Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
18 Nov 2015

Il comunicato della Coalizione Clima dopo gli attacchi di Parigi

Scritto da: Redazione

La Coalizione Clima 21 e tutte le organizzazioni che ne fanno parte esprimono solidarietà nei confronti delle vittime e dei […]

La Coalizione Clima 21 e tutte le organizzazioni che ne fanno parte esprimono solidarietà nei confronti delle vittime e dei loro familiari e amici colpiti a Beirut il 12 Novembre e a Parigi il 13 Novembre. Il mondo che abbiamo sempre difeso non è lo stesso che abbiamo visto quella notte. Il mondo che difendiamo è un mondo di pace, giustizia, che combatte contro le ineguaglianze e il cambiamento climatico. Ci rendiamo conto delle eccezionali circostanze, ma crediamo che la COP21 non possa prescindere dalla partecipazione e dalle mobilitazioni della società civile in Francia. Perciò mettiamo in atto tutti i nostri sforzi in attesa di tutte le mobilitazioni pianificate.

 

Vuoi cambiare la situazione
del clima in italia?

ATTIVATI

climatemarch

 

In accordo con le autorità, la sicurezza di tutti i partecipanti è garantita e assicurata. E’ importante ricordare che questa mobilitazione sarà mondiale: centinaia di migliaia di persore si mobiliteranno durante le due settimane di negoziati della COP21 e rappresentanti di tutti i Paesi del mondo saranno presenti a Parigi. Il mondo intero è preoccupato e noi non ignoreremo queste preoccupazioni.

 

Alice Jay, Direttrice della campagna di Avaaz ha detto: “Dopo gli orribili attacchi a Parigi di venerdì, la Coalizione che sta organizzando la Global Climate March si è incontrata lunedì per discuterele prossime azioni da intraprendere. Abbiamo riaffermato il nostro coinvolgimento al fine di fare tutto il possibile affinché Parigi partecipi insieme alle altre città del mondo alla marcia del 29 Novembre in totale sicurezza e ne parleremo con le autorità nei prossimi giorni”.

 

Nicolas Haeringer, responsabile di 350.org per la campagna francese ha dichiarato “La tragedia di Parigi ha consolidato il nostro coinvolgimento. Questo movimento per la giustizia climatica è sempre stato un movimento di pace – un’occasione per le persone di tutto il mondo di essere uniti, un’unione che va oltre estrazioni sociali e religiose, che combatte al fine di proteggere la nostra casa comune.

 

Nei prossimi giorni continueremo a discutere con le autorità francesi riguardo la marcia, i piani del 12 dicembre e gli altri eventi di mobilitazione. Condividiamo le loro preoccupazioni in materia di pubblica sicurezza – al tempo stesso ci opponiamo ad ogni repressione delle libertà civili e delle minoranze della popolazione. Pensiamo sia necessario rispondere alla violenza e al terrore con la pace e la speranza. Incoraggiamo le persone di tutto il mondo a partecipare alla Global Climate March al fine di manifestare la propria solidarietà e il proprio supporto – non potrebbe essere momento migliore per chiedere giustizia climatica e pace”.

 

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Si fa presto a dire “buone vacanze”! – Io Non Mi Rassegno #197

|

La parola “bellezza” è la sintesi perfetta del viaggio nella Sicilia che Cambia

|

Quo Vado? Un percorso per giovani alla ricerca della propria rotta nel mondo

|

“I parchi naturali possono salvarci dalla crisi ecologica ed economica”

|

L’ecovillaggio Torri Superiore, il cantiere del vivere sostenibile che ha fatto la storia – Io faccio così #295

|

Elena e Sara: la rivoluzione degli abiti usati per “riformare” il sistema moda

|

Il cammino delle panchine invita le persone a sostare su ciò che è importante

|

A Palermo i ragazzi del carcere minorile ripartono dai biscotti