4 Apr 2022

Giornata Mondiale della Salute: la frequentazione dell’ambiente naturale ci fa stare bene

Scritto da: Redazione

In occasione della Giornata Mondiale della Salute 2022, TeFFit organizza – con la media partnership di Italia Che Cambia – un convegno online seguito da tre giornate di approfondimento sul tema delle immersioni in foresta e delle Prescrizioni Verdi, che uniscono al tempo stesso la cura della salute umana e quella dell'ambiente.

Fra pochi giorni si celebrerà la Giornata Mondiale della Salute, un evento internazionale che si tiene ogni anno il 7 aprile allo scopo di ricordare al mondo un tema determinante a livello globale: il raggiungimento del miglior livello possibile di benessere da parte della popolazione mondiale. L’aspetto decisivo riguarda la definizione stessa di salute, che viene intesa non solo come l’assenza di malattia ma un benessere sia fisico che mentale.

Questa ricorrenza è strettamente legata all’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO, World Health Organization) e in questo 2022, forse più che negli anni scorsi, questa celebrazione viene vista con attenzione e speranza, per via del sotto testo legato all’interazione tra benessere e nuovo coronavirus.

teffit 4
SALUTE DEL TERRITORIO E SALUTE UMANA

La rete TeFFit – OE, che si occupa di terapie forestali, ha deciso di organizzare un evento on line per promuovere l’idea di una gestione salutare del territorio e per ragionare scientificamente sulle attività in natura ai fini di sviluppo della salute. «Ci è sembrato utile far partecipare a questo momento soggetti del mondo dei medici che possano contribuire al percorso di affermazione dell’importanza dell’ambiente per la salute dell’uomo e dell’ambiente sano, ma anche esponenti del mondo dei Parchi, e della gestione del territorio», spiega il presidente Raoul Fiordiponti.

L’obiettivo è la creazione di una “piattaforma” di ragionamento e progettazione sulle Prescrizioni Verdi che, partendo dalle esperienze, possa definire il ruolo dell’ambiente naturale e della sua fruizione ai fini del benessere della popolazione. «Le Prescrizioni Verdi rappresentano una alternativa all’uso e abuso voluttuario di farmaci per molti disagi: arginando abitudini meno salutari, rallenterebbero la cronicizzazione di molte patologie e la loro complicazione, contribuendo pertanto a diminuire la necessità di prescrizioni farmacologiche e di indagini diagnostiche».

Vorresti leggere più contenuti come questo? 

Articoli come quello che hai appena letto sono gratuiti e aperti, perché crediamo che tutti abbiano il diritto di rimanere informati. Per questo abbiamo scelto di non nascondere i nostri contenuti dietro paywall, né di accettare contributi da partiti o aziende compromesse. Per continuare a farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Fai la tua parte, aiutaci a costruire un’informazione sempre più approfondita.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

«A tale diminuzione potrebbero corrispondere minori sfruttamento e inquinamento ambientale a favore della salute globale. Evitando anche il ritorno di danni sulla salute umana, migliorerebbe la qualità della nostra vita», aggiunge Raoul Fiordiponti.

L’EVENTO

L’evento è organizzato in due fasi: un convegno on line giovedì 7 aprile dalle 17.30 alle 20.00 che verrà trasmesso sul canale facebook Terapie Forestali in Foreste Italiane seguito tre giornate – venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 aprile – dedicate alle immersioni in foresta sul territorio nazionale. I conduttori della rete TeFFIt – OE proporranno, per chiunque voglia partecipare, un calendario di introduzione alle Immersioni in Foresta.

Le Prescrizioni Verdi rappresentano una alternativa all’uso e abuso voluttuario di farmaci per molti disagi

Queste proposte organizzate localmente dalla rete conduttori rappresenteranno una possibilità per avere un vero rapporto con la foresta, non mediato da tecniche, filosofie, sport, pratiche psicologiche. Sono queste le modalità attraverso le quali ognuno potrà sperimentare il miglioramento della propria condizione psico-fisica e il ri-equilibrio del proprio organismo tramite la frequentazione di specifici ambienti forestali.

IL PROGRAMMA DEL CONVEGNO

Ecco il programma dell’incontro Prescrizioni Verdi – Immersioni in Foresta: La frequentazione dell’ambiente naturale è salute!

Ore 17.30 Inizio convegno e introduzione ai lavori

prof. Bartolomeo Schirone
Professore ordinario di Selvicoltura e Assestamento Forestale presso l’Università della Tuscia.
Presidente del Corso di Laurea in Scienze della Montagna.
l’importanza delle foreste per l’uomo: quali foreste per quale futuro

dott. Luca Santini
Presidente Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi
La gestione del parco finalizzata alla salvaguardia della natura e al benessere delle persone

dott. Maurizio Gubbiotti
Presidente Roma Natura
Il verde urbano in una metropoli, il suo valore per la popolazione

dott.ssa Sandra Vernero
Presidente SLOW MEDICINE
La salute è una. Ma anche sobria, rispettosa e giusta: il caso SLOW MEDICINE

prof. Giuseppe Barbiero – dott.sa Stefania Pinna
Groupe de Recherche en Education à l’Environnement et à la Nature e del Laboratorio
di Ecologia Affettiva (GREEN LEAF) all’Università della Valle d’Aosta.
L’importanza del verde urbano per la salute

dott. Roberto Romizi
Presidente ISDE Italia
Medici pionieri della tutela ambientale: Il caso ISDE

dott.ssa Pierangela Piras
Referente CTS TeFFIt – OE
prescrizioni verdi e terapie forestali

20.00
Conclusioni
Raoul Fiordiponti
Modera e coordina Presidente rete TeFFIt – OE

Per maggiori informazioni clicca qui.

Vuoi cambiare la situazione di salute e alimentazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
SanremoBio: il consumo consapevole passa attraverso l’alimentazione, il sociale e la cultura
SanremoBio: il consumo consapevole passa attraverso l’alimentazione, il sociale e la cultura

Bagni di foresta nella Basilicata selvaggia: vi raccontiamo la nostra esperienza
Bagni di foresta nella Basilicata selvaggia: vi raccontiamo la nostra esperienza

In Liguria due ostetriche guidano i genitori verso nascite “positive” e percorsi consapevoli
In Liguria due ostetriche guidano i genitori verso nascite “positive” e percorsi consapevoli

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Fa molto caldo – #553

|

Wagner Group: cosa sappiamo della milizia privata che combatte fra le fila russe (e non solo)?

|

Francesca Cinquemani torna al sud per coltivare lavanda e rilanciare la sua terra

|

Queen of Sheba: una coppia di naturalisti sulle tracce di una rara orchidea australiana

|

Confcooperative, la giornata delle cooperative e alcune novità dal mondo che unisce comunità ed economia

|

Friend of the Earth, in missione per salvare dall’estinzione il lemure cantante del Madagascar

|

Homers: con il co-housing la rigenerazione urbana si fa comunità – Io Faccio Così #358

|

È nata Robin Food, la cooperativa di rider sostenibile che vuole rivoluzionare il mondo delle consegne