18 Mag 2022

Una chitarra e zaino in spalla: il viaggio di Mosè, giovane musicista che promuove il cammino lento

Scritto da: Lorena Di Maria

Uno zaino, una chitarra e la voglia di partire: così inizia il viaggio del musicista Mosè Morsut, giovane ragazzo di Chieri (TO) che ha deciso di percorrere le alpi attraversando l’Altra Via, il sentiero che collega Piemonte e Liguria. Lo fa portando la sua musica attraverso concerti itineranti e incontri, per promuovere il turismo lento, il territorio e la sua storia.

Torino - Mosè Morsut è un giovane musicista: ha iniziato a suonare la chitarra da piccolo, quando aveva solo 8 anni, anche se alcuni sono sicuri di averlo visto con una chitarra in mano già a 7. Oggi Mosè di anni ne ha 26 e possiamo dire che la musica lo accompagna da sempre, proprio come la sua chitarra, inseparabile amica. Un giorno Mosè ha deciso di mettersi ai piedi un paio di scarpe da ginnastica, in spalla uno zaino e con la sua chitarra ha deciso di partire per percorrere i 206 chilometri dell’Altra Via, il suggestivo cammino che collega Torino a Savona.

Ha chiamato il suo progetto Pizzicando l’Altra Via: così vuole promuovere attraverso la sua musica il turismo lento, il territorio e la sua storia. Per questo viaggio è partito ieri, mercoledì 18 maggio, da Torino. Quella che lo aspetta è un’avventura che lo porterà ad attraversare la collina torinese, il Monferrato, il Roero, le Langhe e le Alpi Liguri, fino al mare, dove arriverà sabato 27 maggio.

Pizzicando 4
L’ALTRA VIA: UN VIAGGIO TRA CASCINE, AGRITURISMI, RIFUGI E LIBRERIE

In ciascuna delle dieci tappe, Mosè porterà i brani del suo disco Puzzle con una serie di concerti itineranti in cascine, agriturismi, rifugi e librerie. Un’occasione per promuovere il lavoro, uscito lo scorso marzo, ma soprattutto per permettere ai territori attraversati di raccontarsi, valorizzando un altro modo di viaggiare, con un approccio alla natura rispettoso dei suoi ritmi, dei suoi spazi e della sua bellezza.

«Il progetto Pizzicando – racconta Mosè – è nato con l’intento di unire la mia passione per la musica a quella per il viaggio e i cammini, nata quando a 18 anni ho fatto il Cammino di Santiago. Questa volta però volevo che il mio viaggio non arricchisse solo me attraverso l’incontro con persone, luoghi, cibi e culture, ma che potesse anche dare qualcosa anche a chi avrei incontrato lungo il cammino. Mi sono chiesto che cosa avrei potuto dare io a loro durante il mio passaggio. E così è nato Pizzicando».

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Pizzicando 2
FAR TORNARE A VIVERE I TERRITORI

Con il progetto Pizzicando Mosè ha già percorso l’intero arco alpino nel 2019, con oltre 50 concerti in alcuni dei luoghi più iconici delle Alpi, dal Monviso alle Cime di Lavaredo.  E l’Altra Via non poteva che essere questa volta il percorso più adatto: il cammino, come vi abbiamo raccontato in questo articolo, è un progetto che nasce dal basso, dalla scommessa di due amici, Giovanni Amerio e Dario Corradino: insieme hanno dato vita a un percorso che si può compiere sia a piedi che in bicicletta che percorre due regioni, il Piemonte e la Liguria. Il sogno è diventare, assieme a tanti altri meravigliosi cammini italiani, un modo per tornare a vivere e far vivere i territori e le persone che li abitano.

Mi sono chiesto che cosa avrei potuto dare io a loro durante il mio passaggio. E così è nato Pizzicando

Per Mosè questo è «un modo per far rivivere i territori e le persone che li abitano, permettendo a chi sceglie di intraprendere la via di godere di panorami fantastici ed eterogenei, gustare specialità ed eccellenze locali, immergersi nella storia antica e recente, ammirare meraviglie architettoniche, scoprire affascinanti borghi o avventurarsi in boschi impervi». Insomma, il suo è un contributo per valorizzare tutta la ricchezza paesaggistica, enogastronomica e storica che ci sta in mezzo, «dimenticata dall’autostrada che le collega».

