13 Mag 2024

Infinityhub: rendere il turismo a Venezia più sostenibile è possibile

Venezia è una delle città più belle del mondo, ma è anche uno dei luoghi in cui l'impatto del turismo di massa è più devastante dal punto di vista sociale e da quello ambientale. Infinityhub ha messo in campo alcune soluzioni per provare a riequilibrare questa situazione, partendo da un percorso di efficientamento e rinnovamento di quattro immobili veneziani destinati al turismo.

Salva nei preferiti

Venezia, Veneto - Il viaggio è la maniera migliore per conoscere il mondo: viaggiare leggeri è il segreto per andare lontano. Si parte con una piccola valigia in mano che al ritorno conterrà più esperienze, incontri, ricordi e visioni. Per millenni le persone hanno sfidato i limiti geografici e non solo per occupare luoghi e spazi ignoti, ma il viaggio non è solo una questione di esplorazioni e conquiste, è anche una storia di immaginazione. L’essere umano, a differenza degli altri animali che si spostano solo per necessità, è spinto dalla ricerca costante verso l’ignoto.

Un viaggio per il mondo e dentro se stessi per scoprire meglio chi siamo, mettere alla prova le proprie conoscenze e competenze, aiutare gli altri, confrontarsi con diverse realtà culturali, coglierne le similitudini e contribuire a una società più inclusiva e cosmopolita. Serve però proporsi con apertura, non come turisti da una foto e via. Non una versione usa e getta, ma un viaggio che porti un valore aggiunto anche al luogo che si visita. Un vero e proprio scambio, in una continua ricerca di relazioni e connessioni tra persone e luoghi. 

Infinityhub: rendere il turismo a Venezia più sostenibile è possibile

E a proposito di relazioni e turismo, circa un anno fa, da un incontro che si è trasformato in alleanza tra AVA, Associazione Veneziana Albergatori, e Infinityhub, prima Energy Social Company italiana, iniziava un viaggio per un progetto di efficientamento e rinnovamento degli immobili veneziani destinati al turismo. Riqualificare il territorio veneziano, proteggere e salvaguardare la bellezza e l’accoglienza della città seguendo il modello di condivisione del business di Infinityhub – il modello Y. Non solo quindi risparmio energetico e riqualificazione degli immobili, ma anche e soprattutto un processo di cambiamento del settore turistico verso un turismo sempre più sostenibile, nell’azione e nell’educazione. 

INFINITYHUB, A VENEZIA SOLUZIONI CAPACI DI FUTURO E TUTELA DELL’AMBIENTE, DELL’ECONOMIA E DELLA SOCIETÀ

A giugno 2023 Infinityhub è entrata a far parte della Fondazione Venezia Capitale Mondiale della Sostenibilità come socio co-fondatore – con l’obiettivo di fornire un apporto alle attività della Fondazione che riguardano i cantieri di “Transizione energetica e ambiente”, “Residenzialità”, “Turismo sostenibile” e “Produzioni culturali innovative” – grazie anche alle competenze maturate nella gestione dei processi energetici e unite all’impiego di strumenti di finanza etica, in particolare nella creazione di comunità energetiche rinnovabili.  Ad agosto 2023 è nato YHotel Lido Venezia Srl Benfit per l’efficientamento e il rinnovamento di quattro immobili veneziani destinati al turismo: Villa Mabapa, Villa Morea, Villa Orio e Villa Beatrice.

Attraverso un approccio interdisciplinare, Infinityhub progetta, promuove e realizza la riqualificazione energetica di immobili e strutture con metodo innovativo e integrato tra ingegneria, economia, finanza e socialing, con l’utilizzo di nuovi strumenti fintech che aprono la partecipazione ai progetti. La partecipazione diretta dei cittadini nel finanziamento degli interventi, all’interno di partenariati più ampi come enti, associazioni e imprese, è infatti una delle modalità più significative del modello di Infinityhub. Si compartecipano esperienze, intuizioni e bellezza di un cammino che, dalla transizione energetica, si estende al mondo economico e sociale.

Infinityhub: rendere il turismo a Venezia più sostenibile è possibile

YHotel Lido Venezia nasce per incentivare un turismo ancora più sostenibile della città, capace di integrare tutte le dimensioni della persona, dall’ambiente, all’economia, fino alla componente sociale. Gli interventi sugli immobili riguarderanno impianti fotovoltaici a tetto, pompe di calore, sistemi di monitoraggio, nuovi impianti termici interni, colonnine di ricarica per imbarcazioni elettriche.

