23 Feb 2018

Permacultura e futuro: le realtà del cambiamento si incontrano a Roma

Scritto da: Redazione

Il 4 marzo al Teatro Quirinetta di Roma verrà proiettato il documentario “Lupo Nero Lupo Bianco”, racconto di un viaggio alla scoperta delle più significative tra le ormai numerose realtà siciliane operanti attraverso i principi della permacultura. Italia che Cambia e altre realtà prenderanno parte all’evento che rappresenterà un’occasione di scambio e confronto sulla costruzione di un futuro migliore.

Si terrà domenica 4 marzo a Roma presso il Teatro Quirinetta la proiezione del docu-film “Lupo nero Lupo bianco” che mostra i risultati del Permacul-Tour, realizzato nel 2016 da Ottavia Nigris Cosattini allo scopo di raccontare la realtà del Gruppo Permacultura Sicilia. All’evento romano prenderanno parte anche Italia che Cambia e altre realtà del territorio.

La proiezione del documentario si terrà presso il Teatro Quirinetta a Roma

La proiezione del documentario si terrà presso il Teatro Quirinetta a Roma


In linea con i principi della Permacultura, si è voluto creare infatti un evento che includesse tutti: i bambini, con il percorso dell’orto didattico, gruppi e associazioni attive sul territorio, perché la visione del documentario potesse essere occasione di incontro e scambio di diverse realtà, al fine di costruire un futuro migliore.

 

Il documentario ha come obiettivo principale quello di diffondere la permacultura come stile di vita attraverso le etiche e i principi che la rappresentano, raccontando la rete siciliana come esempio da poter replicare anche in altre regioni italiane.

 

“Abbiamo girato per tre settimane con la guida di Peppe Arena alla scoperta di realtà siciliane che applicassero la permacultura a tutti i livelli, sociale, agricolo o ideologico, scoprendo che dal primo corso di permacultura nel 2010 ad oggi le realtà si sono moltiplicate, diventando così numerose da obbligarci a visitarne soltanto alcune molto rappresentative”, racconta Ottavia.

 

Lo stile particolare, che assomiglia di più ad un road movie, ad un incontro informale tra amici, si differenzia da quello proprio dei documentari.

 

 

Il progetto è nato dalla necessità di raccontare una realtà molto significativa, come esempio di autogestione e di rivoluzione dal basso. La spontaneità con cui si è costruita questa rete, all’interno della regione Sicilia, è la qualità principale del gruppo e del filmato stesso.

 

Le proiezioni e la promozione del documentario saranno tutte a titolo gratuito per garantire la massima diffusione su suolo nazionale e internazionale, con la possibilità di ricevere donazioni volontarie a sostegno del progetto, così da riuscire a recuperare le spese sostenute per la realizzazione, in primis, e il surplus verrà destinato al progetto A.P.E (Aula Permanente di Ecologia), che promuove e diffonde la permacultura urbana sul suolo siciliano.

 

Il 4 marzo a Roma saranno presenti anche: PURO (Permacultura Urbana a Roma), Transition Italia, Amatrice 2.0, GNOL II Mun. e il Consorzio “Le Galline Felici”, per presentare il loro lavoro sul campo, esempi concreti per rispondere alle sfide della nostra epoca.

 

Clicca qui per leggere il comunicato stampa ed il programma completo dell’evento

 

 

Articoli simili
Cascina Contina, artigianato e agricoltura per l'inclusione sociale

Torna il premio per il Comune più virtuoso d'Italia

Una settimana nel bosco per sole donne

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Il Salto nelle Marche: un’agricoltura che rigenera il suolo e le relazioni è possibile! – Io Faccio Così #330

|

In Val Borbera una piccola frazione diventa il “paese degli spaventapasseri”

|

Crisi climatica: il WWF crea un fondo per combatterla in 4 mosse

|

FAWLTS: una rete di studenti e alumni per capire “cosa farò da grande”

|

A Torino un giardino pubblico si trasforma per due giorni in Mercato della Biodiversità

|

Lo Yoga della Risata, la miglior medicina per rinforzare il sistema immunitario

|

Al via la Settimana Europea della Mobilità: muoversi meglio per un mondo migliore