Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
24 Nov 2020

Comunità, innovazione sociale, lavoro e mutualismo: al via il Festival Smart Cityness

Scritto da: Redazione

Italia che cambia è tra i mediapartner della settima edizione di Smart Cityness, il festival dell’innovazione nei territori e della collaborazione locale nato per promuovere i processi creativi ed i progetti virtuosi dei territori della Sardegna. Quest'anno l'evento si terrà in diretta streaming dal 25 al 29 novembre e prevede un ricco programma articolato in conferenze e laboratori per adulti e bambini.

La comunità e l’innovazione sociale saranno al centro della settima edizione del Festival diffuso Smart Cityness, evento – organizzato da Urban Center – che chiama a raccolta i protagonisti dello sviluppo dei territori e i cittadini per conoscere, confrontarsi e creare sinergie.

Il Festival, quest’anno disponibile in diretta streaming dal 25 al 29 novembre sui canali di Smart Cityness e di Urban Center, si è affermato negli anni come evento di riferimento in Sardegna sui temi dello sviluppo locale, dell’innovazione e della creatività nei territori: Smart Cityness nasce infatti con lo scopo di presentare le migliori innovazioni ed i progetti capaci di generare impatto sociale e sviluppo locale, promossi da enti pubblici e da privati; e quella di facilitare la creazione di sinergie e di collaborazioni.

In programma sette laboratori per adulti e bambini (maggiori informazioni e modalità di iscrizione a questo link) , ma anche tre conferenze dedicate ai temi caldi dell’economia circolare, governance territoriale, spazio pubblico, sviluppo economico, mutualismo e – argomento centrale – comunità. Quest’anno anche un approfondimento sull’Europa, tra Green Deal e Next Generation EU, a cura di Europe Direct Sardegna e uno spazio dedicato all’arte, con gli artisti del Network hOMe che presenteranno la loro opera comunitaria-collettiva: il IV e ultimo Manuale di Sopravvivenza (maggiori info sui Manuali di sopravvivenza alla pandemia a questo link).

Record di adesioni quest’anno: sono infatti oltre 30 gli ospiti che racconteranno le loro esperienze a Smart Cityness. Tra i relatori Vittorio Pelligra (Professore di Economia, Facoltà Scienze Economiche e Giuridiche, Università di Cagliari), Don Marco Lai (Direttore Caritas Diocesana di Cagliari), Stefano Mameli (Direttore Generale della Città Metropolitana di Cagliari) ma anche voci esempio di buone prassi d’oltremare come il sindaco di Aielli Enzo di Natale, Silvia Scardapane (INWARD Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana), Francesca Meinero (Community Manager di Toolbox Coworking), Marta Mainieri (scrittrice e Fondatrice di Collaboriamo) e tanti altri. Impossibile non citare anche il contributo di Vera Gheno, sociolinguista specializzata in comunicazione digitale che ha fornito la risposta ufficiale alla domanda che inaugurerà ogni intervento: “che cosa significa la parola comunità?”.
 
Partner di questa settima edizione sono la Fondazione di Sardegna, ACENTRO Sardegna, ArtaRuga Coworking e Spazi Creativi, hOMe Network e International Smart Cities School, con il sostegno inoltre dei media partner Radio X, Italia che cambia e il patrocinio istituzionale gratuito della Città Metropolitana di Cagliari.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Gli Inuit “verdi” vincono le elezioni in Groenlandia – Io Non Mi Rassegno #343

|

I miracoli della Chiesa Valdese – #Meme 35

|

Valdibella: il “chilometro etico” per combattere l’agricoltura industriale

|

“Salviamo i parchi liguri”: confermato il dietrofront della giunta Toti

|

Amore, morte, il miracolo e la rinascita: l’incredibile storia di BB

|

Dal Piemonte a Riace, un forno solidale per “impastare umanità”

|

L’economia circolare può salvare il clima ma servono azioni più decise

|

Thar do Ling: permacultura e consapevolezza come scelta di vita