Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
17 Giu 2020

Oltre il lockdown della mente. Possiamo essere liberi – Matrix è dentro di noi #9

Scritto da: Daniel Tarozzi

Eccoci giunti alla nona e ultima puntata di questa stagione di Matrix è dentro di noi. Questa volta Daniel si confronta con due dei fondatori di Italia che Cambia, Paolo Cignini, compagno di viaggio fin dal 2012, e Andrea Degl'Innocenti, coautore di diversi libri sull'Italia che Cambia. Insieme cercheranno di andare oltre "il lockdown delle menti" per scoprire se la libertà è qualcosa di raggiungibile o una semplice utopia.

Nove puntate, nove mesi di gestazione. Un vero e proprio parto. Siamo partiti con un dialogo tra me e me, siamo passati attraverso una serie di ospiti straordinari: professori universitari, attivisti digitali, maestri di scuola, visionari, antropologi, facilitatrici. Con loro ci siamo interrogati, a diverso titolo, sul senso della vita, sulle gabbie che imprigionano la nostra mente, sulle possibili vie per vivere una vita libera e consapevole. Fatemi sapere che ne pensate, se volete che proseguiamo con questo format o potete tranquillamente farne a meno.


Oggi, intanto, voglio chiudere questa prima “stagione” con una puntata speciale. Il titolo lo preannuncia. Oggi vogliamo affrontare il lockdown che è nella nostra mente. Quella chiusura mentale che ci è stata instillata giorno dopo giorno dai mass media, dal pessimismo delle nostre famiglie, dalle piccole delusioni quotidiane e che ci ha portato a convincerci di essere impotenti, strani, isolati. Siamo chiusi in casa, chiusi nella nostra testa, nelle nostre convinzioni limitanti, nella nostra percezione deviata della realtà.

Ma cos’è reale? Il pericolo del virus, la disoccupazione, il matrimonio, le delusioni amorose, il calcio, il cambiamento climatico, l’Europa. Cosa c’è di vero e cosa di inventato nella nostra quotidianità? Come distinguiamo le invenzioni dalle constatazioni? Molti di noi non hanno mai visitato New York, eppure se pronuncio il nome di quella città la visualizzano. E se non esistesse? Se fosse un invenzione propagandistica?

Sembra fantascienza eppure il meccanismo è esattamente quello. Chi crede negli UFO e nei rapimenti alieni, testimonia una realtà che per altri è assurda. Chi crede nella terra piatta è pronto a giurare che sia così. Andrea, nella sua rassegna, citando Harari, parla delle storie che ci piace raccontarci. Qualcuno, addirittura, considera “storie” le nazioni, le religioni, lo stesso senso di libertà.

D’altronde, se non sono certo di cosa sia reale, come posso essere libero?
Oggi voglio affrontare questo tema così semplice e banale con due miei colleghi di Italia che Cambia, nonché due miei grandi amici: Paolo Cignini e Andrea Degl’Innocenti. Con loro ci confronteremo su tutti i temi qui sopra enunciati e anche sulla grande assente della nostra quotidianità: sorella morte.

Buona visione.

Per approfondire:

È peggio temere la morte o fuggire la vita?
Io non mi rassegno – La rassegna Stampa commentata di Andrea Degl’Innocenti
Viaggio nella Scuola che Cambia
Homo deus. Breve storia del futuro – di Yuval Noah Harari
Io faccio così #185 – Boschi vivi: un cimitero naturale per la salvaguardia del paesaggio

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Cosa prevede la nuova proposta Ue sui migranti – Io Non Mi Rassegno #216

|

Comunità energetiche rinnovabili: una via per la transizione? – A tu per tu #6

|

Diffondere informazione positiva e gentilezza: arriva il Festival Mezzopieno!

|

Lucia Cuffaro e l’autoproduzione, la ricetta quotidiana per una società più giusta e resiliente

|

Zero Waste Italy: ecco come fermare lo spreco di mascherine nelle scuole

|

Glori: The Place To be, il borgo dove rinasce la comunità e si recuperano le terre – Io faccio così #300

|

La Bargazzina, l’azienda dei contadini scienziati che promuovono la cultura delle piante – Piccoli produttori #5

|

Officina del Fare e del Sapere: la scuola che punta su esperienza diretta ed educazione diffusa