Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
20 Dic 2018

Lo sviluppo transpersonale come via per il cuore umano

Accompagnare gli altri nel profondo del cuore umano. È questo il compito del facilitatore transpersonale che, accompagnando gli altri, rinnova ogni volta il proprio impegno permanente verso l’auto-indagine e la crescita.

Quando una persona sta attraversando problemi psico-emotivi, può andare da uno psicoterapeuta; quando affronta problemi clinici che richiedono un intervento farmacologico, o addirittura si sospetta un disturbo psichico, bisogna ricorrere ad uno psichiatra. Quando si ha una malattia fisica, è al medico che chiediamo un consulto. Se la persona attraversa una ricerca esistenziale e sente il bisogno di vivere da un senso più ampio e più profondo, allora è consigliabile che cerchi un facilitatore transpersonale.

 

 

Il facilitatore transpersonale viene spesso definito, metaforicamente, come un accompagnatore dell’anima. Questo/a svolge il bellissimo lavoro di accompagnare gli altri nel profondo del cuore umano.

 

Accompagnare un essere umano nel suo processo di ricerca e crescita personale sembra un bellissimo lavoro. Potresti però chiederti: “Sarò in grado? Sento che ho ancora tanto lavoro da fare! Sono così consapevole dei miei limiti, so che ci sono tante aree della mia vita che attendono ancora un lavoro serio… Potrò accompagnare un altro nella sua crescita?”. Potresti anche pensare: “Finché non sarò più saggio, più lucido… come potrò parlare agli altri dei modi per crescere e sviluppare?”. Considerare tutto questo, anche di non essere sufficientemente preparati, è logico e sensato.

 

Questo tipo di domande interne ha almeno un vantaggio: è un buon antidoto alla fantasia di onnipotenza con cui rischiamo di vestire la figura dell’accompagnatore. Smantella dalla base la pretesa di essere “un saggio che ha una soluzione per tutto”.  Ma se lasciamo che questi pensieri limitanti assumano troppa forza, non ci considereremo mai sufficientemente preparati per accompagnare gli altri. Non importa quanto progrediremo nella nostra formazione, auto-scoperta e trasformazione… Continueremo a sentirci impreparati. In effetti, si può dire che l’atteggiamento più saggio e umile è quello di sapere che, più progrediamo, più siamo consapevoli di quanto dobbiamo ancora viaggiare.

heart-1145528_1280

In realtà, il processo di trasformazione nell’altro non dipende tanto dalla nostra “imbattibile qualifica” come accompagnatori, quanto piuttosto dalla nostra capacità e impegno nel metterci al servizio di una Sapienza più grande. È chiaro che dobbiamo avere una solida base di conoscenze. Ma ancora più importante sarà affinare la nostra capacità di rimanere sintonizzati con la forza della vita, che alla fine è quella che guida il processo di ogni persona.

 

Forse questo è uno dei punti chiave che differenzia un accompagnamento transpersonale da altri tipi di accompagnamento terapeutico. Ed è che non si tratta tanto di aspettare di essere “perfetti”, quanto di ricordare che, quando accompagniamo gli altri, stiamo anche rinnovando il nostro impegno permanente verso l’auto – indagine e verso la nostra crescita.

 

Scopri di più sul percorso per diventare Facilitatore e Facilitatrice dello Sviluppo Transpersonale

 

 

 

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

La crisi del petrolio e la potenza degli oceani – Io Non Mi Rassegno #110

|

Stop agli attendismi: d’inquinamento e di traffico si muore!

|

Un modello di produzione e distribuzione alimentare sostenibile e resiliente

|

Coronavirus e sostegno economico a lavoratori, stagisti e imprese: facciamo il punto!

|

“La salute non è in vendita”: sei richieste per salvare la sanità pubblica

|

“La condivisione ci salverà!”: Gabriele e tutti i volontari dell’emergenza coronavirus

|

Una app per rimettere in pista le piccole botteghe verso una nuova economia

|

Ashoka: la rete degli imprenditori sociali che stanno trasformando il mondo – Io faccio così #285

Copy link
Powered by Social Snap