5 Set 2016

Chiusi della Verna, il luogo dove si incontrano i cammini

Scritto da: Daniela Bartolini

Due giornate dedicate ai “cammini”, il 24 e 25 settembre nel paese centro di itinerari spirituali e culturali. Momenti di riflessione, escursioni lungo i cammini e lancio del nuovo progetto di ostello per tutti i pellegrini.

Due giorni di camminate, riflessioni, preghiera e cultura in un luogo che ha rappresentato – e ancora oggi rappresenta – il centro di incontro di importanti Cammini culturali laici e religiosi: Via Romea Germanica, Cammino di San Francesco, Via delle Foreste Sacre, Via Abaversa.

“Tutti questi itinerari – spiega il Sindaco di Chiusi della Verna – si incontreranno nel nostro capoluogo per il Giubileo della Misericordia. Da molto tempo siamo al lavoro per preparare un grande evento, che sia un momento di svago, raccoglimento e preghiera, ma anche di studio e approfondimento delle problematiche legate a questa forma di viaggio e di turismo, che può avere positive ripercussioni anche sulle realtà locali”.
Il Comune di Chiusi della Verna sta lavorando in collaborazione con la Regione Toscana, il GESAAF dell’Università di Firenze, l’Associazione Via Romea Germanica, il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna e l’Associazione i Cammini di Francesco in Toscana per realizzare un evento unico. L’iniziativa si inserisce infatti nel progetto di Sviluppo del Turismo Sostenibile, “Casentino Slow”, nato dal relativo protocollo d’intesa a firma di tutti i Comuni del Casentino, del Parco Nazionale Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna e della Regione Toscana con gli Assessorati al Turismo e di quello alla Mobilità.

Il programma inizierà sabato 24 settembre alle 8:30 con la partenza (dai quattro punti cardinali) di quattro escursioni lungo i diversi Cammini che alle ore 16 confluiranno a La Verna, con ricevimento in Basilica dal Padre Guardiano e benedizione dei pellegrini. Seguirà una tavola rotonda sul tema “I Cammini si incontrano” presso l’Auditorium del Santuario.
Domenica 25 settembre alle 10, si terrà la conferenza “I cammini laici e religiosi nell’Anno dei Cammini”, sempre presso l’Auditorium. Alle 12 Messa Giubilare per i partecipanti alla conferenza e alle 13 pranzo a base di prodotti tipici.
I quattro punti cardinali dai quali partiranno le tappe finali della quattro escursioni sono: Bagno di Romagna (Via Romea Germanica), Casa Santicchio – Valle Santa (Cammino Foreste Sacre), Chitignano (Via Abaversa) e Cerbaiolo (Cammino di Francesco).

Fra gli interventi ai convegni figurano i nomi degli assessori regionali Vincenzo Ceccarelli e Stefano Ciuoffo, del Presidente e del Direttore dell’Ente Parco Luca Santini e Sergio Paglialunga, del Vescovo di Arezzo Mons. Riccardo Fontana, del Presidente dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino Valentina Calbi, del Sindaco di Chiusi della Verna Giampaolo Tellini che farà gli onori di casa e confermerà l’impegno dell’amministrazione in questo settore, dopo aver ospitato già l’anno scorso il raduno dei “Pilgrim crossing borders”, i pellegrini senza confini.

“Sarà l’occasione – annuncia Tellini – per lanciare il progetto del Comune sull’edificio della vecchia scuola, chiusa perché non a norme antisismiche e in procinto di essere demolita. Qui verrà realizzato un ostello come punto tappa per i giovani e per tutti quelli che arriveranno nel nostro territorio, sia a piedi che in bici, e sarà una vera svolta in chiave turistica per il paese di Chiusi della Verna”.
Nel weekend dedicato ai cammini saranno presenti a Chiusi anche Paolo Piacentini per il Ministero Beni e Attività Culturali, Liviana Zanetti presidente APT Servizi Emilia Romagna, Alice Colli presidente dell’associazione Guide Ambientali Europee.

Volantino dell’iniziativa. Programma dettagliato.

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

Ti interessa questo articolo? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

Articoli simili
Matera, Melfi, Potenza: Basilicata profonda. E poi Cilento!

OltrApe: il viaggio per salvare il Pianeta passa anche dal Piemonte

Umbria, un'immersione nella comunità eco-sostenibile di Monestevole

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Milarepa, il collettivo che recupera i muretti a secco liguri

|

Vinokilo, il mercato circolare di abiti usati venduti al chilo

|

Piantare alberi salverà il mondo, ma attenzione a come lo fate

|

Lightdrop, la piattaforma che sostiene relazioni e territorio, cerca collaboratori

|

Ballottaggi: e ci ostiniamo a chiamarla maggioranza! – Aspettando Io Non Mi Rassegno #4

|

Famiglie Arcobaleno: Leonardo e Francesco, storia di due papà – Amore Che Cambia #28

|

Nasce il libro che racconta gli ecovillaggi italiani: uno strumento per cambiare vita