Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
27 Gen 2021

Il valore della scrittura collettiva per imparare a collaborare nel mondo post-covid

Scritto da: Redazione

Come si redige un testo di gruppo? E perché oggi è così importante imparare a scrivere insieme? Partirà il 3 febbraio il corso online intitolato “Dalla scrittura collettiva di Don Milani alla scrittura collaborativa di oggi”, realizzato da Scuola Capitale Sociale in partnership con l’Istituzione Don Milani del Comune di Vicchio e l’Università Cattolica di Milano. Il corso si rivolge a docenti, studenti, volontari, amministratori pubblici o di imprese che sentano l’esigenza di un’interazione migliore.

Scoprire il significato attuale della pedagogia di Don Milani in epoca digitale e di interazione a distanza per rilanciare quelle le pratiche di scrittura collettiva avviate più di cinquant’anni fa e oggi utili a qualunque gruppo che desideri cooperare e progettare insieme. Queste le finalità del corso online intitolato “Dalla scrittura collettiva di Don Milani alla scrittura collaborativa di oggi”, realizzato da Scuola Capitale Sociale in partnership con l’Istituzione Don Milani del Comune di Vicchio e l’Università Cattolica di Milano.

In partenza il 3 febbraio, il corso è destinato a docenti, studenti, volontari, amministratori pubblici o di imprese e a chiunque senta l’esigenza di una migliore interazione in ambito professionale o nel proprio contesto di vita, il corso offre ai partecipanti un’analisi tecnica e teorica della metodologia di lavoro della scuola di Barbiana. Alternando momenti di lezione frontale a laboratori e attività in piccoli gruppi, il percorso si propone di riscoprire il significato attuale della pedagogia di Don Milani proprio a partire dalle pratiche di scrittura collettiva sperimentate con i suoi ragazzi più di cinquant’anni fa.

Vuoi cambiare la situazione
dell'educazione in italia?

ATTIVATI

Come si redige un testo di gruppo? E perché oggi, in epoca di post-emergenza, è così importante imparare a scrivere insieme? Il corso cerca di rispondere a questi interrogativi riservando particolare attenzione alle opportunità offerte dal digitale e dalle nuove tecnologie. Accanto a un’indagine sulla figura di Don Milani e sul suo innovativo modello di didattica, il programma prevede infatti lezioni di approfondimento dedicate alla scrittura collaborativa online, tecnica diventata ormai prassi obbligata per qualunque gruppo o organizzazione si trovi ad interagire a distanza.

In questo senso, il corso si avvarrà del contributo scientifico di docenti e ricercatori del Cremit, il centro di ricerca sull’educazione ai media, all’innovazione e alla tecnologia dell’Università Cattolica di Milano, con moduli didattici a cura di Pier Cesare Rivoltella, Enrica Bricchetto, Michele Marangi, Stefano Pasta e Marco Rondonotti. Prevista inoltre la preziosa testimonianza di alcuni ex-allievi della scuola di Barbiana e un intervento di Leandro Lombardi, presidente dell’Istituzione Don Milani del Comune di Vicchio (FI).

Il corso, composto da 4 incontri con cadenza settimanale, partirà il 3 febbraio e si terrà online sulla piattaforma Zoom di Scuola Capitale Sociale. Per iscriversi è necessario versare un contributo di partecipazione pari a 50 euro (30 per studenti) entro il giorno 1 febbraio. Per qualsiasi informazione rivolgersi a segreteria@scuolacapitalesociale.it o visitare la pagina dedicata.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Cosa sta succedendo a Barcellona? – Io Non Mi Rassegno #321

|

TuttiConnessi, la raccolta solidale che rigenera e dona PC agli studenti

|

Un garante del verde per difendere gli alberi delle città italiane

|

Imprenditori Sovversivi: l’errore più grande è lavorare troppo – Io faccio così #321

|

Antichi Sentieri Liguri: “Puliamo i sentieri per riscoprire il territorio”

|

Ambiente e verde: come saranno fra vent’anni dipende da noi

|

Viaggio nell’Amore (e nel sesso) Che Cambia: ecco i primi incontri! [FOTO]

|

Pachamare, l’ecovillaggio diffuso che riallaccia il legame con la Terra