24 Ott 2018

Nel nome di Tommaso, un premio per i giovani filmmaker

Scritto da: Redazione

Dopo la prima edizione del premio Effetto Farfalla dedicato a Tommaso Corazza, l'associazione Il Mondo di Tommaso e il Lago Film Fest lanciano il bando della seconda edizione.

L’associazione Il mondo di Tommaso in collaborazione con Lago Film Fest, realtà culturale da sempre operante nel territorio, dopo il successo della prima edizione è entusiasta di lanciare la seconda edizione del premio Effetto Farfalla.

 

La prima presentazione pubblica è avvenuta sabato 6 ottobre 2018 – grazie all’invito del direttore artistico Roberto Da Re Giustiniani – a Susegana presso la manifestazione “Libri in cantina” che si è tenuta all’interno del Castello di San Salvatore immerso nel tipico paesaggio veneto.

effetto farfalla 1Un concorso rivolto a giovani filmmaker italiani e non, di età inferiore ai 25 anni, chiamati a creare dei video – racconti, documentari, animazioni, fino ai lavori di videoarte – che raccontino storie “effetti farfalla”: un’espressione che ha origine nella fantascienza (in Rumore di Tuono di Ray Bradbury, il protagonista calpesta una farfalla preistorica durante un safari nel passato; tornato nel presente, lo trova totalmente mutato) e che oggi indica, più generalmente, un piccolo gesto dalle imprevedibili conseguenze collettive.

Vorresti leggere più contenuti come questo? 

Articoli come quello che hai appena letto sono gratuiti e aperti, perché crediamo che tutti abbiano il diritto di rimanere informati. Per questo abbiamo scelto di non nascondere i nostri contenuti dietro paywall, né di accettare contributi da partiti o aziende compromesse. Per continuare a farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Fai la tua parte, aiutaci a costruire un’informazione sempre più approfondita.

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

 

Effetto Farfalla è aperto agli studenti di scuole medie, superiori e università, che potranno partecipare individualmente o in gruppo, privatamente o eleggendo a referenti i propri istituti scolastici. La giuria chiamata a giudicare i lavori sarà composta da professionisti del settore artistico e divulgativo e comunicata a tempi maturi.

 

Nel segno dell’importanza attribuita all’iniziativa e del desiderio di trasformare in realtà concreta i principi che la ispirano, i primi tre classificati si aggiudicheranno il Premio Tommaso Corazza, che ammonterà rispettivamente a 1500 Euro, 800 Euro e 500 Euro. Come l’anno scorso anche in questa edizione verranno attribuite delle menzioni speciali: miglior fotografia, miglior montaggio, miglior adattamento del tema 2019, migliori interpreti e miglior colonna sonora (inedita).

 

Il tema della seconda edizione: il coraggio di ascoltare, di non voltarsi dall’altra parte, di parlare e di cambiare le cose, il coraggio di credere che un mondo migliore sia possibile. Il coraggio di dire i nostri sì e i nostri no, consapevoli che non sono senza svantaggi. E quali sono le chiavi del coraggio? Il discernimento, per innescarlo e sostenerlo, e l’amore, per superarsi e superare l’angustia delle proprie paure, del vittimismo e dell’egoismo, per essere all’altezza della propria migliore umanità. Il coraggio è quando scegliamo di essere noi il cambiamento che vogliamo vedere nel mondo.

 

Chiusura delle iscrizioni: Mercoledì 15 maggio 2019

 

Vuoi cambiare la situazione di informazione e comunicazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Libertà di stampa e industria petrolifera: come fare giornalismo ambientale al tempo della transizione ecologica?
Libertà di stampa e industria petrolifera: come fare giornalismo ambientale al tempo della transizione ecologica?

Libri, film e link per comprendere meglio la pandemia
Libri, film e link per comprendere meglio la pandemia

L’Ucraina, l’Italia e l’informazione malata. Intervista alla giornalista ucraina Olga Tokariuk
L’Ucraina, l’Italia e l’informazione malata. Intervista alla giornalista ucraina Olga Tokariuk

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi