29 Mar 2016

MIPP: scienza e partecipazione popolare

Scritto da: Daniela Bartolini

"Monitoraggio degli insetti con partecipazione pubblica", un seminario giovedì 31 marzo dalle 15 a Badia Prataglia per parlare di "Citizen Science".

Il progetto Life MIPP “Monitoring of insects with public participation” del Corpo Forestale dello Stato sarà ospite del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi per un workshop intitolato “Citizen science… più di un database”.

Il MIPP ha lo scopo principale di sviluppare e testare metodi di monitoraggio per la valutazione dello stato di conservazione di specie di insetti, in particolare coleotteri. Attraverso un monitoraggio standardizzato, utilizzando osservazioni dirette, analisi genetiche e utilizzo di trappole, sarà possibile garantire la raccolta di dati confrontabili ed avere un quadro della presenza di questi insetti sul territorio. In Italia infatti non sono ancora disponibili protocolli ufficiali per il monitoraggio delle singole specie rendendo attualmente impossibile la valutazione dello stato di conservazione delle popolazioni conosciute. Mancanza alla quale il MIPP offre una risposta.

Il progetto, cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma LIFE+ e con la collaborazione dell’Università degli Studi Roma Tre, del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, della Regione Lombardia e del Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in Agricoltura – ABP Firenze, coinvolge cinque aree di studio gestite dal Corpo Forestale dello Stato: la foresta di Tarvisio in provincia di Udine, la Riserva Naturale Orientata di Bosco Fontana in provincia di Mantova, l’area di Castel di Sangro (AQ), la Riserva Naturale “Bosco della Mesola” in provincia di Ferrara e le foreste casentinesi.

Nel workshop pubblico che si terrà giovedì 31 marzo , dalle ore 15 presso la Sala Convegni del Centro Visite del Parco in via Nazionale, 14/a a Badia Prataglia si parlerà di Citizen Science, termine che letteralmente significa “scienza dei cittadini” e con il quale si intende il coinvolgimento attivo dei cittadini nella ricerca scientifica. Il MIPP è infatti anche uno dei primi esempi coordinati a livello nazionale di scienza a partecipazione popolare in cui la raccolta dei dati, via web e tramite applicazione per smartphone, è basata su osservazioni effettuate da cittadini.
Il seminario ha lo scopo di illustrare l’importanza della Citizen Science per la raccolta di dati biologici, ma anche evidenziare altri effetti positivi. Per studiare alcuni fenomeni ecologici o naturali, come la distribuzione geografica delle specie o l’abbondanza delle popolazioni, è necessaria una grande quantità di dati che richiede un esteso sforzo di campionamento. Il supporto di volontari si rivela determinante per la buona riuscita o addirittura per la fattibilità stessa di questo tipo di studi. Il numero di dati che si possono ottenere tramite la partecipazione pubblica supera di gran lunga la capacità di lavoro di pochi ricercatori, permettendo così di ottenere risultati a scala geografica e temporale più ampia.
La Citizen Science aumenta anche la consapevolezza dei cittadini coinvolti verso le tematiche della conservazione. Nell’ambito del Life MIPP la partecipazione dei cittadini è stata fondamentale per segnalare 9 specie di insetti rari e protetti a livello europeo, tra cui 5 coleotteri saproxilici. Con l’occasione si farà il punto della situazione sui risultati ottenuti finora all’interno dell’area delle Foreste Casentinesi.
Al termine del seminario è prevista una visita al Museo Forestale “Carlo Siemoni” e al laboratorio entomologico del Centro Operativo Rete Nazionale Invertebrati (RIN) CORIN 1 gestiti dal Corpo Forestale dello Stato.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

Relatori: S. Hardersen (CNBF Bosco Fontana, MN) e M. Bardiani (CREA-ABP, FI). Durata del seminario: 2 ore. Durata visita al museo e laboratorio: 1 ore.
Informazioni e contatti: Bardiani Marco (0376 295933, bardianimarco@gmail.com)

Articoli simili
Cosa fare se si incontra un uccellino in difficoltà? Un vademecum per il primo soccorso
Cosa fare se si incontra un uccellino in difficoltà? Un vademecum per il primo soccorso

Arriva l’assistente ai lupi, per una migliore coesistenza uomo-lupo
Arriva l’assistente ai lupi, per una migliore coesistenza uomo-lupo

La Collina dei Conigli: il centro di recupero di animali da laboratorio cerca nuovi volontari
La Collina dei Conigli: il centro di recupero di animali da laboratorio cerca nuovi volontari

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Fa molto caldo – #553

|

Wagner Group: cosa sappiamo della milizia privata che combatte fra le fila russe (e non solo)?

|

Francesca Cinquemani torna al sud per coltivare lavanda e rilanciare la sua terra

|

Queen of Sheba: una coppia di naturalisti sulle tracce di una rara orchidea australiana

|

Confcooperative, la giornata delle cooperative e alcune novità dal mondo che unisce comunità ed economia

|

Friend of the Earth, in missione per salvare dall’estinzione il lemure cantante del Madagascar

|

Homers: con il co-housing la rigenerazione urbana si fa comunità – Io Faccio Così #358

|

È nata Robin Food, la cooperativa di rider sostenibile che vuole rivoluzionare il mondo delle consegne