Lungo il suo viaggio Mosè percorrerà 206 chilometri, con 4.078 metri di dislivello in salita e 4.289 in discesa, attraversando 2 regioni, 4 province, 45 comuni e un sito UNESCO. «È una “via” appena nata – spiega Mosè – ideata e realizzata con dei principi, quelli della sostenibilità e del turismo lento, che condivido. E mi piace l’idea che sia accessibile a tutti, per dislivelli e durata. Quando ne ho sentito parlare ho subito pensato che sarebbe stata perfetta per Pizzicando».

Sono numerose le realtà che hanno scelto di accompagnarlo in questo viaggio fornendo materiali e competenze. Da Coldiretti Piemonte e Turismo in Langa, che hanno aiutato a trovare le location per organizzare i concerti, a Mercato Circolare che lo aiuterà a coinvolgere il pubblico sui temi della sostenibilità proponendo un altro modo di guardare le cose. E poi c’è La Sportiva che ha fornito le calzature, Ferrino il vestiario e lo zaino, la casa editrice Morellini edizioni ha realizzato la guida escursionistica dell’Altra Via, Eko Guitars ha regalato la chitarra, modello “Marco Polo”, che Mosè porterà con sé e Mogar Music ha donato al progetto un registratore professionale che servirà per documentare il viaggio e condividerlo con chi lo vorrà seguire. Lo stile di tutto il percorso sarà basato sullo scambio reciproco, senza l’impegno di fondi: i punti tappa offrono vitto e alloggio e Mosè la sua musica.

Pizzicando 1
LE TAPPE DEL VIAGGIO

La prima tappa sarà il Tram Diogene a Torino, alla rotonda tra corso Regio Parco e corso Verona, dove mercoledì 18 maggio alle 18.30 Mosè presenterà il progetto e suonerà alcuni dei suoi brani in un incontro con Francesco Di Meglio di NEMO – Nuova Economia in Montagna. Nell’occasione Mercato Circolare gli consegnerà le carte delle 10R dell’economia circolare, una per ciascuna tappa, che lo accompagneranno lungo l’Altra Via, per stimolare la riflessione su un’altra via di sviluppo possibile. Le tappe saranno: 18/05 – Torino, Diogene 19/05 – Chieri, Nave dei Folli 20/05 – Pino d’Asti, Canonica 21/05 – Montafia, Cascina Vignole 22/05 – San Damiano d’Asti, Piazza Libertà 23/05 – Alba, Libreria Milton 24/05 – Bossolasco, Colle della Resistenza 25/05 – Paroldo, Bistrot 25Miglia 26/05 – Millesimo, Cascina Rocchini 27/05 – Montenotte Superiore, Rifugio Miera 28/05 – Savona, Cascina Tre Santi.

Tutto il viaggio sarà documentato e raccontato sui canali social di Pizzicando. E noi non possiamo che augurare buon viaggio a Mosè, nella speranza che questo viaggio tra cammino e musica possa contribuire a dare vita a paesi, borghi e campagne, al suono pizzicato delle corde della sua chitarra.

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Come i progetti nati dal basso cambiano volto a un territorio: il caso di Scopri la val di Vara
Come i progetti nati dal basso cambiano volto a un territorio: il caso di Scopri la val di Vara

Officina AgroCulturale Cafeci, alla scoperta della Sicilia in modo lento ed ecologico
Officina AgroCulturale Cafeci, alla scoperta della Sicilia in modo lento ed ecologico

La Locanda del Santuario: un luogo di pace che accoglie i viaggiatori alla scoperta della Valle Cervo
La Locanda del Santuario: un luogo di pace che accoglie i viaggiatori alla scoperta della Valle Cervo

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Fa molto caldo – #553

|

Wagner Group: cosa sappiamo della milizia privata che combatte fra le fila russe (e non solo)?

|

Francesca Cinquemani torna al sud per coltivare lavanda e rilanciare la sua terra

|

Queen of Sheba: una coppia di naturalisti sulle tracce di una rara orchidea australiana

|

Confcooperative, la giornata delle cooperative e alcune novità dal mondo che unisce comunità ed economia

|

Friend of the Earth, in missione per salvare dall’estinzione il lemure cantante del Madagascar

|

Homers: con il co-housing la rigenerazione urbana si fa comunità – Io Faccio Così #358

|

È nata Robin Food, la cooperativa di rider sostenibile che vuole rivoluzionare il mondo delle consegne