3 Lug 2020

Sette produttori locali si uniscono e danno vita a un negozio-laboratorio a Km0

Un’associazione di produttori locali ha inagurato un negozio e laboratorio a Km 0 nel piccolo paese di San Piero in Frassino, nel comune di Ortignano Raggiolo. Il punto vendita valorizzerà le produzioni agricole e artigianali della Valle del Teggina, una valle laterale del Casentino.

Salva nei preferiti

Dal miele alle farine di canapa, dalle cipolle ai fagioli, fino a oggetti artigianali in legno. Sono solo alcuni dei prodotti proposti dal negozio e laboratorio a Km0 che ha aperto i battenti pochi giorni fa nel piccolo paese di San Piero in Frassino, nel comune di Ortignano Raggiolo.

A dar vita al negozio è stata l’Associazione Produttori Val Teggina Km0, una rete di produttori locali nata per la promozione delle tipicità del territorio e che oggi conta sette soci, i referenti delle seguenti realtà: Podere Pallereto di Sopra, L’Orto di Mary Poppins, Azienda agricola Andrea Giovannuzzi, Azienda agricola Roberta Asmodei, Azienda agricola Riccardo Giorgini, Giuseppe Giovannuzzi, Fonte a Mozzi soc. agricola.

produttori valteggina

«L’idea è nata da me e da un altro dei soci fondatori quando abbiamo trovato un ambiente idoneo da utilizzare come laboratorio e punto vendita, facendo dunque convergere qui la preparazione e la commercializzazione dei prodotti degli associati», ci ha spiegato Marina, referente dell’azienda agricola Podere Pallereto di Sopra e tra i soci dell’Associazione di produttori Val Teggina, una valle laterale del Casentino.

Attualmente il punto vendita è gestito da Marina e un altro socio dell’associazione ma anche gli altri soci si sono già mostrati interessati a portare qui le loro produzioni. «Una delle associate che diventerà a breve parte attiva è l’Orto di Mary Poppins che produce farine da grani antichi. Ci saranno anche dei prodotti artigianali, per la valorizzazione dell’artigianato locale. Ci sarà anche un altro socio che, oltre alla mia azienda, proporrà il suo miele qui nel negozio», continua Marina.

L’inaugurazione si è tenuta il 28 giugno e al momento il negozio è aperto due pomeriggi la settimana.

negozio produttori valteggina
L’inaugurazione del negozio

«Il negozio-laboratorio a Km0 e la nostra associazione nascono per valorizzare le produzioni agricole e artigianali della Valle del Teggina facendo rete tra i soci produttori».

«Nel periodo di emergenza legato al coronavirus – continua Marina – la filiera alimentare è stata tra le poche ad andare avanti mostrando la sua importanza. La gente, inoltre, è sempre più attenta alla salubrità degli alimenti che consuma e c’è un interesse sempre maggiore verso l’alimentazione naturale».

IMG 20200703 WA0007

All’inaugurazione del negozio ha partecipato anche il sindaco di Ortignano Raggiolo Emanuele Ceccherini, che ha affermato: «Durante l’emergenza sanitaria i cittadini del comune di Ortignano si sono visti costretti a spostarsi fuori comune per fare la spesa visto che non avevamo nemmeno un alimentari nel territorio. Finalmente un segnale positivo, di rinascita».

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Quando scegli miele italiano sostieni la qualità
Quando scegli miele italiano sostieni la qualità

Lentamente, la cooperativa che promuove integrazione sociale attraverso un’agricoltura biologica
Lentamente, la cooperativa che promuove integrazione sociale attraverso un’agricoltura biologica

Su Per Terra, la storia del ritorno alla natura di due giovani dell’Irpinia
Su Per Terra, la storia del ritorno alla natura di due giovani dell’Irpinia

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Aurore boreali, Sar, che succede ai nostri cieli? – #937

|

La VegToria, la nuova fattoria vegana sulle alture di Genova

|

Olga Karatch: “Contro la guerra patriarcale, dobbiamo dare voce alle donne per la pace”

|

WWOOFing all’Ecosfera: un viaggio alla scoperta della permacultura e di connessioni umane

|

Favola Industriale Blues: con l’arte si racconta cosa accade intorno al polo petrolchimico di Siracusa

|

Dalla Sardegna arriva l’intelligenza artificiale locale e sostenibile che “parla” con le piante

|

Mindful eating: l’approccio a un’alimentazione consapevole promosso da Marina e Paola

|

A Capaci nasce MuST23, un museo interattivo come luogo di riscatto civile e sociale

string(9) "casentino"