7 Apr 2017

Vermogno Vive, organizza e accoglie

Scritto da: Roberto Vietti

Una delle finalità dell'associazione è quello di costruire una “comunità di paesaggio” attraverso un luogo di qualità in cui ci si possa identificare.

ZUBIENA (BI) – E’ di nuovo ora di risalire in sella. Vermonio ci attende sotto la pioggia.

Arriviamo belli inzuppati a Vermogno e lo scenario è sorprendente. Un borgo caratteristico, che per qualche strano motivo ci ha affascinato e allo stesso tempo fatto riflettere. Alex e Andrea ci attendono e ci accolgono nella sede dell’Associazione Vermogno Vive.

Andrea, di Roma, è un ottimo oratore, preparato e determinato e intelligente. E’ un piacere ascoltare le sue parole. Ci racconta della storia di Vermogno e della miniera romana abbandonata nel 70 A.C. In pochi minuti riesci a riassumerci con dovizia di dettaglio la storia millenaria di questo luogo incredibile. Tale miniera è funzionata per circa cento anni, dando lavoro a più di cinquemila persone. Le pietre venivano preso in mano e lavate dagli schiavi, secondo un criterio di estrazione industriale per arrivare al tanto desiderato oro puro. Le tribù presenti prima dell’arrivo dei romani lo facevano nel periodo antecedente in maniera più semplice.

CONTINUA LA LETTURA DELL’ARTICOLO COMPLETO DAL DIARIO DEL “BIELLESE CHE CAMBIA”

Vuoi viaggiare in maniera consapevole, attenta alla sostenibilità ambientale e alle culture e tradizioni dei luoghi che visiti?
Scegli fra i viaggi e gli operatori della nostra rete che ti proponiamo in questa pagina!

Articoli simili
Ad Asti arriva “Babel Festival” dove si incontrano linguaggi, culture e visioni comuni

Case Zanardi: gli empori solidali che uniscono pubblico e privato per supportare la comunità – Io faccio così #310
Case Zanardi: gli empori solidali che uniscono pubblico e privato per supportare la comunità – Io faccio così #310

La Terra del Sorriso è in pericolo e ha bisogno di partner!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Parte la raccolta di firme per una legge contro il greenwashing delle lobbies del petrolio

|

I Medici per l’Ambiente: “Basta allevamenti intensivi, senza biologico non c’è futuro”

|

E se il Covid ci avesse indicato la via per risolvere la crisi della scuola italiana?

|

In Piemonte c’è una “foresta condivisa” di cui tutti possono prendersi cura

|

IT.A.CÀ: in viaggio per il levante ligure per riconquistare il diritto a respirare

|

Pitaya: «Realizzo assorbenti lavabili per diffondere consapevolezza e sostenibilità»

|

Te Araroa: un viaggio per sé stessi e gli altri oltre i propri limiti