appetito!

 

 

Vuoi cambiare la situazione di salute e alimentazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
RePoPP: la lotta allo spreco alimentare diventa un modello per tutta la città
RePoPP: la lotta allo spreco alimentare diventa un modello per tutta la città

Il murale che depura l’aria contro spreco alimentare e cambiamento climatico
Il murale che depura l’aria contro spreco alimentare e cambiamento climatico

Foodbusters, gli acchiappa-cibo in prima linea contro lo spreco alimentare
Foodbusters, gli acchiappa-cibo in prima linea contro lo spreco alimentare

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

La nuova Costituzione “dal basso” cilena è pronta! – #552

|

Homers: con il co-housing la rigenerazione urbana si fa comunità – Io Faccio Così #358

|

È nata Robin Food, la cooperativa di rider sostenibile che vuole rivoluzionare il mondo delle consegne

|

Sikanamente, il gruppo di ragazzi che sono tornati nel borgo d’origine per farlo rivivere

|

Stop alle armi nucleari: Etica Sgr lancia un manifesto per proporre il disinvestimento finanziario

|

“Siccità è crisi climatica”: la protesta degli attivisti di Extinction Rebellion contro le scelte della politica

|

Il Fuoco, l’elemento sacro di consapevolezza per sé stessi e per il mondo

|

Ecoistituto Siciliano, valorizzare il territorio e le comunità locali attraverso la cultura della sostenibilità