IL MODELLO DI INIFNITYHUB PER UNA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA E SOCIALE 

È una riqualificazione che incentiva anche una nuova dimensione lavorativa, condividendo i valori e il valore, creando la connessione tra la natura e l’ingegno all’insegna del sogno dell’essere umano quella promossa da Infinityhub. Una riqualificazione che crea nuove occupazioni, riporta in vita mestieri ed è attenta a mantenere un equilibrio tra le case residenziali e quelle destinate ad affitti brevi per evitare che la città perda la sua identità.

Secondo Infinityhub le alleanze sono la risposta perfetta per far fronte alla complessità del nostro tempo, in una dimensione spaziotempo che vede il locale connesso con il globale. Per la Benefit, che ha la sua sede in Canal Grande, è un’occasione per realizzare a Venezia quello sviluppo rigenerativo che la renderà ancora più forte e accogliente. Nel riqualificarla c’è anche il desiderio di proteggere, salvaguardare e prolungare “l’immortalità” di una città unica che splende di luce propria per tutto il mondo.

Infinityhub: rendere il turismo a Venezia più sostenibile è possibile

«Venezia è stata protagonista, il 25 agosto 1609, proprio sotto il campanile di San Marco, con Galileo Galilei, del primo viaggio con la luce, con il primo telescopio costruito dai maestri vetrai di Murano», racconta Massimiliano Braghin, Ceo di Infinityhub. Una rivoluzione per il mondo dell’astronomia, Galileo osservò per la prima volta il cosmo, con uno strumento ben più potente e “scientifico” dell’occhio nudo. Diresse il suo strumento verso il cielo stellato.

«La prima cosa che vide fu la Luna. Luna che non si rivelò liscia come si riteneva fosse fino ad allora, ma individuò le sue montagne e i suoi crateri. Scoprì la costituzione stellare della Via Lattea e, con i suoi ammassi di stelle e corpi celesti, individuò i quattro maggiori satelliti di Giove. Così lui andò verso l’alto e verso l’altro. Così oggi è giusto andare verso l’Alto andando verso l’Altro, attraversando il desiderio che è pur sempre tendere verso le stelle».

Non solo risparmio energetico e riqualificazione degli immobili, ma anche un processo di cambiamento del settore turistico verso un turismo sempre più sostenibile

Proprio in questi giorni si è chiusa la campagna di equity crowdfunding di YHotel Lido Venezia, lanciata il 15 marzo 2024 sul portale di CrowdFundMe, con un overfunding: sei giorni in anticipato rispetto la chiusura e un totale raccolto di 112.743 euro, 41 nuovi soci che portano a 48 il totale della compagine, compresi i fondatori. Tra questi, 12 persone e imprese veneziane.

Gli strumenti fintech rappresentano per Infinityhub uno strumento determinante per la crescita in termini di sostenibilità economica e sociale e una forma di educazione importante per lo sviluppo sostenibile della comunità e della società tutta. Con il modello proposto da Inifnityhub è possibile ripopolare Venezia e riqualificare anche immobili in disuso e non utilizzati generando un ritorno economico e sociale notevole sulla città. 

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Vacanze in natura “tra terra e cielo” coltivando alimentazione sana e relazioni
Vacanze in natura “tra terra e cielo” coltivando alimentazione sana e relazioni

Cristofero Costanzo: “Tra mandorle e ulivi ho scommesso sull’agricampeggio in Sicilia”
Cristofero Costanzo: “Tra mandorle e ulivi ho scommesso sull’agricampeggio in Sicilia”

Parchi italiani, 15 giorni di cammino per attraversarli e conoscerli
Parchi italiani, 15 giorni di cammino per attraversarli e conoscerli

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Aurore boreali, Sar, che succede ai nostri cieli? – #937

|

La VegToria, la nuova fattoria vegana sulle alture di Genova

|

Olga Karatch: “Contro la guerra patriarcale, dobbiamo dare voce alle donne per la pace”

|

WWOOFing all’Ecosfera: un viaggio alla scoperta della permacultura e di connessioni umane

|

Favola Industriale Blues: con l’arte si racconta cosa accade intorno al polo petrolchimico di Siracusa

|

Dalla Sardegna arriva l’intelligenza artificiale locale e sostenibile che “parla” con le piante

|

Mindful eating: l’approccio a un’alimentazione consapevole promosso da Marina e Paola

|

A Capaci nasce MuST23, un museo interattivo come luogo di riscatto civile e sociale

string(9) "nazionale"