24 Mar 2016

Food Economy: il cibo dalla tradizione al web 2.0

Scritto da: Daniela Bartolini

Venerdì 8 aprile alle ore 20,30 presso il Museo dell'Arte della Lana, un incontro-confronto tra visioni globali ed esperienze territoriali per comprendere cosa si muove intorno a noi rispetto al cibo.

La cultura del cibo, i mercatini a chilometro zero, il boom del biologico. Nell’Italia della crisi crescono le vendite dei prodotti tipici e di qualità: da Eataly ai gruppi di acquisto solidale, alle straordinarie opportunità che offre la rete per rendere globale ciò che nasce locale.

Dopo l’incontro dedicato al Turismo 2.0, Centro Creativo Casentino e Prospettiva Casentino di nuovo insieme per un talk show coordinato e ideato dal giornalista Gianluca Baccani.

“Quali sono le ragioni per cui oggi il cibo è fotografato, idolatrato, esibito, narrato? E perché, se in Italia non ne aumenta il consumo, la sua presenza in tv, sui giornali, sul web è invece così ingombrante?”
Antonio Belloni, giornalista collaboratore de Il Foglio, Milano Finanza e Linkiesta.it, dove scrive di Made in Italy, export, comunicazione e investimenti esteri, è autore del libro “Food Economy-L’Italia e le strade infinite del cibo tra società e consumi”. Un libro-inchiesta in cui ci si chiede e si cerca di comprendere le molteplici motivazioni “dell’onnipresenza del cibo nella società moderna”, di indagare questa nuova Società del Cibo, dove il cibo è tendenza e linguaggio, ma anche motore di un flusso globale di scambi che genera ricchezza. La Food Economy, raccontata in questo libro, è una guerra che si fa sempre più serrata, a colpi di brand, certificazioni e marchi d’origine e tra consumatori di “paesi evoluti” ed emergenti?

Francesca Rocchi interverrà come vice presidente di Slow Food Italia, l’ associazione internazionale impegnata nella difesa del cibo buono, pulito e giusto, nel ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali.

Tra gli ospiti locali Simone Fracassi, noto titolare della macelleria Fracassi ed esperto di cibo, ed Alberto Ricci di Apicoltura Casentinese Srl e Collina Toscana Spa.
Un confronto tra visioni globali ed esperienze territoriali per comprendere cosa si muove intorno a noi, aperto agli interventi e alle domande del pubblico.
Ci sarà anche Casentino che Cambia per raccontare le esperienze virtuose del territorio nazionale e presentare chi in Casentino scommette sul cibo in ottica di cambiamento.

La serata sarà disponibile in diretta streaming su intoscana.it e arezzo.intoscana.it

Vuoi cambiare la situazione di salute e alimentazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
L'infermiera che fa ridere i pazienti

A scuola si cammina “un miglio al giorno” per contrastare obesità e sedentarietà

Così la PNEI sta rivoluzionando l'approccio alla salute – video#5

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Milarepa, il collettivo che recupera i muretti a secco liguri

|

Vinokilo, il mercato circolare di abiti usati venduti al chilo

|

Piantare alberi salverà il mondo, ma attenzione a come lo fate

|

Lightdrop, la piattaforma che sostiene relazioni e territorio, cerca collaboratori

|

Ballottaggi: e ci ostiniamo a chiamarla maggioranza! – Aspettando Io Non Mi Rassegno #4

|

Famiglie Arcobaleno: Leonardo e Francesco, storia di due papà – Amore Che Cambia #28

|

Nasce il libro che racconta gli ecovillaggi italiani: uno strumento per cambiare vita