Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
6 Dic 2012

Cooperazione versus competizione: appunti per un mondo "altro"

Scritto da: Daniel Tarozzi

Chi legge questo blog sa che sono il Direttore Responsabile di un giornale web, il Cambiamento. E’ con grande piacere, quindi, che segnalo una bella intervista che ho rilasciato a greenMe, in teoria un competitor, in pratica un giornale che – seppur con logiche e poltiche diverse dalle nostre – lavora per la stessa causa. […]

Chi legge questo blog sa che sono il Direttore Responsabile di un giornale web, il Cambiamento. E’ con grande piacere, quindi, che segnalo una bella intervista che ho rilasciato a greenMe, in teoria un competitor, in pratica un giornale che – seppur con logiche e poltiche diverse dalle nostre – lavora per la stessa causa.
Spesso si dice che il medium è il messaggio. Se vogliamo cambiare le cose, dobbiamo farlo cominciando davvero da noi, dal nostro agire, pensare, concepire. E la parola cooperazione deve sostituire sempre più spesso un termine ormai obsoleto: competizione.
La Rete è il concetto chiave su cui costruire un nuovo modello, un nuovo mondo. Rete di relazioni, di contatti, di scambi. Ed ecco che anche in un settore come quello del  giornalismo web ci stiamo confrontando sempre più spesso per cercare di unire le forze anziché concentrarci su ciò che ci differenzia.
Senza dimenticare che, in un sistema sano, le differenze sono ricchezza: la biodiversita permette ai macro-organismi di sopravvivere e prosperare. Diversi spesso – a volte complementari – ma uniti nella costruzione di un mondo “altro”, concepito – appunto – insieme.
Vai all’articolo!

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Come affronteremo la crisi del debito? – Io Non Mi Rassegno #112

|

Capanna di Betlemme: un esempio di accoglienza e ospitalità nei giorni dell’emergenza

|

Emergenza Covid-19: riparti dalle tue risorse interiori

|

Matteo Ficara: “Con l’immaginazione può rinascere una specie felice!” – Meme #33

|

Cinemambiente a casa tua: i film per ripensare il nostro futuro

|

Felber: “Perché non si affronta la crisi ambientale come il coronavirus?”

|

Stop agli attendismi: d’inquinamento e di traffico si muore!

|

Un modello di produzione e distribuzione alimentare sostenibile e resiliente

Copy link
Powered by Social Snap