23 Lug 2020

Un viaggio in camper per raccontare la Sicilia che Cambia

Scritto da: Redazione

Selena Meli e Gabriele Giannetto, referenti siciliani di Italia che Cambia, stanno per partire per un viaggio in camper per incontrare, raccontare e mappare la Sicilia che Cambia. Il tour prenderà il via il 27 luglio e si concluderà il 7 agosto a Palermo, dopo un fitto itinerario alla scoperta delle bellezze e delle realtà virtuose siciliane.

Un viaggio in camper – dal 27 luglio al 7 agosto – per raccontare, mappare e mettere in rete le realtà virtuose che esistono sul territorio siciliano. Ad inaugurare il tour sarà un grande evento al Giardino delle Biodiversità, a Costa Saracena (tra Catania e Augusta), una comune dove vivono e lavorano insieme persone di origini e culture diverse legate dalla volontà di coltivare in maniera naturale.

giardino della biodiversita
Il Giardino delle Biodiversità

Selena Meli, community manager del progetto in Sicilia e Gabriele Giannetto, da diversi anni penna di Italia che Cambia, partiranno per un tour di due settimane che attraverserà in lungo e largo la Sicilia, per intervistare e incontrare a tu per tu le realtà che si spendono ogni giorno per costruire il cambiamento.

«Dopo l’esperienza del 23 febbraio che ha riunito circa sessanta persone a Pergusa abbiamo sentito l’esigenza di rimetterci in moto e dare voce ai progetti meravigliosi che abbiamo in parte toccato con mano proprio in quella domenica di febbraio – spiega Selena Meli, community manager del progetto – Il lockdown ci ha costretti a bloccare le iniziative nate in quell’occasione, ma l’entusiasmo è rimasto vivo. Adesso che le restrizioni si sono allentate vogliamo ripartire da quei progetti meravigliosi e da tanti altri che ci hanno segnalato o che abbiamo noi stessi incontrato nel nostro cammino».

Anche Gabriele Giannetto, entusiasta del progetto, racconta: «In questi anni abbiamo lavorato in modo silenzioso, ma è il momento di coglierne i frutti. Il tour è il modo perfetto per creare relazioni, riconoscerci, fare rete e dare il via al portale regionale. Non vediamo l’ora di raccontarvi le bellezze siciliane».

sicilia per articolo

Il tour partirà da Augusta per proseguire poi verso Siracusa, Noto, Avola, Vendicari e giungere a Catania e le pendici dell’Etna, farà sosta a Messina e i suoi dintorni, attraverserà le Madonie e terminerà a Palermo.

La serata di inaugurazione sarà ospitata dal Giardino della Biodiversità, il 27 Luglio. Sarà una giornata di festa che inizierà il pomeriggio con laboratori creativi aperti a tutti e tutte. In serata è previsto un momento di condivisione per la presentazione dei progetti di Sicilia che Cambia e Ficos. A seguire apericena nel bar del Giardino e un concerto a cura di Beyourconcert. La serata si concluderà con un dj set a cura di Gabriele Giannetto, in arte CSS, sulle note African, Brazilian e Tropical gems.
Vi aspettiamo!

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Turismo evoluto ed evolutivo: quando il viaggio genera benessere per persone, comunità e ambiente
Turismo evoluto ed evolutivo: quando il viaggio genera benessere per persone, comunità e ambiente

Ecotono collettivo endemico: “Le esperienze in natura in compagnia sono ancora più belle”
Ecotono collettivo endemico: “Le esperienze in natura in compagnia sono ancora più belle”

Max e il suo bed and breakfast Döit, dove l’accessibilità è sinonimo di inclusione
Max e il suo bed and breakfast Döit, dove l’accessibilità è sinonimo di inclusione

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Iran, tre giorni di sciopero contro il regime – #633

|

Coca-Cola è la regina dei rifiuti plastici: cosa fare per fermare le multinazionali inquinanti?

|

Cosa porta sofferenza e cosa porta felicità? Alcune riflessioni sulla ricerca spirituale

|

Tra falafel e cultura, a Palermo Fateh Hamdan si batte per la Palestina e i diritti civili

|

RECUP Roma: “Ridiamo un valore sociale a quel cibo che ha perso valore economico”

|

Il Gridas e il “modello Scampia”: unire le forze per far rinascere le periferie – Dove eravamo rimasti #6

|

Gigliola Sigismundi: “Medicina forestale e olii essenziali, le grandi passioni che ho trasformato in lavoro”

|

Alla riscoperta di un’Italia poco conosciuta, fra borghi e piccoli contadini